Archivi tag: yamato

[SPECIALE] Naruto Kindergarten – parte VII

Capitolo 7: La famiglia? Cos’è la famiglia?! Eh? Hm?

naruto-gaiden-7-suigetsu-sarada

Al covo dei Cipollotti, Sakura apprende che sono tutti cloni, fratelli del Cipollotto Supremo, che li utilizza come ricambi-auto. Poi comincia una lunga discussione sul senso della famiglia e tutto il resto.

Nel frattempo Yamato, strafatto di crack e a mala pena simile ad un essere umano, rivela all’allegro gruppetto che forse colui che sa tutto è Orochimaru e abbisogna andare a trovarlo! Detto fatto si trovano nel suo covo, dove Orosaiwa li accoglie in vestaglia e ciabatte, più giovane e fresco che mai.

Comincia un dialogo che all’incirca si svolge così.

Orochimaru: “Oh porco me! Non avrei mai detto che mi avresti fatto di nuovo vista di tua sponte… Sasuke-kun!”

Appena ode nominare il suo falco Naruto si sente chiamato in causa: “Orochimaru! Come hai fatto a diventare così giovane?!” (Non sia mai che a Sasuke piacciano quelli più giovani!)

Orochimaru: “Perché io sono io!” e qui la scena diventa ad un tratto bianco e nera e si sente un flauto cinese: “Comunque non attanagliare la tua testolina con questa inezie, piuttosto di chi mai saranno queste bambine?!”

In effetti ce lo domandiamo anche noi! Chocho nel frattempo, col suo nome da fiocchi d’avena, si chiede se magari Orosaiwa potrebbe essere un suo genitore, madre o padre che dir si voglia.

Sasuke: “I tuoi sottoposti hanno tentato di uccidere mia…. figlia….. e mia…. moglie….”

Suigetsu, che finora è stato zitto, vorrebbe chiedere a questo punto come abbiano fatto lui e Naruto ad avere una figlia, ma Orosaiwa decide di condurli in un altra stanza: la stanza della “clonazione”. Nel frattempo Sarada chiede a Suigetsu delucidazioni su Karin: chi è questa donna? Potrebbe essere mia madre? Suigetsu è confuso: non era Naruto tua madre?! No, forse no, effettivamente sarebbe strano. Ma ancora più strano che Sasuke abbia una figlia, forse è opera di quella diabolica Karin! Ma senti te che storia! Suigetsu corre allora alla “macchina della prova di paternità” e inserisce dentro dei peli neri ben conservati nella scrivania di Karin (saranno i suoi, di quando era piccola, oppure quelli del gatto di Sasuke) e un tampone dalla bocca di Sarada.

La macchina stantuffa e sbriluccica, mentre il pubblico acclama “gira la ruota – ye – ye”. Chissà quale sarà il risultato!

Ma ovviamente “il prezzo è giusto” fa la Zanicchi “suo padre è Karin! Prego scelga tra questo set di madri, oppure una pelliccia in puro fratello!”

Sarada è sconvolta, non sa cosa sia meglio scegliere. Esce fuori e scoppia in lacrime. Il pubblico applaude.

Intanto Orochimaru conduce il gruppetto alla stanza dei “monitor”.

 

CONTINUA…

Annunci

Perché non mi hai ucciso allora?!

306-sasunaru

Capitolo 306. Sono passati 73 capitoli dal loro ultimo scontro e due anni e mezzo nella storia ufficiale, quando Naruto e Sasuke si incontrano nuovamente. Ci troviamo al covo di Orochimaru, assieme a Naruto c’è tutto il Team Kakashi (conosciuto anche come il Team 7) che però per curiosi motivi non ha né Kakashi, né Sasuke al cui posto c’è Sai. Sasuke osserva immediatamente due cose molto interessanti:

  1. si mostra sorpreso del fatto che sia arrivato anche Naruto
  2. nota che hanno messo come suo “misero” rimpiazzo Sai, il tipo che blaterava qualcosa sul suo legame con l’ex-compagno

Ma su questo torneremo, per ora andiamo avanti. Intanto Sai spiega di intuire il motivo per cui Naruto e Sakura ci tengano così tanto a lui, perché anche lui una volta provava qualcosa di simile (per il fratello-amico) e aggiunge che anche Sasuke dovrebbe capire molto bene che cosa lui stia intendendo. Sasuke fa la faccia di quello che per un attimo ci pensa, ma poi torna subito all’attacco riprendendo il suo solito soliloquio sul rompere i legami che rendono deboli e allontanano dai veri scopi.

Naruto non ne può più di queste chiacchiere futili e sbotta d’un tratto: “Se è questo che chiami spezzare i legami, allora perché non mi hai ucciso allora?!”

E già qui…

Sasuke replica: “Semplicemente non volevo dargli [a Itachi] questa soddisfazione, vedermi ottenere il potere sottostando ai suoi piani”

Naruto: “Che cosa vorresti dire?”

Sasuke: “Non devo spiegarlo a te! Tuttora l’unica cosa che posso dirti è ciò che ti dissi allora: ho deciso di risparmiarti solo per un mio capriccio (questo è decisamente opportuno, Sasuke!)”

307-sasunaru

L’Uchiha fa un balzo e i due si trovano uno affianco all’altro, in una delle più celebri tavole del manga, mentre Sasuke comincia a parlare all’orecchio dell’amico: “… pensaci bene, diventare hokage non era il tuo sogno…? Se hai tempo da perdere in giro a cercarmi, avresti fatto meglio ad allenarti… Non credi… Naruto?”

Piccola pausa d’effetto, per concedere anche a Sakura di commentare con un “Sasuke-kun” e poi riprende: “Ed è per questo, che stavolta… Finirai per perdere la vita… Sempre per un mio capriccio…”

A questo punto Sasuke estrae la katana con la massima lentezza possibile, per la serie: qualcuno mi fermerà prima che io debba infilzarlo come uno spiedino. La lentezza è tale che Naruto ha tutto il tempo di commentare: “Come se qualcuno che non riesce nemmeno a salvare un amico, potrebbe mai diventare hokage! Non lo credi anche tu… Sasuke?”

Sasuke, anziché infilzare Naruto, ha tutto il tempo per sbuffare, sempre per la serie: PRESTO PRESTO, FERMATEMI!

Kishimoto chiude il capitolo osservando: salvare e togliere la vita per un capriccio. Ciò non lascia dubbi, il tempo ha trasformato il cuore dell’amico in ghiaccio.

Capitolo 308. Sasuke muove in posa plastica la katana, dando il tempo all’impotente Sakura di gridare: “Sasuke-kun!!!”

Qualcuno lo fermi su! C’è stato così tanto tempo per farlo! Detto fatto Sai blocca il braccio di Sasuke, mentre stava per infilzare da dietro (sic!) Naruto, tenendolo ancora abbracciato.

Sasuke commenta con ironia: “La tua scelta difensiva è piuttosto corretta!” dando così spazio a Naruto per cercare di liberarsi e allontanando infine il “problema” con un bel chidori. A questo punto sembra uno di quei cattivi che anziché uccidere finché può, tira un pugno abbastanza forte da allontanare l’eroe e permettergli di salvarsi. Sakura attacca, e Sasuke fa per ucciderla mentre in mezzo si mette Yamato che ne busca di santa ragione.

Naruto intanto è a terra, mentre si fa vivo Kurama; “kuku, vuoi che ti aiuto a farlo fuori?”

Segue il Non uccidere Naruto… Finiresti col pentirtene… di cui abbiamo già parlato, e tornati alla normalità ricomincia lo scontro, con Yamato che mette in difficoltà Sasukkia.

Naruto torna a rivolgersi all’ex-amico: “Perché non ci arrivi?! Il tuo corpo sta per essere rubato da Orochimaru da un momento all’altro!!!”

“Se succede, che succeda…” ribatte pacato Sasuke. “Sei ancora il solito bambino, Naruto. Per me la vendetta è tutto, e non mi importa di nient’altro pur di poterla raggiungere. Che sia chiaro: né io né Orochimaru potremmo battere Itachi in questo momento, ma se offrire il mio corpo a Orochimaru servirà a raggiungere il mio scopo, allora può averlo. Può avere la mia vita e anche la mia morte, per questo!”

Poi fa per attaccarli con qualche potente tecnica (probabilmente stava per evocare il serpentello-supremo) quando Orochimaru lo ferma e dice che è l’ora di andarsene. Il gruppetto se ne va via felicemente, lasciando ancora una volta nella più totale e inconsolabile disdetta Naruto, che ha fallito ancora una volta.

309-naruto

 

Per molti questo è il capitolo che sancisce la definitiva separazione tra Naruto e Sasuke, con l’inconfutabile prova che il secondo voglia uccidere deliberatamente il primo. Ovviamente sono di parere contrario. Anzitutto, per riprendere la mia ormai ben nota tesi, è curioso come Sasuke sembri stupirsi del fatto che ci sia anche Naruto, che lo stia ancora pensando e cercando, a riprova del fatto che lui aveva completamente frainteso (o semplicemente non inteso affatto) i sentimento del compagno. Poi pare immediatamente avere il bisogno di mettersi in bella mostra, evidenziando che lo avessero rimpiazzato con quel patetico Sai: per la serie, ero meglio io, no? Non che Naruto fosse di parere contrario, anzi, ma l’Uchiha sembra volerlo ribadire anche con il suo successivo attacco, dando prova di tutta la sua forza, probabilmente solo al compagno, del quale si era sentito tutto ad un tratto inferiore (la storia dello scontro in ospedale, per intendersi).

L’attacco stesso che sferra contro Naruto è così ridicolmente lento e studiato (tra l’altro notiamo che combatte con la destra, mentre lui è mancino), che avrebbe fatto ridere se fosse potuto mai andare a segno. Di solito se vuoi uccidere qualcuno a tale distanza, lo infilzi davanti, non muovi certo lentamente e pomposamente la katana alle sue spalle come in un porno.

kick-ass-first-attempt

In secondo luogo Sasuke balza accanto a Naruto e pare quasi volerlo stuzzicare col suo discorsetto “in privato” sul diventare hokage, come se gli stesse dicendo: “perché sei venuto a cercarmi, c’è qualcosa che forse vorresti dirmi?” E non parliamo nemmeno delle sue frasi da BDSM, dove Naruto “vivrà o morrà per un suo capriccio”, manco fosse una sua proprietà (ti piacerebbe, eh Sasukkia?!).

Naruto, dal canto suo, purtroppo non ha niente di meglio da rispondergli se non che preferisce morire che vivere senza di lui… Perché in sostanza è questo che afferma, benché la forma sia un po’ diversa.

Serve aggiungere altro?

disney-princess_144739_9


Aspettando il capitolo 693 – Tutto perfetto ma…

Questa volta voglio cominciare commentando i commenti. Il capitolo 692 è piaciuto a molti e non di meno si possono leggere cose che variano dal “Naruto svergina quella checca” al “Sasuke uccidili tutti”. E’ piaciuto anche a me, ma perché? Certo non per coerenza e linearità con la storia (su questo torneremo tra poco), ma perché le vicende riguardano finalmente i nostri protagonisti. Chiunque prendiate, potete intuire che cosa stia provando, che cosa pensa. Insomma, sappiamo dove sta il dramma: perché la situazione è (finalmente) drammatica! Quando Kakashi sgrana gli occhi e poi guarda minaccioso Sasuke, sembra quasi di poter cogliere tutti i loro trascorsi, la delusione del maestro, la preoccupazione per i suoi timori che si stanno avverando, la paura per gli altri suoi discepoli. Sembra quasi di poter toccare lo sconcerto di Sakura che vede destinati al conflitto il suo migliore amico e l’uomo che ama, che sente la stessa impotenza che sentì quella volta sul tetto dell’ospedale di Konoha.

Finalmente sembra di poter vedere di nuovo il Naruto di millemila capitoli fa, che però non è più il ragazzino di quel medesimo tetto d’ospedale, ma un giovane uomo che coglie tutta la gravità della vicenda e in modo maturo e consapevole afferma, con una punta di disillusione, che né lui è Ashura né tanto meno Sasuke è Indra. E’ una frase che vale molto perché spezza quella patetica simbologia fraterna che si era venuta a creare per riportarci alla concretezza dei penultimi capitoli di Naruto, quando Sasuke era un fuggitivo e nemico di Konoha.

Tutto bello ma… come siamo arrivati qui? Ancora una volta, questa è probabilmente l’unica cosa dell’epilogo alla quale Kishimoto aveva pensato, per questo ora gli sta venendo fuori bene, mentre tutto il resto era una pantagruelica cagata fuori dal cesso. Se nel capitolo 631 Sasuke fosse apparso tra noi e avesse dichiarato le medesime intenzioni sarebbe stato lo stesso, anzi poteva andare perfino meglio.

631-692-alternativo-naruto-sasuke

Sasuke sarebbe potuto rientrare in scena, fregando le bestie codate a Madara e Obito, semi-fottendo il loro piano, e mentre Orochimaru e gli altri si sarebbero più o meno potuti coalizzare contro i due super-nemici, lui si sarebbe potuto scontrare con Naruto. In questo modo si sarebbe potuto dare un ruolo a tutti quanti, perché la battaglia sarebbe stata un pizzico più movimentata.

Finora invece è stata una noia totale, con un susseguirsi lineare di scontri uno peggiore dell’altro. Al più si combatteva su due fronti, ma mai per troppo tempo. Prima si combatte contro Obito e Madara sta a guardare, poi si combatte contro Madara mentre Obito si deforma, poi Madara gli passa la palla e si combatte di nuovo contro Obito, finché Madara non riprende in mano la situazione, ed infine si combatte contro Kaguya.

La conclusione della battaglia è raffazzonata nel peggior modo possibile: tutto ad un tratto Kaguya viene sigillata nello stesso identico modo di mille anni prima.

Lei che era la fonte di tutto il chakra; Zetsu-nero non le poteva dare qualche suggerimento? Trasmetterle qualche conoscenza extra? Insegnarle una delle millemila tecniche che gli altri usavano e che forse lei non conosceva? Sasuke e Naruto hanno imparato a padroneggiare all’istante tutti i nuovi poteri sopraggiunti alla fine (compresa la miracolazione istantanea), come anche Obito quando assorbe Juubi, mentre Kaguya, la madre di tutto il chakra dei viventi e dei non viventi, non può fare lo stesso?!

Kishimoto mi spieghi sta merda? Naruto è in grado di ricreare dal nulla un’occhio a Kakashi e Kaguya non conosce alcun altro potere all’infuori del teletrasporto e di inutili forze della Natura che non spaventavano manco gli australopitechi?! Ma Kishimoto voleva concludere in qualche modo, che però non fosse, per misteriosi motivi, l’uccisione per sconfitta di Madara.

Peccato che sconfiggendo Kaguya, che aveva ucciso Madara, i nostri eroi per transitività sconfiggono anche Madara stesso. (o il difetto di sigillabilità rendeva Kaguya effettivamente più debole di Madara?!)

Comunque sia torniamo a Sasuke, il vero protagonista delle ultime battute. Anzitutto vi ricordate del modo assolutamente ridicolo ed idiota in cui lui si era riconvertito? Era capitato tutto per caso, perché mentre correva nella foresta ha incontrato Itachi, che andava da Kabuto ed ha deciso di seguirlo, per poi trovare Orochimaru che ha recuperato a sua volta gli zombi-kage….

Avanguardia pura...

Avanguardia pura…

Tempismo perfetto, non c’è che dire. Come anche quello di Hagoromo, che guarda un po’ deve proprio andarsene via perché il suo tempo sarebbe finito. Ma senti… E se la battaglia con Kaguya fosse durata un po’ di più? Oppure se fosse durata un po’ meno, ti saresti occupato tu di Sasukkia? Questo è decisamente opportuno, ai fini della trama, benché non se ne capisca proprio il motivo.

Di solito quando per “qualcuno” il tempo “è finito” c’è una connessione logica ai fatti del momento che costringono a questa separazione improrogabile: per esempio si è modificato il corso degli eventi e si sta per sparire…

1perfec

… Oppure l’avventura è conclusa per davvero…

vlcsnap-2014-09-11-17h57m26s22

… O si è arrivati troppo tardi…

yoda-dies

 

O si è giunti al limite invalicabile oltre il quale non si potrà più essere seguiti.

vlcsnap-2014-09-11-18h02m35s112

Insomma, ci sono innumerevoli modi per motivare qualcosa di simile, ma l’unica cosa decente che Hagoromo ha per giustificarsi è che “sta esaurendo le sue energie e perché prematuri deve andarsene come antani, e mi consenta se è poco”. Ma sì, vattene e portati via ‘sta merda di capitoli che sono appena passati.

Adesso speriamo di assistere al tanto agognato scontro tra Naruto e Sasuke, senza interferenza di sorta. E credo che Kishimoto ci farà contenti (fa che ti si possa perdonare, ti prego!) visto che ha tolto di mezzo praticamente tutti e gli unici due spettatori sono senza alcun potere (se escludiamo Yamato o le bambole Zetsu-bianco). Naruto ha ancora dentro di se la volpe del padre, Sasuke ha in più il rinnegan. I loro poteri praticamente si equivalgono: Naruto è maturo, pronto ad uno scontro che non vuole; Sasuke è il solito ragazzino di una volta, un vigliacco che ucciderebbe i kage nel sonno piuttosto che affrontarli a viso aperto.

Che accadrà? Potrebbe essere una bella storia.

 


Genitore 2014, Minato padre più sexy dell’anno

In attesa del capitolo 692 di Naruto, ecco le ultime sensazionali notizie dalla Gazzetta di Konoha.

minato-copertina


Naruto in pillole – Capitolo 677

677-sasuke-naruto

Uber-MadaraDio degli Dei, Re dei Re, Signore dei Signori, architetto degli architetti, attiva il progetto-Matrix assieme all’oracolo-Kaguya, che poi selezionerà sei uomini e sei donne per ricostruire il nuovo mondo.

Process loading… 98%

Perfino i gatti vengono addormentati da una luce che trapassa tutto, TUTTO, ma proprio TUTTO. E’ una luce fatta di neutrini ed attraversa il pianeta da parte a parte, altrimenti l’effetto cesserebbe al tramonto della luna. E’ così pervasiva che presto tutta la galassia sarà sotto il suo controllo, e poi l’universo intero, e poi il multiverso, e poi il nulla, e poi TUTTO. Ma proprio tutto.

Nel coricarsi generale anche quella polverosa di Hinata chiude gli occhi, salutandoci per sempre (ci piacerebbe) con un: Naruto-kun ♥. Mentre l’inutile Ten-Ten ha una tardiva rivelazione: forse avrei potuto usare queste carabattole per fermare Uber-Madara! Ma no, che vai a pensare, servivano per preparare il tè!

Gli unici rimasti ancora svegli, dopo il coprifuoco stabilito da mamma-Kaguya, sono: Sasuke (chi l’avrebbe sospettato), Naruto, Sakura e Kakashi (raggiunti tutti dal nostro caro Uchiha che li avvolge nel suo susanoo), Tobirama (che certo non si farà mettere sotto da quel frocio-uchiha di Madara), Yamato (che sorpresa delle sorprese balza fuori dalla torta-nuziale-Zetsu) e Obito-Zetsu-nero.

E ora: Matrix.

100% loaded

Fonte: Naruto 677


Aspettando il capitolo 675 – Mors tua vita mea

Tra qualche giorno dovrebbe uscire il capitolo 675 di Naruto, di regola dovremmo poterlo leggere già questo mercoledì, nel frattempo però vediamo che cosa potrebbe succedere e tutto quello che è rimasto ancora in sospeso.

L’altro giorno, nella mia solita mania-ossessivo-compulsiva-sasunarutista, mi è capitata tra le mani la copertina del capitolo 4, quella con il Team 7 dove ciascuno di loro poggiava su un animale: Sasuke-serpente, Naruto-rospo, Sakura-lumaca. E’ stato bello, perché era uno di quei momenti in cui ci si rendeva conto che Kishimoto le cose le stava pensando per tempo; il gruppo non era stato ancora introdotto e già c’era il riferimento al trio leggendario di cui saremmo venuti a conoscenza appena molti capitoli dopo. Mi piacerebbe credere che Kishimoto stia continuando su questa strada, anche se francamente non ci credo più.

4-naruto-sasuke-sakura

Tolta questa premessa, che cosa manca ancora prima della fine?

1. Le carabattole di Rinculo-Senin

Nel capitolo 664 vediamo Uber-Madara volare epicamente da una parte all’altra, mentre sputa fuori un po’ di aggeggi che l’Uber-Dio-Hagoromo teneva nel petto. Tolto il fatto di quanto possa essere ridicolo questo teletrasporto di oggetti (o forse si tratta di un’inedita moltiplicazione divina), questa roba che fine ha fatto? Erano cascati in testa a Rock Lee, Ten-Ten e Gai, ma poi non se ne è saputo più nulla. A che cosa potrebbero servire? Forse a sigillare per sempre Uber-Madara o, ancora meglio, la Madre-coniglio? Dal momento che ho il sospetto che il destino-Kishimoto abbia una qualche perversa inclinazione verso la nostra pop-star, non vorrei che si scoprisse che in realtà egli era manovrato da Kaguya (ma ve lo ricordate Kimimaro Kaguya e le sue ossa?), che si scoprirà essere il boss-finale. Staremo a vedere…

664-gai-tenten-rock-lee

2. Il potere che Hashirama passa a Sasuke

Poco prima di farsi infilzare come un gonzo, Sasuke aveva ricevuto da Hashirama parte del suo chakra (o meglio quello che gli era rimasto), rendendolo a tutti gli effetti, nell’economia della serie, simile a Madara, visto che ora nel suo corpo sono dunque uniti sia lo spirito di Indra che quello di Ashura. E’ grazie a questo che adesso ha risvegliato anche egli una specie di rinnegan? Oppure tutto ciò non ha alcuna rilevanza particolare, come nemmeno l’ultimo attacco di Tobirama, che pareva lì lì per fare qualcosa di epico, e invece non sembra abbia prodotto nulla di nuovo.

3. La pergamena di Orochimaru

La pergamena che mille-mila capitoli fa recuperano Sasuke e compagni dal covo di Orochimaru, avrà ancora qualche utilità? Tolto il fatto che non ci sono più edo-nemici in circolazione, a che cosa sarebbe mai potuta servire? Forse anche essa parteciperà ad un uber-sigillo-definitivo?

574-suigetsu

4. Che fine hanno fatto…

Yamato, ma lui ormai che cosa conterà mai; Killer-Bee, che fino a poco fa stava combattendo a tutto spiano e ora è sparito; Sarutobi, che dopo il suo lancio di shurinken probabilmente ha deciso di ritirarsi su una poltrona accanto ad un caminetto; Sai, che faceva tanto il protagonista e ora è meno di Hinata…. Vabbe’, per essere sinceri manco ci tengo molto a rivedere qualcuno di tutti loro, trovo semplicemente divertente che fino all’ultimo erano personaggi importantissimi e adesso sono spariti nel nulla, come del resto la maggior parte dell’Alleanza Ninja ottenebrata da Osiride-Naruto e Iside-Sasuke.

5. Che piano aveva il padre di Shikamaru?

Lì per lì, poco prima di morire in un’esplosione nucleare, il padre di Shikamaru aveva rivelato al figlio un piano geniale, così importante da dover essere detto in punto di morte prima di ogni altra cosa, e che avrebbe permesso all’alleanza di fermare Juubi e compagnia bella. Quel piano servirà ancora a qualcosa? Se ripercorriamo gli ultimi capitoli direi di no, anche perché ormai lo scontro è tra i nostri protagonisti e Uber-Madara.

6. Sakura potrebbe morire?

In alcuni finti-spoiler del prossimo capitolo è ventilata l’ipotesi che la fragola-rosa possa abbandonare questo mondo, per mano di Uber-Madara. Tolto tutto non sarebbe nemmeno una pessima idea; d’altronde che faccia fuori o meno il rinnegano in possesso di Obito, Madara dovrebbe avere il buon senso di farla fuori: o per vendicarsi dell’occhio distrutto, o perché così smetterà di curare Dio-Obito, che nel frattempo sta cedendo di fronte a Zetsu. La sua ora è quindi suonata? Chi può dirlo, soprattutto se consideriamo che la Morte è un evento di poco conto in Naruto.

Detto tutto questo non ci rimane che aspettare, la mistica uscita del capitolo 675.


Io lo convincerò a perdonare Sasuke

455-sasuke-naruto

Capitolo 455. Naruto, dopo essere stato riempito di botte da Karui, che con la sua squadra cercava informazioni su Sasuke ed erano convinti che il nostro protagonista ne nascondesse, giace nella sua tenda in attesa di Kakashi e Yamato. Poco prima, infatti, diceva a Sai: “Non importa… Voglio comunque parlare al Raikage…” e ora vuole incontrare i due, perché gli permettano di farlo.

I due entrano mentre Sai è ancora lì a fasciargli un braccio: “Forse Sakura dovrebbe darti un’occhiata…”

“Non voglio doverle spiegare questo…” fa Naruto, abbozzando un sorriso “Inoltre io guarisco molto rapidamente, quindi è tutto a posto.”

Poi guarda meglio Sai ed aggiunge: “Mi dispiace… grazie…”

Sai ribatte che non c’è nessun problema. Subentra Kakashi: “Hanno fatto davvero un bel numero con te!”

Naruto se la ride sottecchi, mentre al maestro sovviene in mente la conversazione intrattenuta poco prima con Sai, che gli domandava come mai sia Sakura che Naruto ci tenessero così tanto a Sasuke e per quale motivo il loro legame fosse così forte. Kakashi replica semplicemente che Sai dovrebbe riuscire a capirlo.

455-kakashi-sai

Kakashi si rivolge a Naruto: “Penso che dovresti riposarti per un po’…”

“Devo incontrare il Raikage!” ribatte l’altro.

“E che cosa pensi di fare quando lo vedrai?”

Yamato aggiunge che a breve il Raikage si riunirà con gli altri kage, perciò sarà ancora maggiormente sorvegliato ed inoltre ci saranno anche restrizioni per chi vorrà abbandonare i rispettivi accampamenti o villaggi.

Naruto non si dà per vinto: “Devo convincerlo a perdonare Sasuke.”

Fermiamoci qui; in questo capitolo segue anche una interessante spiegazione sul perché Naruto abbia avuto modo di conversare con il padre, dal momento che quest’ultimo potrebbe aver lasciato parte del suo chakra, leggasi anima, dentro di lui, ma non è quello che ci interessa in questa sede.

Piuttosto ci sono tre spunti molto interessanti: anzitutto Naruto che vuole evitare ulteriori spiegazioni a Sakura (e ancora non siamo al capitolo 474, quando scoprirà che questa è disposta ad uccidere-tradire Sasuke), quasi che egli stesso si renda conto che le sue solite scuse apparirebbero oltremodo inadeguate, per l’essersi fatto pestare così; in secondo luogo vi è il parallelismo che fa Kakashi tra la relazione di Sai con il suo “fratello” (che sappiamo fratello non era) e il legame che unisce Naruto e Sasuke, oltre che Sakura e Sasuke, dovremmo aggiungere, e quest’ultimo sappiamo che tipo di legame dovrebbe essere (non certo amicizia); infine l’ostinazione di Naruto nei confronti di Sasuke, che culminerà venti capitoli dopo, quando scoprirà che l’amica ha deciso di unirsi a quelli che ne vogliono la morte.