Archivi tag: uber-madara

Naruto Shippuden Ninja Storm 4

Pronti per un po’ di pubblicità per il destino-Kishimoto ed i suoi compagni famelici di denaro? Come probabilmente saprete da qualche giorno è uscito il quarto episodio (spinoff a parte) della serie di videogiochi Ninja Storm, picchiaduro sviluppato da Bandai Namco sui nostri beneamati (e odiati) personaggi. Che si tratti di uno stupro commerciale si capisce fin dalla prima schermata che tentate di catturare, quando vengono aggiunte delle detestabili note di copyright, qualora qualcuno potesse pubblicare quelle immagini e spacciarle per proprie!

Comunque sia il richiamo per veder concludere la storia una seconda volta è irresistibile, ma ancora più irresistibile è l’idea di poter manovrare un SasuNaru-zord e far combattere uno affianco all’altro Naruto e Sasuke… Per l’eternità…

vlcsnap-2016-02-16-17h52m27s233

Lo so, fa molto Madeline e Helen, ma di tutta la miriade di personaggi loro due sono probabilmente tra i più interessanti, questa volta riproposti anche in versione The Last (già…) oltre che nelle modalità finali della Guerra Ninja.

La parte più intrigante è anche il fatto di poter godere dello scontro finale (nonostante opportune modifiche videoludiche) in versione animata, ancora non disponibile nella serie televisiva e poter così rivedere la lacrimuccia che scorre sul volto di Sasuke al sentirsi chiamare per la centomillesima volta “amico” da Naruto, visto che sembrava duro di comprendonio a capire che cosa volesse dire (sic!)

sasunaru-finale

Il gioco presenta difatti una modalità Storia nella quale si potranno rievocare le ultime fasi della battaglia, con tanto di piccole aggiunte a posteriori per giustificare il NaruHina, allungando il brodo di Hinata-chan che dà la mano a Naruto ♥, aggiungendola quando si sveglia alla presenza dell’Uber-Dio-Hogoromo e mettendo alcuni altri suoi spezzoni nello scontro finale. Tutte cose che nel manga non c’erano e che adesso hanno solo il sapore posticcio della compensazione di qualcosa che manca (e che non c’è mai stato) ♠.

A parte questo la modalità di per se è interessante, anche se ha degli alti e dei bassi. Per esempio, a me che fottesega di Obito, le parti dedicate al suo buco e ai rimpianti per Rin lasciavano nella più totale indifferenza, quando non nel fastidio di doverle completare per forza. Altre invece erano interessanti, anche se talvolta eccessivamente semplicistiche, come quando si deve premere un dato pulsante in un dato istante per far proseguire il video. Un’idea carina, ma niente di eccezionale.

Anche lo scontro coi “boss” è spesso un po’ troppo lungo e noioso. Quello ad esempio di Gai contro Uber-Madara dopo un po’ diviene ripetitivo, specialmente se si considera che Gai non ha questa gran varietà di mosse. Ma vabbe’… Poi arriva Kaguya e tutto cambia!

vlcsnap-2016-02-17-00h49m19s233

Kaguya è così turbo-figa che probabilmente per vendere il gioco basterebbe lei, oltre che la possibilità di accomunarla con alleati fantascientifici tipo Naruto e Sasuke. Oltre a poteri esagerati le è stata anche fornita la possibilità di trascinare gli avversari in diverse zone durante lo stesso scontro, passando dalla sabbia del deserto…

vlcsnap-2016-02-17-00h50m37s236

… al ghiaccio polare…

vlcsnap-2016-02-17-01h46m10s45

… fino alla lava dell’inferno.

vlcsnap-2016-02-17-01h47m39s160

Se vi sembra che io mi stia accanendo contro la povera e sfortunata Hinata-chan è soltanto una vostra impressione. Il cambio di livello non è solo una formalità, ma ristruttura radicalmente anche il gruppo di mosse a disposizione della turbo-dea, permettendole attacchi da lontano, a media distanza e da vicino.

Per il resto il sistema di combattimento è rimasto pressoché invariato, tanto che alcuni personaggi vi sembreranno vere e proprie fotocopie delle precedenti versioni, a maggior ragione se avete giocato all’appena passato Ultimate Ninja Storm Revolution.

Le novità principali, da questo punto di vista, consistono nella possibilità di scambiare i personaggi in campo, un po’ sul modello di Tekken Tag 2, facendoli intervenire nel bel mezzo delle combo e ottenendo così combinazioni decisamente più lunghe e devastanti, oltre che richiamandoli come elementi di supporto stile UNSR. Inoltre sono state fuse le “super tecniche” e i “risvegli”, oltre ad aver dato la possibilità di scegliere le tecniche speciali per personaggio e non per costume. Altra modifica interessante è la “tecnica suprema di alleati” che questa volta si può eseguire solo quando una specifica barra raggiunge il massimo livello. Queste piccole modifiche danno molto più spessore alle dinamiche dello scontro, allontanandole dal semplice premere ripetitivamente un solo pulsante, anche se nel complesso sa più di patch che di gioco nuovo vero e proprio.

Per chi non avesse mai giocato ad un Ninja Storm queste informazioni saranno un po’ superflue, ma sappiate semplicemente che se avete voglia di rivivere qualche avventura coi vostri beniamini, questa è un’occasione imperdibile.

Inoltre ci sono chicche per tutti gli appassionati. Naruto e Sasuke hanno inevitabilmente tra gli attacchi più devastanti e fighi di tutto il gioco, che diventano superlativi quando sono in coppia.

vlcsnap-2016-02-16-17h52m19s151

Ma lo stesso vale anche per Pain e Konan, Madara e Hashirama, Naruto e Hinata (che replicano un attacco analogo a quello in The Last, quando giocati con i corrispettivi costumi). Per misteriosi motivi questo non è vero per Sasuke e Sakura, visto che messi insieme ciascuno fa la sua tecnica. Mi immagino Sasuke, da marito affettuoso qual’è, che al momento topico dell’attacco fa a Sakura (se tocca a lui) “Spostati, faccio meglio da solo” oppure (se tocca a lei) “Puoi cavartela benissimo da sola!”.

Come ogni gioco nuovo che si rispetti non mancano ovviamente i bachi, o miracoli se vogliamo immaginare Naruto una specie di cristone nipponico. Minato infatti lo attacca…

vlcsnap-2016-02-17-00h32m48s31

… Sembra sul punto di finirlo…

vlcsnap-2016-02-17-00h33m32s247

… Però Naruto è immortale…

vlcsnap-2016-02-17-00h33m39s63

… e dopo altri 90 colpi siamo ancora lì…

vlcsnap-2016-02-17-00h34m09s110

A quel punto chiediamo all’Uber-Dio-Hogoromo di riavviare l’Universo.

Infine non può mancare una caterva di modalità, ormai entrate quasi nel classico per la serie: Avventura, Online, Torneo, Sopravvivenza, Versus, ecc. L’Avventura in particolare, che nel momento in cui scrivo non ho avuto modo di approfondire, parte con Naruto, Sakura e Hinata e temo vorrà ripercorrere quel drammatico filone che porta a The Last.

D’altro canto il finale del gioco è stato tagliato a poco dopo che Naruto e Sasuke passano la notte insieme, quando Kakashi e Sakura arrivano da loro, senza alcuna patetica aggiunta. Probabilmente il modo aperto ed ideale in cui avrebbe dovuto concludersi tutta la serie al capitolo 698. Dopo i titoli di coda arriva una piccola e pidocchiosa parte del 699 e poi basta, giusto per farci assaporare quell’improvvido “ora dovresti giacere in prigione” di Kakashi (ma lo sai a chi stai parlando?!) e la definitiva infantilizzazione di Sakura con il suo “non posso proprio venire con te? sniff, sob, uffa!”

Quello che manca (almeno finora mi risulta così) è l’eventuale possibilità di tessere trame alternative, come fu per alcuni giochi di Dragon Ball (prodotti dalla medesima casa), e vedere “che cosa sarebbe successo se” avesse vinto qualcun altro, o poter seguire la storia non solo dal lato dei vincitori, ma anche degli sconfitti (vincitori in universi alternativi). Peccato.

In sintesi: graficamente il gioco è spettacolare e se amate l’esagerazione questo titolo fa per voi. E’ un picchiaduro semplice per farsi quattro risate con gli amici (ciò non toglie che online ci sia qualche pazzo coreano in grado di disintegrarvi in 3,2 secondi utilizzando Hinata-chan zoppa ♠) e la sua principale pretesa è lo sfruttamento della nostalgia per la serie che tutti abbiamo amato nei passati 15 anni. Non aggiunge grandi novità rispetto agli episodi precedenti, eccetto personaggi nuovi e alcune meccaniche di combattimento migliorate, ma nonostante ciò non dispiace in quanto “ventata fresca per rispolverare qualcosa di passato”. Infine se siete appassionati di Kaguya, come lo sono io, allora non potete perdervi quest’ultimo e conclusivo (si fa per dire) capitolo della serie.

E poi, che ci piaccia o meno, penso che tutti si commuoveranno un po’ nel vedere Naruto farsi avanti per l’ennesima avventura.

vlcsnap-2016-02-17-00h52m31s103

PS: Caro Kishimoto, stacchi anche a me un assegno per questo grottesco e lunghissimo incensaggio che ti ho fatto, quando avrei potuto dire che il gioco è una merda totale perché non emula alla perfezione la capacità di Hinata-chan di inciampare su qualsivoglia cosa?!

Annunci

Naruto in pillole – Capitolo 678

678-sasuke-naruto-sakura

Matrix è avviato. Ci sono finiti dentro tutti, in tutto il mondo, chiusi dentro ai bozzoli dell’albero-casa-Juubi a produrre bio-elettricità per le industrie di Kaguya.

Sì avete capito bene: Kaguya. Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, sguattera tra le sguattere, infatti si era illuso di essere meglio di Dio-Obito e di aver creato un mondo nuovo.

Ma procediamo con ordine: anzitutto il destino-Kishimoto si toglie qualche sassolino dalla scarpa e ne ha per tutti i gusti. Per iniziare parte umiliando all’ennesima potenza la fragola-rosa che non ha di meglio da fare che chiedere al suo Sasuke-kun, impotente ed umile, che cosa stia succedendo, dandogli così l’occasione di zittirla ribadendo quanto sia inutile ed incapace, qualora non ci fosse del tutto chiaro. Kakashi si mette di mezzo e dice che anche lui e Naruto vorrebbero saperne di più, mentre Sasuke ribatte che quello che ha detto alla fragola-rosa vale anche per lui (ma notiamo non per Naruto!). Infatti non appena il biondino si ribella di fronte a tanta spocchia, il caro Uchiha abbassa subito la cresta e spiega a tutti che cosa stia succedendo (cosicché, qualora a qualcuno non fosse ancora chiaro, adesso è lapalissiano che lui è qui solo per Naruto, e nessun altri).

Poi partono una serie di sogni dei nostri eroi: quella polverosa di Hinata non ha di meglio da sognare che una relazione platonico-amorosa con Naruto-kun ♥♥♥, mentre tutti quanti li invidiano in un acerbo silenzio! Ino s’immagina in mezzo ad una contesa-erotica tra Sasuke e Sai, passando così per la donna-più-sfigata-del-pianeta, dal momento che i suoi appetiti sessuali sembrano convergere solo verso palesi omosessuali. Mei si vede sposata ad un belloccio di turno, Tsunade-sama a passeggio con il suo amato, Ten-Ten, la sporcacciona, sogna uno yaoi tra Rock Lee e Gai.

Mentre i sogni delle donne sono tutti mossi dalla vagina, i maschietti non se la passano tanto meglio: Gaara regredisce ad uno stadio quasi pre-natale, dove vive assieme ai suoi genitori e gioca col suo migliore amico Naruto; Kiba diventa il primo hokage-bambino ed emana leggi a favore dell’abbandono dei cani (o forse contro l’abbandono dei cani…); Shino trova delle nuove specie di insetti; Choji si abbuffa come non mai, avvicinato da una pulzella che ama il suo mangiare (che lui ama più di lei!); Shikamaru continua a non volersi sposare, mentre lì accanto c’è una sconosciuta-dai-capelli-irsuti che ci prova come una disperata.

Insomma in sintesi: gli uomini hanno sogni variegati e diversi, le donne pensano solo al sesso (e non a caso le donne servono solo per riprodursi!).

Dopo questo scherzone il destino-Kishimoto ci riporta tra i nostri amici: la luce eterna della luna, che è passata attraverso tutto e tutti (ma anche i ciechi la vedevano? e quelli senza occhi?), si sta spegnendo e finalmente ci si può togliere gli occhiali da sole, che sarebbe anche mezzanotte! Zetsu-nero è lì che si aggira nelle loro vicinanze come uno zombie di Resident Evil, quando Madara piomba nel bel mezzo dell’allegra combriccola dicendo: “E’ finita, sono io il salvatore, l’inferno non esiste più, ora sono tutti in paradiso! Capito Naruto?!”

Neanche il tempo di finire che Kaguya-Zetsu-nero lo trafigge come l’agente Smith fa con Neo, e in maniera paritetica comincia ad assorbirlo.

“Povero illuso…” comincia Kaguya “Io ti ho controllato fin dal principio, sono io il vero arcinemico di questo mondo! In realtà sono stufa di vedere tutte queste donne arrapate come delle scrofe e le mie nuove industrie, alimentate dalla bio-elettricità prodotta dai viventi intrappolati, produrranno centinaia di milioni di googol-miliardi di vibratori, così tutte le donne placheranno i loro appetiti e finalmente potranno diventare utili e potenti quanto me!”

Povero Madara, ci dispiace quasi, si vede che in fin dei conti non eri così Uber.

Fonte: Naruto 678


Naruto in pillole – Capitolo 677

677-sasuke-naruto

Uber-MadaraDio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, architetto degli architetti, attiva il progetto-Matrix assieme all’oracolo-Kaguya, che poi selezionerà sei uomini e sei donne per ricostruire il nuovo mondo.

Process loading… 98%

Perfino i gatti vengono addormentati da una luce che trapassa tutto, TUTTO, ma proprio TUTTO. E’ una luce fatta di neutrini ed attraversa il pianeta da parte a parte, altrimenti l’effetto cesserebbe al tramonto della luna. E’ così pervasiva che presto tutta la galassia sarà sotto il suo controllo, e poi l’universo intero, e poi il multiverso, e poi il nulla, e poi TUTTO. Ma proprio tutto.

Nel coricarsi generale anche quella polverosa di Hinata chiude gli occhi, salutandoci per sempre (ci piacerebbe) con un: Naruto-kun ♥. Mentre l’inutile Ten-Ten ha una tardiva rivelazione: forse avrei potuto usare queste carabattole per fermare Uber-Madara! Ma no, che vai a pensare, servivano per preparare il tè!

Gli unici rimasti ancora svegli, dopo il coprifuoco stabilito da mamma-Kaguya, sono: Sasuke (chi l’avrebbe sospettato), Naruto, Sakura e Kakashi (raggiunti tutti dal nostro caro Uchiha che li avvolge nel suo susanoo), Tobirama (che certo non si farà mettere sotto da quel frocio-uchiha di Madara), Yamato (che sorpresa delle sorprese balza fuori dalla torta-nuziale-Zetsu) e Obito-Zetsu-nero.

E ora: Matrix.

100% loaded

Fonte: Naruto 677


Naruto in pillole – Capitolo 676

676-naruto-sasuke-sakura

Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, Perpetua tra le Perpetue, si palesa di fronte ai nostri protagonisti in un canto di cori angelici. Oltre ad avere finalmente anche l’altro rinnegan, tele-controlla l’ex-Dio-Obito, che ormai è convinto di chiamarsi Reek.

A dispetto dell’invito di Kakashi a lavorare come una squadra, Sakura, sempre afflitta dalla sua dietraggine rispetto a Naruto e Sasuke, decide di lanciarsi in un volo pindarico-suicida verso Uber-Madara, che difatti la infilza come uno spiedino. Sasuke e Naruto intervengono a salvarla, o per meglio dire: Naruto interviene per salvare la fragola-rosa, mentre Sasuke interviene per dare supporto a Naruto.

Tornata a terra e sentendosi tanto Hinata-chan, Sakura, anziché star lì a dare supporto a Kakashi, guarda Sasuke, notando che non gliene importa nulla di lei e anzi, il destino-Kishimoto decide di aggiungerci del pepe facendolo voltare in cerca del suo Naruto.

Parte una battaglia epica troppo grande per essere compresa e troppo bella per essere descritta.

Mentre nessuno, a parte Sasuke e Naruto, è impegnato a combattere, Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, Scienziata tra le Scienziate, vola in orbita a 383.428 km dalla superficie terrestre alla velocità di 0,02 UA/h, per poter assistere alla più bella visione che si sia mai avuta della Luna.

Peccato che sia giunto il momento di estrarre la Coppa Lunare ed avviare il progetto-Matrix.

Fonte: Naruto 676


Naruto in pillole – Capitolo 675

675-naruto-sasuke-sakura

Mentre Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, velina tra le veline entra nella dimensione-a-cubi-bianchi, Dio-Obito ne teletrasporta fuori Sakura, giusto in tempo per evitarle il palo-nero di Uber-Madara che stava per infilzarla come in un porno-australiano. Mentre la fragola-rosa precipita nel bel mezzo dell’allegra comitiva del Team 7, Uber-Madara ha tempo di spiegare ad Obito che in realtà fa tutto parte di un suo geniale e macchinosissimo piano, che comprendeva la morte di Rin… E poi la sua caduta nella grotta… E poi che desse un occhio a Kakashi… E che fosse un po’ storpio… E che Kakashi uccidesse Rin di fronte ai suoi occhi… E poi le patate fritte quella sera a cena. Insomma, Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, bagascia tra le bagasce, aveva già pensato a tutto e tutto quanto sta andando esattamente secondo il suo piano! Tutto quanto!!! Ma proprio tutto!!! Ehi, avevo già detto TUTTO?! Lo ripeto qualora non fosse chiaro: TUTTO! Madara aveva pensato a TUTTO! Ma TUTTO!!! TUTTISSIMO! Proprio TUTTO! Lo scriviamo anche in grassetto qualora a qualcuno potesse non essere chiaro: TUTTO!

Uber-Madara si fa aggiustare il fard e poi sotto un’occhio di bue ride in posa teatrale.

Nel frattempo Sakura è lì che cerca di stimare il gravissimo danno oculare accaduto a Kakashi, che non manca di dire che è successo tutto in un istante, prima ci vedeva e poi non ci vedeva più! Insomma, proprio una frazione di secondo. Sakura purtroppo è impotente di fronte ad una simile mutilazione, solo Gesù Cristo o Ceiphied potrebbero fare un miracolo, oppure a Naruto basterebbe imporre una mano per far ricomparire un occhio nuovo di zecca con dieci decimi di diottria.

Ehi, ma come, cosa, ehm… Ma allora… Aspetta…

Povera fragola-rosa, hai perso l’unica occasione che avevi per fare qualcosa di utile, e il destino-Kishimoto se la sta ridendo a crepapelle per questo. Iside-Sasuke invita Osiride-Naruto a sbrigarsi e non perdere tempo con quei mortali, che ora devono finire il combattimento in fretta, per poter presenziare quella sera come giudici d’onore nel tribunale dei Quarantadue Dei.

A Kakashi parte un film-riempitivo di ricordi: Naruto voleva diventare hokage, ma ora che è dio che gliene potrà importare mai? Sakura amava Sasuke, ma ormai potrà sperare che il suo amore-umano possa competere con quello divino del protagonista? Sasuke voleva vendicarsi di Itachi e lo ha fatto, ora vorrebbe diventare hokage, ma nessuno ci crede… Quale sarà il suo vero proposito? Non vorrà mica….

Tadadadan!

Si apre una voragine nel continuum-spazio-tempo, escono degli angeli, poi degli arcangeli, seguono dei carri d’oro infuocati su cui ballano le muse ignude, un canto di divinità preannuncia l’arrivo di Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, cassiera tra le cassiere.

Fonte: Naruto 675


Naruto in pillole – Capitolo 674

674-naruto-sasuke-madara

Palpatine-Madara lancia dei fulmini al grido di illimitato-potere, che Naruto para con un bastone-nero-spada-laser. Sasuke intanto risveglia un’inedita versione del rinnegan, che fa tanta gola al vecchio-Uchiha, il cui occhio è ancora in possesso di Zetsu-Nero-Obito. Seguono botte a tutto spiano, mentre nella dimensione a cubi-bianchi l’ex-Dio-Obito invita Sakura a strappargli via l’occhio, prima che Madaruccio venga ad impossessarsene: Sakura è lì che tentenna, trattenuta dal destino-Kishimoto che non ha certo intenzione di concederle un solo momento di utilità.

Glielo strappo o non glielo strappo?! Glielo strappo o non glielo strappo?! Ma sì, vai! Glielo cavo via con un movimento lentissimo di questo kunai, che adesso estrarrò con eleganza dalla sua fodera e poi sposterò con un moto parabolico a velocità costante pari a Zichichi.

Nel frattempo Madara vola in modo epico verso Kakashi e con un colpo di chirurgia-istantanea gli strappa via lo sharingan impiantandolo a se stesso: 2,36 femtosecondi netti, alla faccia delle operazioni-laser!

Essendo egli Uber-Madara, Dio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, Showgirl tra le Showgirl, ha l’immediata capacità di usare tutti i poteri del nuovo occhi e teletrasportarsi nella dimensione a cubi-bianchi, dove Sakura sta ancora calcolando l’inclinazione e l’attrito del piano inclinato su cui far scorrere il kunai verso l’occhio dell’ex-Dio-Obito.

Infine una perla sulla coppia preferita dal destino-Kishimoto: Naruto si volta verso Sasuke “Tsk! Un po’ mi disturba prendere ordini da te, come non fossimo per nulla cambiati”,neanche a dire che è quello in cui spera.

Fonte: Naruto 674


Aspettando il capitolo 674 – La retta via

Niente bile questa volta, un miracolo quasi pari a quello del habemus-film-Marvel-piaciutum-Ortolanii. Con questo non dico che stia amando gli ultimi capitoli, ma semplicemente Kishimoto si era impantanato da solo in una trama-fanghiglia da cui non sembravano esserci molte vie d’uscita e quello che è seguito a modo suo era inevitabile, se volevamo assistere ad una qualche conclusione del manga.

Accidenti! Dovevo essere già uscito da questa trama!

Accidenti! Dovevo essere già uscito da questa trama!

Cos’era successo? I kage si erano dimostrati del tutto impotenti, l’edo-Madara era imbattibile, la borsetta-Juubi era tornata in vita, Dio-Obito stava facendo il culo a tutti, gli zombi-kage erano utili quanto Hinata che inciampa su una carota, l’Alleanza Ninja era come se non esistesse… C’è da ammettere che in questo contesto né NarutoSasuke avrebbero avuto granché da aggiungere, a meno di non postulare l’esistenza di una Coppa Lunare da far stringere ad entrambi e liberarci di Madara-Faraone-90.

Ve li immaginate due adolescenti che così, senza motivo apparente riescono a surclassare quelli che nemmeno combattenti leggendari come Minato o Hashirama, erano riusciti a scalfire? Ci voleva un bel riavvio di sistema, come quando Windows-Trama fallisce con una schermata-blu-della-morte, per ripartire d’accapo-o-quasi.

E così ha fatto il destino-Kishimoto, come la Grande Volontà del Grande Universo, anzitutto ha fatto arrivare a un punto di morte i nostri protagonisti e poi ha riconvertito tutta la trama, con tanto di gatto-déjà-vu.

A guardarla bene adesso sembra una storia a se: c’era questo super nemico, Uber-Madara, che stava per distruggere il mondo, dopo che nessuno era riuscito a sconfiggerlo, fintanto che due ragazzi, in punto di morte, entrano in contatto con lo spirito di un guerriero leggendario, l’Uber-Dio-Hagoromo, che dona loro il potere necessario a battere colui che del potere stava abusando. Fine della storia.

Una cosa che mi rattrista (ma come ho detto questa era una delle strade inevitabili) è che sostanzialmente tutto quanto quello che c’era stato prima non conta più nulla: Naruto si era allenato per anni? Sasuke era fuggito? Sakura era un’esperta ninja-medico? Niente… Anche senza tutta questa storia passata sarebbe stato lo stesso, perché gli spiriti di un certo Asura e di un tale Indra, sono ora incarnati nei nostri protagonisti ed è per questo che loro vinceranno.

Anche il sacrificio di Gai è stato sostanzialmente inutile (ma mai come quello di Neji), anzitutto perché di sacrificio non si parla, e per secondo: adesso Madara è tornato in forma uguale a prima, per cui le botte ricevute praticamente non hanno cambiato nulla. Che Gai fosse morto o meno, ai fini della trama, non avrebbe alterato l’esito, anche perché la nostra Super Star non si stava accanendo contro i protagonisti semi-morti, per cui manco si può dire che avesse fatto guadagnare tempo a qualcuno.

Ecco, questo mi dispiace, ma come ho detto, a modo proprio era anche inevitabile, per cui meglio così.

Kishimoto se la cava molto meglio negli scontri uno contro uno, dove al più c’è qualcuno di supporto, e in più adesso vivremo la più classica delle battaglie tra arci-buoni e arci-cattivi, con il lord-tiranno-di-turno che annuncia anzitutto la sua presunta immortalità.

Si poteva fare altrimenti? Sì che si poteva, bastava non rendere così grottescamente-invincibile Madara-Obito-Juubi, e parlare di altro, perché in fin dei conti le storie di apocalisse non emozionano poi così tanto. E’ come quando si vede un film sugli zombi: se i morti viventi hanno già pervaso tutta la Terra e il protagonista è solo, non c’è alcun gusto, per il semplice motivo che palesemente non c’è via di fuga, ma soprattutto non c’è più alcun barlume di speranza. In questo caso è la medesima cosa: senza la speranza tutta la tensione cessa e subentra il rifiuto. Hagoromo, nella sua Uber-Divinità, ha riportato quel barlume di speranza che mancava, e per questo ora la storia va bene.

Mi dispiace per la trama, ma vedere combattere Gai con tutte e otto le porte, provando che le abilità-babbane possono tener testa agli incantesimi-dei-maghi, mi ha emozionato e mi emoziona veder finalmente Naruto-Sole e Sasuke-Luna affrontare insieme un nemico comune, come sarebbe dovuto essere da quattrocento capitoli a questa parte, per quanto la loro associazione-celeste sprizzi dramma e gaiezza da tutti i pori.

drogo-daenerys-sole-luna