Archivi tag: kushina

Al mio fianco

20esima sigla di chiusura di Naruto Shippuden. Naruto non riesce nemmeno a toccare la mano di Sasuke, che questi la respinge e si trovano ad un tratto lontani,Naruto è bloccato nella neve…

vlcsnap-2015-10-28-01h03m25s138

Sasuke sembra sparire nella tormenta.

vlcsnap-2015-10-28-01h03m29s183

“Anch’io continuerò a cercare una risposta/E’ tempo che io diventi un adulto” recita la canzone, mentre Naruto è seduto da solo, in una stanza vuota, illuminata da una sola luce, e sembra non sapere che cosa fare di se stesso.

vlcsnap-2015-10-28-01h03m40s43 vlcsnap-2015-10-28-01h03m43s74 vlcsnap-2015-10-28-01h03m47s111 vlcsnap-2015-10-28-01h03m51s159

Poi gli pare come di sentire qualcosa fuori dalla stanza.

vlcsnap-2015-10-28-01h04m06s48

“Al mio fianco… Al mio fianco…” ♫ ♪ ♬ chissà chi sarà fuori…

vlcsnap-2015-10-28-01h04m18s162

Ma ovviamente Sasuke! Chi sennò? In mezzo a schizzi di sangue nella neve, in pericolo! Naruto non ci vede più: deve uscire!

vlcsnap-2015-10-28-01h04m35s72

“per essere sicuro…che possiamo allontanarci dal mondo e anche dalle tue lacrime” ♫ ♪ ♬

Batte i pugni, impotente contro il muro che li separa.

vlcsnap-2015-10-28-01h04m37s102

Poi si dà anche al vandalismo domestico e distrugge l’unica luce che rischiarava la stanza.

vlcsnap-2015-10-28-01h04m52s244

Corre in un labirinto di oscurità, senza riuscire a trovare una porta per uscire fuori e raggiungere Sasuke, quando ad un tratto appare una figura spettrale, calda e luminosa: sua madre Kushina.

vlcsnap-2015-10-28-01h05m51s191

Lo abbraccia, lo rassicura, gli fa capire che non deve avere paura e Naruto riesce a squarciare le pareti che lo separano da Sasuke.

vlcsnap-2015-10-28-01h05m58s142

Eccolo: adesso lo vede, è lì nella tormenta, l’unica cosa che li separa.

vlcsnap-2015-10-28-01h06m03s198

“E anche allora non lascerei la tua mano” ♫ ♪ ♬

Naruto avanza incerto nella tormenta, quando appaiono di nuovo Kushina e Minato, che lo spingono verso Sasuke (sic!). Ma dico, siete i suoi genitori! Avete idea verso cosa lo state spingendo?!

vlcsnap-2015-10-28-01h06m08s232

Comunque sia Naruto entra nelle tenebre che avvolgono Sasuke, riesce a farsi strada…

vlcsnap-2015-10-28-01h06m24s150

E prende finalmente la sua mano.

“E’ per questo che proprio adesso/Ho bisogno di averti al mio fianco” ♫ ♪ ♬

vlcsnap-2015-10-28-01h06m29s202

Più di così…

Testo originale

答えなくてもいいさ 探し続けるんだよ
そう大人になる時間だね
今すぐつげたいけど 震えが止まらない
心は今更逃げてと叫ぶのさ

バイマイサイド バイマイサイド

例えばあなたの眼の奥に 求める景色があるのなら
それを掴んで確かめたいんだ
もし君の涙がこの世界を 君から遠ざけたとしても
僕はその手 離さないんだ

だから そう 今

I need you here right by my side

バイマイサイド

Traduzione

Anch’io continuerò a cercare una risposta
E’ tempo che io diventi un adulto
Ma non riesco a smettere di tremare
Le lacrime del tuo cuore vogliono fuggire adesso

Al mio fianco… Al mio fianco…

Se ci fosse modo per guardare dall’altra parte dei tuoi occhi
Vorrei restarci sopra per essere sicuro…
…che possiamo allontanarci dal mondo e anche dalle tue lacrime
E anche allora non lascerei la tua mano

E’ per questo che proprio adesso

Ho bisogno di averti al mio fianco

Al mio fianco…

Annunci

Tsunade Late Night Show – La Donna che si fece Dio

tsunade-piante

Signore e signori, con grande piacere è qui con noi, l’unica e pantagruelica, regina del gargantuesco: Tsunade-sama!

Tsunade: Buonasera a tutti, care amiche ed amici del tenebrore. Siete pronti allo scontro finale? Se non credete che Kishimoto sia giunto a questo punto in modo sensato e logico premete il tasto rosso del vostro telecomando. Altrimenti premetelo comunque.  Il servizio è offerto dalla Chiyo & Pain Telecomunicazioni Spa, nella quale ho investito tutti i miei proventi dalla partecipazione agli ultimi episodi di Naruto e quindi spero fruttino bene! Comunque sia bando alle ciance e colleghiamoci subito con i nostri eroi sul campo: Naruto, come ti senti prima di questo tragico scontro con Sasuke?

Naruto: Nonna Tsunade, io non vorrei combattere quella testa dura di Sas’ke, ma non voglio nemmeno che si macchi di un ignobile omicidio uccidendoti, dattebayo!

Tsunade: Grazie del pensiero Naruto. Ma sentiamo che cosa pensa di tutto questo l’altra parte: Sasuke, perché hai deciso di uccidere tutti i kage e affrontare Naruto?

Sasuke: Se i kage avessero ficcato dei mostri in tuo figlio e gli avessero fatto passare un’infanzia di miseria, sono sicuro che la penseresti come me. Ma d’altronde a cosa vuoi che possa pensare una ve…

Tsunade: Mi spiace, ma sembra che il collegamento sia caduto. E ora torniamo in studio con la nostra ospite di stasera, per la seconda volta viene a trovarci: Kaguya Ootsutsuki.

Kaguya: Vaticino una lieta serata a tutti gli astanti.

Tsunade: Sempre molto raffinata, è un piacere averti nuovamente con noi, ma come ben sai non c’è bisogno di essere così formali.

Kaguya: La forma è tutto! Non concordi? Formalmente io sono la creatura più potente che sia mai esistita, che esiste e che mai esiterà in tutto l’MPI.

Tsunade: MPI? Che cosa sarebbe?

Kaguya: Multiverso Pandimensionale Ipercosmico. Lo sai che ho tanti castelli quante le dimensioni del MPI?

Tsunade: Effettivamente ci era giunta voce, dev’essere molto costoso mantenerli tutti quanti.

Kaguya: Precisamente, è per questo che mi servivano dei nuovi servitori. L’Esercito del Piacere non avrebbe avuto solo l’onore di appagare i miei appetiti sessuali, ma si sarebbe dovuto occupare anche dei miei innumerevoli castelli: lo sai che cosa vuol dire tenere accesi millemila camini, sgombrare septilioni di camere, spendere triliardi di paperdollari in domestiche?

Tsunade: Per fortuna non ne ho un’esperienza diretta, ma sembra piuttosto impegnativo.

Kaguya: Eccome. Per questo ho dovuto farmi sconfiggere in fretta.

Tsunade: Ti sei fatta sconfiggere di proposito?

Kaguya: Ma certo! Sospettavi il contrario forse? Ahahahahaha.

Tsunade: Ahahahahaha. Sì.

Kaguya: Affatto! E’ come nel gioco del Monopoli, se non vuoi finire in bancarotta speri di andare in prigione e soprattutto che nessuno ti costringa ad uscirne. Se devo essere franca, non appena mi hanno risvegliata mi sono subito pentita del mio ritorno.

Tsunade: Come mai?

Kaguya: Anzitutto, come già ebbi modo di accennarti, non ci sono più gli uomini di una volta! Le donne sono anche peggio: anti-femministe, insicure, incolori, senza cespuglio. Che ci stavo a fare? Cinque minuti e Zetsu-nero mi aveva già provocato un irrevocabile mal di testa. Speravo solo che tutto finisse alla svelta.

Tsunade: Ma perché allora tergiversare? Perché non farti sconfiggere subito?

Kaguya: Beh, se devo essere sincera speravo di divertirmi un po’ di più con quel biondino e con i suoi cloni, ma non sembrava pensare ad altro che al suo amico.

Tsunade: Se li conoscessi, sapresti che purtroppo è da sempre così.

Kaguya: Concordi con me che non c’era molto altro da fare?

Tsunade: Mettendola su questo piano, non posso biasimarti. E adesso che cosa farai?

Kaguya: Ho intenzione di continuare la produzione di vibratori, in altri universi paralleli vanno alla grande.

Tsunade: Ma non ti avevano sigillata?

Kaguya: Solo nel loro universo. Questi sono i vantaggi dell’MPI.

Tsunade: E di questo scontro finale che cosa ne pensi?

Kaguya: Quale scontro?

Tsunade: Tra Naruto e Sasuke, stanno per scontrarsi in una battaglia fratricida.

Kaguya: Più che fratricida, direi vulvacida… Se solo avessero lasciato fare a me, avrei trovato un’ottima occupazione per entrambi.

Tsunade: Per esempio?

Kaguya: La maggior parte di voi non lo ha visto, ma quando Sasuke è caduto nel deserto lì accanto c’era una splendida auto da lavare ed un secchio pieno d’acqua e sapone, oltre che un distributore della KaguCola lì vicino.

Tsunade: Forse è una fortuna che non lo abbiamo visto. Dei tuoi figli invece che cosa ci dici?

Kaguya: Quali figli?

Tsunade: Hagoromo e Hamura.

Kaguya: Ah loro! Ahahaha, sai con tutti i figli che ho generato nel MPI ormai ho perso un po’ il conto – Agoromo, Bagoromo, Cagoromo, Dagoromo, Egoromo, Fagoromo… Beh, dei bravi ragazzi.

Tsunade: Eppure avevi detto di odiarli.

Kaguya: Era tanto per dire. In quel momento era una cosa molto scenografica. Come ti ho già detto la forma è tutto.

Tsunade: Incontestabile, non c’è che dire. E tu sai già come finirà questa storia?

Kaguya: Ma certo che no! Per carità! Se usassi i miei poteri per sapere già tutto, morirei istantaneamente di noia. Ecco questo potrebbe essere l’unico modo per uccidermi. Sai, io sono immortale.

Tsunade: Anche di questo ci era giunta voce. Per questo non avevi idea di come svolgere lo scontro con Naruto e Sasuke?

Kaguya: Ovviamente. Se avessi voluto avrei potuto scoprirlo, ma poi avrei saputo anche tutto il resto. L’ignoranza è spesso un bene. Mi ha divertita molto cerca un modo per uscire di scena facendo sì che a loro sembrasse di aver fatto una gran cosa. Sai, tipo acchiappino: toccami e sono fuori dal gioco!

Tsunade: Infine ti chiedo una valutazione, da donna a donna, sulle nostre protagoniste.

Kaguya: Non mi piace dare questo genere di giudizi, specialmente su persone ancora viventi, ma vediamo cosa posso fare.

Tsunade: Cominciamo dalla mia discepola, Sakura. Come la trovi?

Kaguya: Povera Sakura, con quei capelli color frappè di fragole e quel seno piatto come una tavola. Ho voluto darle la possibilità di toccarmi nel colpo finale, giusto perché anche lei possa sentirsi una donna utile una volta ogni tanto!

Tsunade: Invece Ten-Ten come la trovi?

Kaguya: Fossi in lei cambierei nome, sembra il suono di un pene che viene sgrondato maldestramente.

Tsunade: Ino?

Kaguya: Non dovrebbe correre appresso agli uomini, sono gli uomini che corrono appresso a noi donne!

Tsunade: Shizune?

Kaguya: Tiene quel porcellino perché teme tu possa morire di fame prima che lei arrivi a fare la spesa?

Tsunade: Potrebbe darsi, mi hai dato un’idea. Kushina, la madre di Naruto, invece?

Kaguya: Una donna non dovrebbe mai perdere le staffe, come un ometto in preda ad un esaurimento di nervi.

Tsunade: Vedo che nei hai per tutte. Di Temari che ne pensi?

Kaguya: Chi è Temari?

Tsunade: Non importa. Hinata piuttosto come la trovi, ha il byakugan come te.

Kaguya: No cara, lei ha gli occhi coperti di polvere, come la polvere che cade dalla sua arida anima sulla sua insipida esistenza. E se mai più oserai confrontarmi anche solo lontanamente, filosoficamente, metaforicamente, minuziosamente o vagamente a quella inetta forma di carbonio aggregato, ti assicuro non troverai modo nemmeno di riflettere sul grave errore che hai commesso.

Tsunade: Grazie di essere stata con noi! E adesso quali sorprese ci attendono dallo scontro finale? Naruto e Sasuke si capiranno di nuovo con i loro pugni? Sakura si sposerà con Kakashi? Riusciremo a togliere tutte queste radici da Konoha? Hinata sarà la prima persona a svegliarsi da un sogno in un incubo? Gli alieni hanno costruito i monili di Sasuke? Temari ritroverà se stessa prima o poi? Shikamaru reputerà ancora Naruto un grande uomo? Chi ha costruito Konoha? Forse sono stati i templari? Un progetto su scala globale è finito? Queste ed altre raccapriccianti rivelazioni ci attendono nel prossimo capitolo. Restate sintonizzati e non perdetevi una sola quisquilia.

Shizune: Scherzava quando ha parlato di Tonton, vero?

Tsunade: No. E’ per questo che l’ho comprato.


Tsunade Late Night Show – Amicici

tsunade-late-night-show

Signore e signori, con grande piacere è qui con noi, l’unica ed intoccabile, regina delle squinzie: Tsunade-sama!

Tsunade: Buonasera a tutti, care amiche ed amici della nottolata. Ahimè devo confessare di aver rinunciato alla Barbados per un po’, visto che a breve mi vedrete tornare in scena e visto che sono stanca di essere perseguitata dai laidi agenti della Gazzetta di Konoha (ma non temete, presto il mio sogno tornerà realtà!). D’accordo, confesso anche di aver dato fondo a tutti i loro risparmi, che avevo trafugato l’ultima volta, per cui siamo di nuovo tutti qui! Ma bando alle ciance e gettiamoci subito nell’ultimo, strazieggiante capitolo 639, collegandoci con i nostri amici sul campo. Allora Minato, come ti sembra se la stia cavando tuo figlio?

Minato: Oh Tsunade, devo confessare di essere un po’ turbato dalla diceria che mio figlio sia in una relazione con quel suo amico. Non pensavo che avere Kyuubi dentro avrebbe alimentato questo genere di odio e malelingue nei suoi confronti! Insomma in questo momento non sta prestando alcuna attenzione alla sua ragazza, solo perché sa che ci sono io a difenderla, qualora ce ne fosse bisogno! Non è così?

Tsunade: Oh non preoccuparti Minato, sono certa che non ci siano malelingue nei confronti di tuo figlio. Ma sentiamo che cosa pensa della situazione il nostro Obito: com’è essere uniti a Juubi?

Obito: 109 105 32 98 114 117 99 105 97 32 105 108 32 99 117 108 111

Tsunade: Uhm, dei numeri tipo Dharma… Me li segno per la roulette, magari torno alla Barbados. Comunque sia veniamo finalmente agli ospiti di stasera: Hashirama Senju e Madara … Senju? Shizune, guarda che Madara è un Uchiha! Che roba, ma facciamo un applauso ai nostri ospiti!

Hashirama: Sono veramente fiero di te! Il tuo programma è così pieno di eventi, di scandali, di vita! Oh, che bella la vita!

Tsunade: Grazie, ma il tuo amico Madara sembra molto meno entusiasta di te! Mi sorprende tu abbia accettato il mio invito!

Madara: Non sono qui mica per te, incompetente bamboccia. Anzi, non appena finirà questa farsa raderò al suolo questo ridicolo programma e il canale che lo ospita.

Tsunade: Ti vedo piuttosto agguerrito, ma negli ultimi capitoli ci è sembrato tu avessi le idee poco chiare!

Madara: Insolente ragazzina…

Hashirama: Oh, ma chi ha le idee chiare? La grande perfezione sembra difettosa, ma, usandola, non si rovina. Una grande retta sembra curva. La grande abilità sembra inetta. La grande eloquenza sembra balba!

Tsunade: Sì grazie, per questa perla di saggezza, ma voglio dire Madara: prima hai detto che era ora di smettere di giocare, poi ti sei seduto in attesa di Hashirama, poi hai deciso che era ora di risorgere dentro Obito, dopo che lui ti ha fregato, hai detto che lo avresti punito giocandoti la tua carta segreta e adesso sei di nuovo a voler combattere con Hashirama. Non pensi che gli spettatori si confondano così?

Madara: Cieca mocciosa, fa tutto parte di una mia abile e colossale manovra diversiva, che mi garantirà la vittoria finale.

Hashirama: Certo Tsunade, ricorda che se il moto rapido vince il freddo, la quiete vince il caldo. La limpida calma è la regola del mondo.

Tsunade: Scusa, ma da che parte stai? Lo sai che il tuo amico sta per distruggere il mondo?

Hashirama: Ahahaha, dai io non la vedrei così tragica! Konoha non è il Mondo, e poi anche se tutti morissimo che problema ci sarebbe? Io sono morto, ma sono qui. Anche lui era morto, ed è qui! Il padre di Naruto era morto, ma adesso è qui! Non trovi che sia tutto meraviglioso?

Tsunade: Scusa, ma non riesco a condividere il tuo ottimismo.

Hashirama: Perché non vedi le cose in grande. Se questa guerra non ci fosse stata, se tutti questi morti non ci fossero stati, Naruto per esempio non avrebbe mai rivisto suo padre, e nemmeno io avrei mai rivisto mia nipote, o qualcuno che amavo al di sopra di ogni cosa! Lo capisci che questo è un evento stupendo? E tutta questa gente che sta morendo ora, prima o poi potrà tornare in vita!

Tsunade: Stai diventando inquietante… Madara… Uhm, stai bene, sembra che gli occhi stiano per schizzarti dalle orbite.

Madara: Sacrosante parole… … … ♥

Hashirama: Il messaggio che vogliamo mandare al pubblico, è che la vita è priva di significato. E’ povera, è misera, è piena di dolore. Se si muore si diventa migliori, invincibili, si può tornare a sfogarsi sui vivi. Che senso ha vivere in un posto dove chiunque può tornare in vita?

Tsunade: Molto meglio stare nell’aldilà?

Hashirama: Chiaramente, è un posto senza preoccupazioni, nessuno di noi sapeva alcunché dell’aldiqua…

Madara: E onestamente non volevamo nemmeno saperlo!

Tsunade: E allora perché siete tornati?

Hashirama: Perché mi hanno richiamato!

Madara: Idem!

Tsunade: Come idem? Non faceva parte del tuo piano?

Madara: Oh, ma che vieni dalla Montagna del Sapone? Dai, non hai capito che la mia è una farsa: Madara, il duro, ultra-malvagio signore degli Uchiha, il cazzuto bastardo che ucciderà tutti!

Madara e Hashirama: Ahahahahahahaha

Madara: Permettimi per un attimo di dare un OFF al Madara ufficiale. Io aveva fatto uno scherzo a quel bambino, ero lì in punto di morte e mi capita questo trovatello che riporto in vita. Questo qui era senza un futuro, così gli ho dato una missione assurda ed improbabile, a cui dedicare il resto della sua breve vita. Per dargli uno scopo, capisci? Pensavo che sarebbe vissuto un altro paio di settimane dopo di me, forse un mese. Chi l’avrebbe detto che mi avrebbe richiamato in vita davvero!

Tsunade: Scusa, ma non dicevi che faceva tutto parte di una tua abilissima mossa diversiva?

Madara: Oh, ma io questo lo devo dire perché è il mio lavoro. Tu che fai? Quando torni a casa la sera dici “non perdetevi una sola quisquilia”?! Ti porti il lavoro a casa? Eddai, non lo vedi che sto prendendo tempo perché nemmeno io so più che altro inventarmi.

Tsunade: E allora tutta la storia della vostra battaglia ancestrale? Anche quella una farsa?

Hashirama: Vedi, ti spiego una cosa. Dovevamo governare la città, però per tenere unito un popolo come il nostro, frammentato in migliaia di clan, dovevamo trovare una minaccia esterna che li unisse tutti…

Madara: Appunto… e io ero quella minaccia.

Hashirama: Un giorno ce ne siamo andati lì nella Valle della Fine, abbiamo fatto un laghetto e poi abbiamo raccontato che c’era stato uno scontro epico.

Tsunade: E Madara se ne è andato via senza dire nulla?

Madara: Ma chiaro che sì. Sono andato via per creare nuovi nemici e missioni con cui tenere unita Konoha.

Tsunade: In pratica siete due bugiardi.

Hashirama: Su su, non farla così drammatica. Ogni grande popolo ha bisogno di una grande bugia per stare unito.

Tsunade: E tu Madara eri d’accordo col passare per il nemico numero uno?

Madara: Assolutamente, molto più interessante che stare lì a governare quei fanatici. Ma se non ti dispiace adesso rimetterei su ON il Madara ufficiale…

Tsunade: In che senso su ON?

Madara: Nel senso che sei una lurida e viscida vacchetta, che non sa a quale atroce fine andrà incontro.

Hashirama: Ahahahaha, è troppo simpatico!

Tsunade: Bene, vi ringrazio per essere stati con noi. A quanto pare è inutile continuare ad intervistare due bugiardi cronici che chissà quali altre manipolazioni hanno in serbo. A questo punto non mi stupirei se Juubi fosse fatto di cartone e Obito fosse solo una bambola gonfiabile! Scopriremo forse questo nel prossimo capitolo 640? Obito è veramente una bambola? Madara e Hashirama  hanno detto tutta la verità o hanno in mente qualcos’altro? E’ vero che nell’aldilà sono consentiti i matrimoni gay? Sasuke vuole uccidere Naruto per questo motivo? Minato morirà nuovamente scoprendo la verità? Kushina darà la colpa a suo marito? I templari hanno veramente abusato di Hinata? Gli UFO rapiranno Sai? Queste ed altre emozionanti rivelazioni ci attendono nei prossimi capitoli. Restate sintonizzati e non perdetevi una sola quisquilia.


Tutte le donne di Kishimoto

Avete mai avuto l’impressione che a Kishimoto le donne stessero proprio sulle palle?

Rileggendo il manga si ha l’impressione che puntualmente parta con dei personaggi femminili che potrebbero essere sviluppati in modo fantastico, per poi dimenticarsene, quando non bistrattarli malamente.

Uno dei maggiori esempi in tal senso è Sakura, che personalmente come personaggio non mi dispiace affatto, ma che oltre ad essere caduta totalmente nel dimenticatoio fino allo scorso paio di capitoli, non ha avuto sviluppo alcuno, né modo di contribuire attivamente alla trama.

Se pensate che sia una cosa normale perché si tratta di uno shonen e non di uno shojo, siete dei misogini di merda e ve lo dimostro subito.

donne-shonen

Basta prendere manga del calibro di Dragon Ball, One Piece oppure Ken il Guerriero, che certamente non erano orientati ad un pubblico femminile e a cui Naruto non avrebbe nulla da invidiare, sennonché in tutti questi compare almeno una ragazza di spessore che non ci lascia indifferenti (compaiono anche gli stereotipi kishimoteschi, ma questo lo vediamo tra poco).

Kishimoto invece ha due prototipi di donna:

  • la donna uomo
  • la donna inutile

Il che ci porta a concludere che sostanzialmente gli uomini siano superiori in tutto e per tutto. Ma vediamo qualche esempio.

Tenten

Partiamo da un personaggio che parte sfigato da principio dacché tutte le sue tecniche ruotano attorno all’uso di armi, che in un mondo come quello di Naruto vengono usate alla stregua di un diversivo, quando non risultano del tutto inutili. L’idea di partenza non sarebbe male, ma nel contesto specifico risulta davvero difficile da sviluppare… E infatti non viene sviluppata.

Tenten_vs_temari

Temari

Per l’appunto è quella che fa fuori Tenten durante gli esami per diventare chunin. Cavoli! Non male: usa un ventaglio magico, sembra bella tosta, tanto da poter fare squadra con uno come Gaara. Sicuramente sarà un personaggio sviluppato in seguito.

tenten-kankuro

Invece no, ben presto ce ne dimentichiamo e la vediamo al massimo come comparsa al seguito di Gaara. A differenza di altre non si ha l’impressione che sia diventata più debole o che non sia andata avanti. Semplicemente è sparita!

Certamente non sarebbe un problema se non se ne stesse parlando, avendo comunque un ruolo potenzialmente marginale (è al seguito di un personaggio secondario come Gaara), ma di fatto va ad unirsi alla schiera delle donne irrilevanti.

Ino

Eccoci ad Ino, una sciacquetta detestabile che però era direttamente connessa alla co-protagonista della serie, Sakura. Sviluppando Ino si sarebbe potuto sviluppare il personaggio di Sakura, visto che le due da principio erano in competizione, ma anche qui Kishimoto se ne frega e le usa entrambe con l’unico scopo di celebrare Sasuke.

Quando vediamo Ino e Sakura scontrarsi durante gli esami degli chunin, il loro scontro non si conclude come la fine della loro rivalità, tanto che entrambe si promettono che un giorno torneranno nuovamente ad affrontarsi. Purtroppo di lì a breve Sakura non farà più granché, neanche nel tentativo di recuperare Sasuke, tanto che sarà Naruto ad accollarsi tutto il peso della faccenda.

sakura-ino

Per fare un paragone con Harry Potter, Ino poteva tranquillamente svolgere un ruolo al pari di Draco, che benché sia un personaggio veramente marginale nella storia, la Rowling riesce nonostante tutto a sviluppare, tanto da darci una vera e propria idea di quanto e come sia cresciuto e cambiato. Ci spiace Ino, addio…

Ci resterebbero Sakura e Hinata, ma loro le vediamo tra un po’.

Le donne uomo… le uniche che valgono

Tolte le donne che cadono nel dimenticatoio, risultando irrilevanti ed inutili, l’unico altro modo in cui Kishimoto sembra in grado di rappresentare una donna è nello stereotipo della donna maschiaccio, l’unica che sembra sopportare.

Non a caso sia Kushina che Tsunade condividono queste caratteristiche, dovendo essere la madre del protagonista e il Quinto Hokage.

kushina-sakura

Adesso per quanto la cosa possa risultare divertente in se (Tsunade sai che ti amiamo oltre ogni misura), a livello narrativo è abbastanza patetica, perché priva la storia di tutto il fascino del mondo femminile, che anzi viene ridotto a patetiche debolezze, come la grottesca fobia di Tsunade per il sangue (il che la rende virtualmente inutile).

Sia chiaro: non che Tsunade, Kushina o Sakura, non possano disporre di una sorprendete forza fisica, ma quando l’intero personaggio ruota praticamente attorno ad essa, viene quasi il sospetto che la loro unica qualità sia quella di possedere una qualità maschile (per inciso Sakura e Tsunade sono anche dei medici, ma questo ruolo nella serie è talmente secondario da risultare irrilevante, soprattutto se si considera che c’è comunque Santo Pain che lo fa meglio di loro: lui resuscita i morti! Gli uomini sono sempre meglio, cazzo!).

Ora se perfino in una serie come Ken il Guerriero abbiamo modo di avere un personaggio di spessore come Mamiya, possiamo sentirci un po’ delusi da questa stereotipazione laddove dei due co-protagonisti uno è una ragazza?

Su Kishimoto, ma che ti hanno fatto di male le donne?

E così siamo giunti alle donne da trattare male

Attraverso numerosi capitoli e personaggi, in particolare quello di Sasuke, si ha a volte la detestabile sensazione che Kishimoto provi gusto e trattar male le donne, portandole al ridicolo. (pare che veramente da piccolo lo trattassero male… e questo spiegherebbe molte cose…)

sasuke-karin

Naturalmente molti sono sketch con l’unico scopo di far ridere, altre volte però sembra proprio che si ripeta lo schema della donna-innamorata-perdutamente dell’uomo-impossibile-da-avere-che-la-maltratta. E peggio lui si comporta e più lei lo adora, ultima tra tutte Karin, che sembrava essere riuscita a disilludersi da Sasuke dopo che l’aveva praticamente uccisa, ma che poi torna in preda ad una rabbia-amoroso-compulsiva. Karin, mi spiace davvero. Speravamo che almeno tu ti salvassi.

Hinata, donna inutile

Hinata è probabilmente il personaggio peggiore di tutta la serie. Il suo unico obiettivo è Naruto, per il resto è il prototipo dell’anti-femminismo: è sottomessa, incompetente e priva di autostima. Tutte le volte che compare la situazione assume un che di ridicolo.

632-hinata-kiba

All’inizio viene introdotta bene, in un contesto difficile che ne giustifica il carattere introverso e tutti quanti siamo lì ad aspettarci grandi cose da lei… Che però non arrivano mai. Dall’inizio alla fine l’unico scopo nella sua vita rimane Naruto-kun ♥.

Hinata, ora abbaia come un cane per Naruto

Hinata, ora abbaia come un cane per Naruto

Adesso, già definire un personaggio con un’unica caratteristica dominante non è mai una grande idea, tanto meno se questa unica caratteristica è l’ossessione amorosa. Quel che è peggio, Hinata, a differenza di Karin, sostanzialmente non fa nulla di concreto per raggiungere il suo obiettivo, tant’è che tutte le volte che è in presenza di Naruto diventa ridicolmente nervosa ed incapace di agire, finendo addirittura per adottarne il motto. Non mi sorprenderebbe se un giorno la vedessimo entrare in scena camuffata da Naruto stesso, come i migliori psicopatici dei serial americani.

Hinata_Cosplaying_Naruto_Color_by_Pia_sama

Perfino quando dichiara il suo amore, lo fa in un modo unidirezionale, che non presuppone alcun impegno da parte dell’altro, per la serie “io ti amo qualunque cosa tu decida di fare”. Questo è in generale il modo peggiore di relazionarsi al prossimo, perché sostanzialmente si fa capire di essere in un rapporto di sudditanza e non pretendere nulla in cambio. Questo non è romanticismo, questa è meningite. Difatti dopo quell’evento la storia non si evolve, ma nemmeno Hinata prova a fare alcunché per portarla avanti, tipo andare da Naruto e dirgli: “Ti ricordi quel giorno che ti ho detto che ti amavo?”

Sostanzialmente il suo personaggio non è neanche in grado di perseguire il proprio obiettivo, e ogni volta che tenta di fare qualcosa viene immediatamente mortificata dal destino-Kishimoto.

Vediamo:

Prova n°1: Ce la mette tutta, non si arrende, ma alla fine non conta nulla

hinata-neji

Prova n°2: Il coraggio conduce alla morte. Non provatelo a casa. Oppure non provatelo affatto.

hinata-pain

Prova n°3: Beh non è colpa di Hinata, ma è divertente

tumblr_m3bmwdSRcU1qml00e

Da questo punto di vista perfino quando tenta di salvare Naruto nel capitolo 614, non ci riesce ed anzi induce Neji a sacrificarsi per lei (ricordiamoci che lui era obbligato a salvarla), trasformando il suo patetico tentativo nell’ennesima dimostrazione, da parte di Kishimoto, che le donne non sono capaci di alcunché, che deve fare tutto l’uomo e che ANZI, a volte fanno peggio che meglio, inducendo l’uomo a sacrificarsi per loro!

Sakura

E infine siamo arrivati alla fragola-rosa, quella che doveva essere la co-protagonista femminile che avrebbe salvato il gruppo grazie alla sua astuzia di genere, ma che si è rivelata un’incapace, indecisa e monotematica donnicciola, il cui unico obiettivo è Sasuke-kun.

Io personalmente contavo molto su Sakura, speravo che dopo il grazie-tra-i-denti di Sasuke, lei avrebbe cambiato atteggiamento, che tutta la premessa pre-Shippuden fosse per condurre Sakura ad una maturazione personale e forse anche a fare coppia con Naruto.

Kishimoto avrebbe potuta svilupparla in mille modi, alla fine poteva condurla anche a diventare hokage, un po’ sulle orme di Tsunade, un po’ per non rendere scontato il finale Naruto-hokage, perché non è tanto l’obiettivo che conta, ma il percorso che si fa per raggiungerlo.

Invece no! Sakura corre perennemente appresso ad un Sasuke che non la ama (a volte immagino Kishimoto che gode della sua frustrazione di non essere ricambiata) e a differenza di Hinata glielo fa capire ripetutamente quello che prova per lui. Da questo punto di vista se Sasuke la avesse in qualsiasi modo amata, avrebbe avuto una miriade di occasioni per dirglielo e certamente non aveva motivo di sospettare il contrario, visto che lei era stata più che chiara a tal proposito.

173-sasuke-sakura-hate

 

Invece non fa altro che respingerla e sempre in malo modo, finendo col trasformare Sakura nell’ennesima incolore, ossessionata, uomo-dipendente, pulzella, che altro scopo non ha che Sasuke-kun.

Non che questo non possa essere uno scopo, ma che non sia l’unico ed il solo! Da questo punto di vista la presenza di Ino sarebbe stata preziosa, per aiutare l’evoluzione del personaggio, magari attraverso un confronto o degli scopi autoreferenziali.

Invece no. Sì certo, ogni tanto Kishimoto ci mette di mezzo un “voglio diventare migliore”, ma è sempre talmente generico ed opaco, privo di uno sviluppo nella trama che escluda la ricerca di Sasuke, che praticamente non ha alcun valore, esattamente come le tette che affibbia ai suoi personaggi per convincerci che riconosce un pregio nelle donne (quello di aumentare le vendite).

Ma un uomo può compensare anche questo

Ma un uomo può compensare anche questo

 

Questo articolo è stato liberamente ispirato (scopiazzato) da una serie di articoli su Naruto Manga Unabridged. Nessuna donna è stata maltrattata durante la realizzazione di questo articolo. 


Aspettando il capitolo 633 – Caro Naruto

Naruto-s-parents-naruto-shippuuden-21312353-600-337

 

Caro Naruto,

Siamo mamma e papà, vogliamo farti sapere che ti amiamo tanto, anche se ci siamo dovuti sacrificare per salvare la vita del nostro Villaggio, ma siamo sicuri che tu ci capirai e potrai essere orgoglioso del nostro gesto. 

Siamo certi che vivrai una vita piena di sorprese, per cui non ci rammarichiamo a lasciarti solo. Devi sapere infatti che l’uomo che attaccò il nostro Villaggio quella notte altri non è che Obito, che è stato allievo di tuo padre ed il migliore amico del tuo maestro Kakashi. Inoltre lui aiuterà il fratello del tuo amico Sasuke a sterminare il loro clan, il che indurrà Sasuke ad odiare il fratello e volersi vendicare a tutti i costi. Ma non temere, Itachi non ha agito da solo, lui venne supportato dal Terzo Hokage, nonché dallo stesso Obito, che riceveva ordini da parte di Madara, che devi sapere all’alba dei tempi combatté con il primo hokage per timore che sterminassero gli Uchiha. Se tutto ciò ti preoccupa, stai tranquillo: Itachi morirà e poi tornerà in vita per aiutare Sasuke, sconfiggendo Kabuto, che aiuterà Obito a riportare in vita Juubi, un essere leggendario da cui sono nati tutti gli altri cercoteri. Combatterete una battaglia sensazionale contro Madara, che ritornerà in vita con chakra illimitato e praticamente ogni altro potere immaginabile, mentre a soccorrervi arriveranno i quattro hokage, compreso tuo padre che potrai rivedere in quella occasione, nonché Sasuke, ormai redento dall’odio che lo attanagliava. Infine, se temi per lo scontro con Juubi, non hai di che preoccuparti: ci mette almeno un capitolo per lanciare ogni colpo mortale e non li ripete mai, perché si sa che nei picchiadduro non vale usare sempre la solita mossa. Inoltre se messo alle strette si dividerà in tante piccole parti inefficaci come i robot della Federazione dei Mercanti, che non faticherete ad annientare. Tutto questo è cominciato quando Madara ha trovato Obito, che per caso era stato schiacciato da dei macigni giusto all’entrata della sua grotta.

Detto ciò ti auguriamo di avere molta fortuna, di trovare una bella ragazza e non trovarti mai nella situazione di voler morire per un amico che non ti vuole, che qualcuno potrebbe fraintendere e pensare che tu sia frocio… E tu non lo sei, vero?

Con amore, 

Mamma e Papà

632-naruto

 


Tsunade Late Night Show – La fragola rosa

tsunade-late-night-show

Signore e signori, con grande piacere è qui con noi, l’unica ed imperdonabile, regina dello scandalo: Tsunade-sama!

Tsunade: Buonasera a tutti, affezionati amici della notte. Le lenzuola sono ancora calde del capitolo 620 appena uscito e noi non vogliamo lasciare raffreddare facilmente! Colleghiamoci perciò immediatamente con i nostri eroi sul campo: Sasuke, per un attimo te la sei vista brutta con Tobirama, come ti senti adesso?

Sasuke: Forse distruggerò Konoha…

Tsunade: Grazie Sasuke, idee chiare come il sole le tue! E adesso una domanda per Minato: che fine ha fatto la metà della volpe che era con te?

Minato: Ehehe… Sai che Kushina non le aveva come le tue, anzi per essere onesti era piatta come una tavola!

Tsunade: Miri sempre al bersaglio, per questo devono averti fatto hokage. Torniamo ora in studio e veniamo all’ospite di stasera: Sakura Haruno.

Sakura: Grazie Tsunade-sama di avermi invitata!

Tsunade: E’ da un po’ di capitoli che non ti vediamo, che cosa è successo?

Sakura: Purtroppo quelle squinzie senza scrupoli di Hinata e Ino stanno facendo di tutto per oscurarmi.

Tsunade: Intendi dire che c’è un complotto contro di te?

Sakura: Ino la dà al regista e Hinata è senza scrupoli, abbiamo visto tutti che per mettersi in mostra si è gettata a proteggere Naruto, sapendo che Neji era obbligato a difenderla. Purtroppo Naruto è un po’ tardo a capire queste cose… Ci sono un sacco di ragazze pronte a tutto per lui…

Tsunade: Ma, correggimi se sbaglio, gira voce che forse a lui le ragazze non interessino così tanto.

Sakura: Punti di vista, Naruto credo che sia uno di quei ragazzi alla vecchia maniera, che vuole consumare dopo il matrimonio, che guarda ad altri valori, anche se ogni tanto fa lo scemo…

Tsunade: Ma in confidenza, tu ci hai provato con lui?

Sakura: Ma chi? Io? Con Naruto? E’ solo un amico…

Tsunade: Però gli hai detto che lo ami.

Sakura: Era un modo di dire, tipo “che bella giornata oggi” oppure “buona la mela, sana la pera”…

Tsunade: E di Sasuke, che mi dici invece?

Sakura: Sasuke ha tradito Konoha, non provo più nulla per lui.

Tsunade: Qualcuno sostiene il contrario.

Sakura: Io ero molto innamorata… Di Sasuke… Però, poi è passato…. Quello stronzetto… Io non posso amare un simile traditore… La pagherà con la vita… Ora lui vuole solo la vendetta… La vendetta che gli ficco in bocca e gliela sfilo dal culo

Tsunade: Sai invece come ti sembra?

Sakura: Credo abbia visto più pesci lui di un pescivendolo…

Tsunade: Degli hokage che te ne pare?

Sakura: Un grande ritorno, un’importante convergenza storica che spero Sasuke… Quel microbo insensibile e sexy… saprà cogliere…

Tsunade: Un aggettivo per descrivere ciascuno dei quattro.

Sakura: Fammi pensare…

Tsunade: La prima cosa che ti viene in mente.

Sakura: Hashirama: grande. Tobirama: represso. Sarutobi: vetusto. Minato: pene.

Tsunade: Pene?

Sakura: Ho detto pene? Pane, volevo dire pane, buono come il pane.

Tsunade: Un luogo dove vedresti bene i quattro hokage.

Sakura: Sempre la prima idea? Allora… Hashirama: in cucina. Tobirama: nella stalla. Sarutobi: in una bara. Minato: a letto.

Tsunade: A letto dunque?

Sakura: Sì, cioè a leggere a Naruto la storia della buonanotte, ecco… Dev’essere un padre formidabile…

Tsunade: Ci fai un pronostico dei prossimi capitoli? Che cosa farà Sasuke secondo te, che lo conosci bene…

Sakura: In realtà lui non vuole distruggere Konoha, è tutta una grandissima farsa, dovete sapere che in verità lui mira a me. E’ che io gli ho detto di no, per cui lui adesso ha deciso di minacciarmi con questa storia della Foglia ecc ecc… Quel vermiciattolo chiavabile… Ma siccome io non gli ho dato filo ha deciso di inventarsi questa storia di Orochimaru e dire “che lui però non intendeva farlo” e via discorrendo! Ma alla fine lui tornerà da me… O morirà cazzo

Tsunade: Grazie di essere stata con noi! E dunque che cosa succederà adesso? Che cosa possiamo aspettarci dal capitolo 621? Sasuke tornerà veramente da Sakura? Hinata riuscirà a sedurre Naruto? I quattro hokage diranno a Sasuke che non sanno nulla di nuovo? Madara che pose assumerà? La volpe coglierà l’uva?  Restate sintonizzati e non perdetevi una sola quisquilia.


Coppie di sangue

coppie-di-sangue

Un po’ come dai noi con l’oroscopo, in Asia e Giappone vi è la credenza che i gruppi sanguigni determinino anche le inclinazioni nella personalità e quindi nelle relazioni umane. Questa credenza si diffuse nel Sol Levante all’inizio degli anni ’30, come vera e propria teoria scientifica importata dall’Occidente, poi però, vista la mancanza di prove, andò scemando e riprese di nuovo vita negli anni ’70, riducendosi ad una mera curiosità — superstizione sulle inclinazioni umane. Sottolineo il concetto di inclinazioni, per cui (a differenza di quanto accade con l’oroscopo), i giapponesi (alcuni) non credono che il successo o l’insuccesso di una relazione dipenderà da questo fattore in modo preponderante, ma che questi possa influenzarne l’esito in modo positivo o negativo. Inutile dire che, come per ogni superstizione, non vi sia alcun fondamento di nessun genere dietro a questa idea, però può risultare divertente applicarla ai rapporti che intercorrono tra i nostri amati (o odiati) protagonisti.

Anzitutto vediamo a che gruppo appartengono i personaggi principali.

motionpicutre020Naruto Uzumaki

Gruppo sanguigno: B

Caratteristiche positive: scatenato, attivo, propositivo, creativo, appassionato, forte

Caratteristiche negative: egoista (beh sì, vuole Sasuke solo per se), irresponsabile, eccentrico, inflessibile

motionpicutre019Sasuke Uchiha

Gruppo sanguigno: AB

Caratteristiche positive: figo, controllato, razionale (mah, insomma…), socievole (sì vabbe’), adattabile (come no…)

Caratteristiche negative: critico, indeciso, sbadato, irresponsabile, lunatico (questo è vero!)

motionpicutre021Sakura Haruno

Gruppo sanguigno: 0

Caratteristiche positive: fiduciosa, determinata, ottimista, forte volontà, intuitiva

Caratteristiche negative: egocentrica, frigida (ma senti!), dubbiosa, imprevedibile, stakanovista

D’accordo, le caratteristiche della personalità tornano così come tutti i numeri dispari sono primi. Adesso vediamo come vanno le coppie più celebri della serie:

NaruHina – B/A – compatibilità 60%

Ma di questo non importa a Hinata, che in cuor suo sta a novanta per Naruto-kun ♥

SasuSaku – AB/0 – compatibilità 50%

Sakura forse è il caso di fartene una ragione che Sasuke proprio non ti desidera ed anzi, come ha avuto modo di dirti, ti trova perfino noiosa.

NaruSaku – B/0 – compatibilità 75%

Non male, diciamo che sareste la solita coppia che da ragazzo/ragazza si trasforma in fratello/sorella (e infine sorella/sorella)

NejiHina – 0/A – compatibilità 95%

Probabilmente la coppia del manga, se soltanto lui non si fosse dovuto sacrificare perché lei aveva deciso di immolarsi per Naruto-kun ♥

SaiNaru – A/B – compatibilità 50%

Sai, ci spiace dirlo, ma criticare qualcuno che ti interessa per il suo pene non è il modo migliore per avvicinarlo.

NaruSai – B/A – compatibilità 60%

Il 60% dev’essere fatto tutto da Sai, che infatti era assai preoccupato delle potenzialità del membro di Naruto e degli effetti che ne avrebbe tratto.

SasuNaru – AB/B – compatibilità 80%

Molto interessante, finora a parte NejiHina, il punteggio migliore.

NaruSasu – B/AB – compatibilità 90%

Ancora più interessante, chi l’avrebbe detto che a Sasukkia in realtà piace stare sotto.

Facendo il ragionamento al contrario otteniamo che i migliori accoppiamenti possibili sono:

Naruto dovrebbe andare con AB, dunque con Karin oppure Kurenai (ma l’unico AB che interessa a Naruto è quello di Sasuke)

Sasuke con un B, dunque le possibilità variano da Tsunade (per la serie MILF) a Kushina (a sandwich tra madre e figlio), Ino (se viene a saperlo Sakura!), Ten-Ten, Chiyo

Mi prendi per il culo?

Mi prendi per il culo?

Sakura con un A, per cui Rock Lee, Sai (che le fa indossare un dildo) o Yamato

Fonte: Coppie NARUTO e gruppi sanguigni…