Archivi tag: Ten-Ten

Tsunade Late Night Show – La Donna che si fece Dio

tsunade-piante

Signore e signori, con grande piacere è qui con noi, l’unica e pantagruelica, regina del gargantuesco: Tsunade-sama!

Tsunade: Buonasera a tutti, care amiche ed amici del tenebrore. Siete pronti allo scontro finale? Se non credete che Kishimoto sia giunto a questo punto in modo sensato e logico premete il tasto rosso del vostro telecomando. Altrimenti premetelo comunque.  Il servizio è offerto dalla Chiyo & Pain Telecomunicazioni Spa, nella quale ho investito tutti i miei proventi dalla partecipazione agli ultimi episodi di Naruto e quindi spero fruttino bene! Comunque sia bando alle ciance e colleghiamoci subito con i nostri eroi sul campo: Naruto, come ti senti prima di questo tragico scontro con Sasuke?

Naruto: Nonna Tsunade, io non vorrei combattere quella testa dura di Sas’ke, ma non voglio nemmeno che si macchi di un ignobile omicidio uccidendoti, dattebayo!

Tsunade: Grazie del pensiero Naruto. Ma sentiamo che cosa pensa di tutto questo l’altra parte: Sasuke, perché hai deciso di uccidere tutti i kage e affrontare Naruto?

Sasuke: Se i kage avessero ficcato dei mostri in tuo figlio e gli avessero fatto passare un’infanzia di miseria, sono sicuro che la penseresti come me. Ma d’altronde a cosa vuoi che possa pensare una ve…

Tsunade: Mi spiace, ma sembra che il collegamento sia caduto. E ora torniamo in studio con la nostra ospite di stasera, per la seconda volta viene a trovarci: Kaguya Ootsutsuki.

Kaguya: Vaticino una lieta serata a tutti gli astanti.

Tsunade: Sempre molto raffinata, è un piacere averti nuovamente con noi, ma come ben sai non c’è bisogno di essere così formali.

Kaguya: La forma è tutto! Non concordi? Formalmente io sono la creatura più potente che sia mai esistita, che esiste e che mai esiterà in tutto l’MPI.

Tsunade: MPI? Che cosa sarebbe?

Kaguya: Multiverso Pandimensionale Ipercosmico. Lo sai che ho tanti castelli quante le dimensioni del MPI?

Tsunade: Effettivamente ci era giunta voce, dev’essere molto costoso mantenerli tutti quanti.

Kaguya: Precisamente, è per questo che mi servivano dei nuovi servitori. L’Esercito del Piacere non avrebbe avuto solo l’onore di appagare i miei appetiti sessuali, ma si sarebbe dovuto occupare anche dei miei innumerevoli castelli: lo sai che cosa vuol dire tenere accesi millemila camini, sgombrare septilioni di camere, spendere triliardi di paperdollari in domestiche?

Tsunade: Per fortuna non ne ho un’esperienza diretta, ma sembra piuttosto impegnativo.

Kaguya: Eccome. Per questo ho dovuto farmi sconfiggere in fretta.

Tsunade: Ti sei fatta sconfiggere di proposito?

Kaguya: Ma certo! Sospettavi il contrario forse? Ahahahahaha.

Tsunade: Ahahahahaha. Sì.

Kaguya: Affatto! E’ come nel gioco del Monopoli, se non vuoi finire in bancarotta speri di andare in prigione e soprattutto che nessuno ti costringa ad uscirne. Se devo essere franca, non appena mi hanno risvegliata mi sono subito pentita del mio ritorno.

Tsunade: Come mai?

Kaguya: Anzitutto, come già ebbi modo di accennarti, non ci sono più gli uomini di una volta! Le donne sono anche peggio: anti-femministe, insicure, incolori, senza cespuglio. Che ci stavo a fare? Cinque minuti e Zetsu-nero mi aveva già provocato un irrevocabile mal di testa. Speravo solo che tutto finisse alla svelta.

Tsunade: Ma perché allora tergiversare? Perché non farti sconfiggere subito?

Kaguya: Beh, se devo essere sincera speravo di divertirmi un po’ di più con quel biondino e con i suoi cloni, ma non sembrava pensare ad altro che al suo amico.

Tsunade: Se li conoscessi, sapresti che purtroppo è da sempre così.

Kaguya: Concordi con me che non c’era molto altro da fare?

Tsunade: Mettendola su questo piano, non posso biasimarti. E adesso che cosa farai?

Kaguya: Ho intenzione di continuare la produzione di vibratori, in altri universi paralleli vanno alla grande.

Tsunade: Ma non ti avevano sigillata?

Kaguya: Solo nel loro universo. Questi sono i vantaggi dell’MPI.

Tsunade: E di questo scontro finale che cosa ne pensi?

Kaguya: Quale scontro?

Tsunade: Tra Naruto e Sasuke, stanno per scontrarsi in una battaglia fratricida.

Kaguya: Più che fratricida, direi vulvacida… Se solo avessero lasciato fare a me, avrei trovato un’ottima occupazione per entrambi.

Tsunade: Per esempio?

Kaguya: La maggior parte di voi non lo ha visto, ma quando Sasuke è caduto nel deserto lì accanto c’era una splendida auto da lavare ed un secchio pieno d’acqua e sapone, oltre che un distributore della KaguCola lì vicino.

Tsunade: Forse è una fortuna che non lo abbiamo visto. Dei tuoi figli invece che cosa ci dici?

Kaguya: Quali figli?

Tsunade: Hagoromo e Hamura.

Kaguya: Ah loro! Ahahaha, sai con tutti i figli che ho generato nel MPI ormai ho perso un po’ il conto – Agoromo, Bagoromo, Cagoromo, Dagoromo, Egoromo, Fagoromo… Beh, dei bravi ragazzi.

Tsunade: Eppure avevi detto di odiarli.

Kaguya: Era tanto per dire. In quel momento era una cosa molto scenografica. Come ti ho già detto la forma è tutto.

Tsunade: Incontestabile, non c’è che dire. E tu sai già come finirà questa storia?

Kaguya: Ma certo che no! Per carità! Se usassi i miei poteri per sapere già tutto, morirei istantaneamente di noia. Ecco questo potrebbe essere l’unico modo per uccidermi. Sai, io sono immortale.

Tsunade: Anche di questo ci era giunta voce. Per questo non avevi idea di come svolgere lo scontro con Naruto e Sasuke?

Kaguya: Ovviamente. Se avessi voluto avrei potuto scoprirlo, ma poi avrei saputo anche tutto il resto. L’ignoranza è spesso un bene. Mi ha divertita molto cerca un modo per uscire di scena facendo sì che a loro sembrasse di aver fatto una gran cosa. Sai, tipo acchiappino: toccami e sono fuori dal gioco!

Tsunade: Infine ti chiedo una valutazione, da donna a donna, sulle nostre protagoniste.

Kaguya: Non mi piace dare questo genere di giudizi, specialmente su persone ancora viventi, ma vediamo cosa posso fare.

Tsunade: Cominciamo dalla mia discepola, Sakura. Come la trovi?

Kaguya: Povera Sakura, con quei capelli color frappè di fragole e quel seno piatto come una tavola. Ho voluto darle la possibilità di toccarmi nel colpo finale, giusto perché anche lei possa sentirsi una donna utile una volta ogni tanto!

Tsunade: Invece Ten-Ten come la trovi?

Kaguya: Fossi in lei cambierei nome, sembra il suono di un pene che viene sgrondato maldestramente.

Tsunade: Ino?

Kaguya: Non dovrebbe correre appresso agli uomini, sono gli uomini che corrono appresso a noi donne!

Tsunade: Shizune?

Kaguya: Tiene quel porcellino perché teme tu possa morire di fame prima che lei arrivi a fare la spesa?

Tsunade: Potrebbe darsi, mi hai dato un’idea. Kushina, la madre di Naruto, invece?

Kaguya: Una donna non dovrebbe mai perdere le staffe, come un ometto in preda ad un esaurimento di nervi.

Tsunade: Vedo che nei hai per tutte. Di Temari che ne pensi?

Kaguya: Chi è Temari?

Tsunade: Non importa. Hinata piuttosto come la trovi, ha il byakugan come te.

Kaguya: No cara, lei ha gli occhi coperti di polvere, come la polvere che cade dalla sua arida anima sulla sua insipida esistenza. E se mai più oserai confrontarmi anche solo lontanamente, filosoficamente, metaforicamente, minuziosamente o vagamente a quella inetta forma di carbonio aggregato, ti assicuro non troverai modo nemmeno di riflettere sul grave errore che hai commesso.

Tsunade: Grazie di essere stata con noi! E adesso quali sorprese ci attendono dallo scontro finale? Naruto e Sasuke si capiranno di nuovo con i loro pugni? Sakura si sposerà con Kakashi? Riusciremo a togliere tutte queste radici da Konoha? Hinata sarà la prima persona a svegliarsi da un sogno in un incubo? Gli alieni hanno costruito i monili di Sasuke? Temari ritroverà se stessa prima o poi? Shikamaru reputerà ancora Naruto un grande uomo? Chi ha costruito Konoha? Forse sono stati i templari? Un progetto su scala globale è finito? Queste ed altre raccapriccianti rivelazioni ci attendono nel prossimo capitolo. Restate sintonizzati e non perdetevi una sola quisquilia.

Shizune: Scherzava quando ha parlato di Tonton, vero?

Tsunade: No. E’ per questo che l’ho comprato.

Annunci

Genitore 2014, Minato padre più sexy dell’anno

In attesa del capitolo 692 di Naruto, ecco le ultime sensazionali notizie dalla Gazzetta di Konoha.

minato-copertina


Bozzetti abbozzati

In attesa del capitolo 691 di Naruto, che dovrebbe uscire tra qualche giorno (battaglie anti-pirateria permettendo), deliziamoci con alcuni bozzetti dei personaggi del prossimo film di Naruto, che uscirà nelle sale del Sol Levante il 6 dicembre 2014, in concomitanza con il quindicesimo anniversario dalla prima uscita del 1999 — da allora la serie ha venduto 130 milioni di volumi.

Cominciamo con il nostro beneamato Narutello invecchiato.

naruto02 naruto01

Seguono Sakura, Ten-Ten e Temari.

sakura01 sakura02 tenten01 tenten02 temari

 

E poi per i maschietti Sai, Shikamaru, Choji, Gaara e Rock Lee.

sai shikamaru choji gara lee

 

Ancora nessun disegno sul vecchietto Sasuke, il preferito dal nostro caro destino-Kishimoto, che ci si starà impegnando con tutte le sue forze per renderlo il più bello e attraente tra tutti!


Naruto in pillole – Capitolo 678

678-sasuke-naruto-sakura

Matrix è avviato. Ci sono finiti dentro tutti, in tutto il mondo, chiusi dentro ai bozzoli dell’albero-casa-Juubi a produrre bio-elettricità per le industrie di Kaguya.

Sì avete capito bene: Kaguya. Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, sguattera tra le sguattere, infatti si era illuso di essere meglio di Dio-Obito e di aver creato un mondo nuovo.

Ma procediamo con ordine: anzitutto il destino-Kishimoto si toglie qualche sassolino dalla scarpa e ne ha per tutti i gusti. Per iniziare parte umiliando all’ennesima potenza la fragola-rosa che non ha di meglio da fare che chiedere al suo Sasuke-kun, impotente ed umile, che cosa stia succedendo, dandogli così l’occasione di zittirla ribadendo quanto sia inutile ed incapace, qualora non ci fosse del tutto chiaro. Kakashi si mette di mezzo e dice che anche lui e Naruto vorrebbero saperne di più, mentre Sasuke ribatte che quello che ha detto alla fragola-rosa vale anche per lui (ma notiamo non per Naruto!). Infatti non appena il biondino si ribella di fronte a tanta spocchia, il caro Uchiha abbassa subito la cresta e spiega a tutti che cosa stia succedendo (cosicché, qualora a qualcuno non fosse ancora chiaro, adesso è lapalissiano che lui è qui solo per Naruto, e nessun altri).

Poi partono una serie di sogni dei nostri eroi: quella polverosa di Hinata non ha di meglio da sognare che una relazione platonico-amorosa con Naruto-kun ♥♥♥, mentre tutti quanti li invidiano in un acerbo silenzio! Ino s’immagina in mezzo ad una contesa-erotica tra Sasuke e Sai, passando così per la donna-più-sfigata-del-pianeta, dal momento che i suoi appetiti sessuali sembrano convergere solo verso palesi omosessuali. Mei si vede sposata ad un belloccio di turno, Tsunade-sama a passeggio con il suo amato, Ten-Ten, la sporcacciona, sogna uno yaoi tra Rock Lee e Gai.

Mentre i sogni delle donne sono tutti mossi dalla vagina, i maschietti non se la passano tanto meglio: Gaara regredisce ad uno stadio quasi pre-natale, dove vive assieme ai suoi genitori e gioca col suo migliore amico Naruto; Kiba diventa il primo hokage-bambino ed emana leggi a favore dell’abbandono dei cani (o forse contro l’abbandono dei cani…); Shino trova delle nuove specie di insetti; Choji si abbuffa come non mai, avvicinato da una pulzella che ama il suo mangiare (che lui ama più di lei!); Shikamaru continua a non volersi sposare, mentre lì accanto c’è una sconosciuta-dai-capelli-irsuti che ci prova come una disperata.

Insomma in sintesi: gli uomini hanno sogni variegati e diversi, le donne pensano solo al sesso (e non a caso le donne servono solo per riprodursi!).

Dopo questo scherzone il destino-Kishimoto ci riporta tra i nostri amici: la luce eterna della luna, che è passata attraverso tutto e tutti (ma anche i ciechi la vedevano? e quelli senza occhi?), si sta spegnendo e finalmente ci si può togliere gli occhiali da sole, che sarebbe anche mezzanotte! Zetsu-nero è lì che si aggira nelle loro vicinanze come uno zombie di Resident Evil, quando Madara piomba nel bel mezzo dell’allegra combriccola dicendo: “E’ finita, sono io il salvatore, l’inferno non esiste più, ora sono tutti in paradiso! Capito Naruto?!”

Neanche il tempo di finire che Kaguya-Zetsu-nero lo trafigge come l’agente Smith fa con Neo, e in maniera paritetica comincia ad assorbirlo.

“Povero illuso…” comincia Kaguya “Io ti ho controllato fin dal principio, sono io il vero arcinemico di questo mondo! In realtà sono stufa di vedere tutte queste donne arrapate come delle scrofe e le mie nuove industrie, alimentate dalla bio-elettricità prodotta dai viventi intrappolati, produrranno centinaia di milioni di googol-miliardi di vibratori, così tutte le donne placheranno i loro appetiti e finalmente potranno diventare utili e potenti quanto me!”

Povero Madara, ci dispiace quasi, si vede che in fin dei conti non eri così Uber.

Fonte: Naruto 678


Naruto in pillole – Capitolo 677

677-sasuke-naruto

Uber-MadaraDio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, architetto degli architetti, attiva il progetto-Matrix assieme all’oracolo-Kaguya, che poi selezionerà sei uomini e sei donne per ricostruire il nuovo mondo.

Process loading… 98%

Perfino i gatti vengono addormentati da una luce che trapassa tutto, TUTTO, ma proprio TUTTO. E’ una luce fatta di neutrini ed attraversa il pianeta da parte a parte, altrimenti l’effetto cesserebbe al tramonto della luna. E’ così pervasiva che presto tutta la galassia sarà sotto il suo controllo, e poi l’universo intero, e poi il multiverso, e poi il nulla, e poi TUTTO. Ma proprio tutto.

Nel coricarsi generale anche quella polverosa di Hinata chiude gli occhi, salutandoci per sempre (ci piacerebbe) con un: Naruto-kun ♥. Mentre l’inutile Ten-Ten ha una tardiva rivelazione: forse avrei potuto usare queste carabattole per fermare Uber-Madara! Ma no, che vai a pensare, servivano per preparare il tè!

Gli unici rimasti ancora svegli, dopo il coprifuoco stabilito da mamma-Kaguya, sono: Sasuke (chi l’avrebbe sospettato), Naruto, Sakura e Kakashi (raggiunti tutti dal nostro caro Uchiha che li avvolge nel suo susanoo), Tobirama (che certo non si farà mettere sotto da quel frocio-uchiha di Madara), Yamato (che sorpresa delle sorprese balza fuori dalla torta-nuziale-Zetsu) e Obito-Zetsu-nero.

E ora: Matrix.

100% loaded

Fonte: Naruto 677


Aspettando il capitolo 675 – Mors tua vita mea

Tra qualche giorno dovrebbe uscire il capitolo 675 di Naruto, di regola dovremmo poterlo leggere già questo mercoledì, nel frattempo però vediamo che cosa potrebbe succedere e tutto quello che è rimasto ancora in sospeso.

L’altro giorno, nella mia solita mania-ossessivo-compulsiva-sasunarutista, mi è capitata tra le mani la copertina del capitolo 4, quella con il Team 7 dove ciascuno di loro poggiava su un animale: Sasuke-serpente, Naruto-rospo, Sakura-lumaca. E’ stato bello, perché era uno di quei momenti in cui ci si rendeva conto che Kishimoto le cose le stava pensando per tempo; il gruppo non era stato ancora introdotto e già c’era il riferimento al trio leggendario di cui saremmo venuti a conoscenza appena molti capitoli dopo. Mi piacerebbe credere che Kishimoto stia continuando su questa strada, anche se francamente non ci credo più.

4-naruto-sasuke-sakura

Tolta questa premessa, che cosa manca ancora prima della fine?

1. Le carabattole di Rinculo-Senin

Nel capitolo 664 vediamo Uber-Madara volare epicamente da una parte all’altra, mentre sputa fuori un po’ di aggeggi che l’Uber-Dio-Hagoromo teneva nel petto. Tolto il fatto di quanto possa essere ridicolo questo teletrasporto di oggetti (o forse si tratta di un’inedita moltiplicazione divina), questa roba che fine ha fatto? Erano cascati in testa a Rock Lee, Ten-Ten e Gai, ma poi non se ne è saputo più nulla. A che cosa potrebbero servire? Forse a sigillare per sempre Uber-Madara o, ancora meglio, la Madre-coniglio? Dal momento che ho il sospetto che il destino-Kishimoto abbia una qualche perversa inclinazione verso la nostra pop-star, non vorrei che si scoprisse che in realtà egli era manovrato da Kaguya (ma ve lo ricordate Kimimaro Kaguya e le sue ossa?), che si scoprirà essere il boss-finale. Staremo a vedere…

664-gai-tenten-rock-lee

2. Il potere che Hashirama passa a Sasuke

Poco prima di farsi infilzare come un gonzo, Sasuke aveva ricevuto da Hashirama parte del suo chakra (o meglio quello che gli era rimasto), rendendolo a tutti gli effetti, nell’economia della serie, simile a Madara, visto che ora nel suo corpo sono dunque uniti sia lo spirito di Indra che quello di Ashura. E’ grazie a questo che adesso ha risvegliato anche egli una specie di rinnegan? Oppure tutto ciò non ha alcuna rilevanza particolare, come nemmeno l’ultimo attacco di Tobirama, che pareva lì lì per fare qualcosa di epico, e invece non sembra abbia prodotto nulla di nuovo.

3. La pergamena di Orochimaru

La pergamena che mille-mila capitoli fa recuperano Sasuke e compagni dal covo di Orochimaru, avrà ancora qualche utilità? Tolto il fatto che non ci sono più edo-nemici in circolazione, a che cosa sarebbe mai potuta servire? Forse anche essa parteciperà ad un uber-sigillo-definitivo?

574-suigetsu

4. Che fine hanno fatto…

Yamato, ma lui ormai che cosa conterà mai; Killer-Bee, che fino a poco fa stava combattendo a tutto spiano e ora è sparito; Sarutobi, che dopo il suo lancio di shurinken probabilmente ha deciso di ritirarsi su una poltrona accanto ad un caminetto; Sai, che faceva tanto il protagonista e ora è meno di Hinata…. Vabbe’, per essere sinceri manco ci tengo molto a rivedere qualcuno di tutti loro, trovo semplicemente divertente che fino all’ultimo erano personaggi importantissimi e adesso sono spariti nel nulla, come del resto la maggior parte dell’Alleanza Ninja ottenebrata da Osiride-Naruto e Iside-Sasuke.

5. Che piano aveva il padre di Shikamaru?

Lì per lì, poco prima di morire in un’esplosione nucleare, il padre di Shikamaru aveva rivelato al figlio un piano geniale, così importante da dover essere detto in punto di morte prima di ogni altra cosa, e che avrebbe permesso all’alleanza di fermare Juubi e compagnia bella. Quel piano servirà ancora a qualcosa? Se ripercorriamo gli ultimi capitoli direi di no, anche perché ormai lo scontro è tra i nostri protagonisti e Uber-Madara.

6. Sakura potrebbe morire?

In alcuni finti-spoiler del prossimo capitolo è ventilata l’ipotesi che la fragola-rosa possa abbandonare questo mondo, per mano di Uber-Madara. Tolto tutto non sarebbe nemmeno una pessima idea; d’altronde che faccia fuori o meno il rinnegano in possesso di Obito, Madara dovrebbe avere il buon senso di farla fuori: o per vendicarsi dell’occhio distrutto, o perché così smetterà di curare Dio-Obito, che nel frattempo sta cedendo di fronte a Zetsu. La sua ora è quindi suonata? Chi può dirlo, soprattutto se consideriamo che la Morte è un evento di poco conto in Naruto.

Detto tutto questo non ci rimane che aspettare, la mistica uscita del capitolo 675.


Naruto in pillole – Capitolo 671

671-sasunaru

Continua il soliloquio dell’Uber-Dio-Hagoromo: “Io sono e non sono, fratello Sole, sorella Luna, tu capisci e non capisci… Ma insomma ormai intuisci cosa vo per dirti!”

Naruto è un po’ perplesso: intuisce o non intuisce? Beh su una cosa è certo, se c’è qualcuno con cui deve fare coppia in questa condivisione-spirituale quello è Sasuke! E’ Sasuke?!

“Sì” conferma Uber-Dio-Hagoromo: “Sasuke è l’incarnazione dello spirito di Indra!”

“Io lo sentivo…” Fa Naruto. “Sì va bene, ma qui parlo io!” Lo interrompe Uber-Dio-Hagoromo, poi continua la sua spiegazione: “Voi siete e non siete veramente parenti, perché anche se non è il sangue a legarvi, vi lega e non lega l’unione spirituale dei miei figli e non figli, come fu anche per Hashirama e Madara! All’alba dei tempi mia madre governava il mondo con il potere delle illusioni e non illusioni, poi il potere le dette e non dette alla testa e lei divenne un dio e demone allo stesso tempo; la gente la temeva e non temeva allo stesso tempo; indi per cui io decisi di dividere il di lei potere nei miei discendenti; su una tavoletta di pietra incisi in cuneiforme antico la più sacrosanta delle verità: i poteri riuniti avrebbero potuto portare pace e distruzione! Purtroppo nessuno pare l’abbia letta e non letta, nonostante il cuneiforme fosse molto famoso al tempo dei Sumeri! Madara ha ottenuto e non ottenuto il rinnegan proprio perché ha mischiato nel suo corpo il chakra di entrambi i miei figli…”

Naruto è lì che ascolta con un senso di vertigini: “Naruto!” urla Uber-Dio-Hagoromo: “Tu e Sasuke dovete unirvi!”

Come-cosa?! Naruto non crede alle sue orecchie, gli vengono in mente subito tutti i suoi amici, in una rappresentazione allegorica tipica dell’antico Egitto.

671-sasunaru-hinata-sakura

Al centro di tutto c’è Sasuke, leggermente più grande rispetto a chi lo attornia, per non rischiare di lasciare dubbio alcuno. Subito accanto Jiraiya e Iruka, quelli che si sono avvicinati di più ad un ruolo di genitori per il nostro Naruto, poi a riempire lo spazio ci sono gli amici, con Sakura e Hinata, per buona pace degli appassionata, al confine esterno (almeno la fragola-rosa non è stata disegnata evidentemente più piccola, come invece è successo a quella polverosa di Hinata ♠), assieme alle altre donne, che il nostro protagonista in generale non capisce (eccetto Ten-Ten di cui invidia l’acconciatura, per questo è così vicina!).

“Ma le sorprese non sono finite!” prosegue Uber-Dio-Hagoromo: “Quel tale Obito ha avuto il tempo di inserire in te un pezzetto di ciascun bijuu, per cui adesso sono tutti dalla tua parte! Fai l’appello per controllare se ne manca qualcuno!”

671-appello

“Bene!” si compiace Uber-Dio-Hagoromo: “Prima di partire ricordati il tuo Pokédex! E adesso un’ultima sorpresa!”

“Quale?” Naruto è già abbastanza su di giri.

“Mentre tu fai e non fai domande utili e non utili che potresti comprendere e non comprendere, io mi trovo e non trovo sia dentro di te che dentro il tuo amico Sasuke per celebrare la vostra unione. Afferra il mio bastone giovane Naruto, vuoi tu prendere…” Naruto ormai ha la vista annebbiata, non ci capisce più nulla. “La tua risposta è sì?” lo interroga il Saggio delle 6 Vie “Sì, sì, sì!”

Certo che la risposta è sì. Ed ecco di nuovo i nostri eroi uniti (da una mazza), pronti a chiamarsi a vicenda shekh ma shieraki anni e jalan atthirar anni, e a quanto pare a fare la Luna tocca a Sas-uke

Fonte: Capitolo 671