Archivi tag: naruto shippuden

I nostri cuori restano connessi, anche se siamo lontani

20esima sigla di apertura di Naruto Shippuden. La serie è finita, ma nonostante tutto gli autori dell’anime decidono di optare per una sigla un po’ nostalgica e comunque incentrata su Naruto e Sasuke (sì compaiono anche Sakura e Hinata-chan ♥, ma solo marginalmente ♠, laddove ci si aspetterebbe che siano loro le coprotagoniste della situazione).

Anzitutto vediamo Sasuke sdraiato sull’erba che riflette al tramonto.

“Che senso ha splendere sopra un cuore vuoto?” ♫ ♪ ♬

Poi scene dello scontro tra Naruto e Sasuke. “Non mollare! Tieni duro! Rovescia tutto sottosopra./ I nostri cuori restano connessi, anche se siamo lontani”  ♫ ♪ ♬

“Viviamo insieme”  ♫ ♪ ♬

Curioso da notare come quelli che alla fine si danno la mano siano proprio loro due e che tutta la faccenda si concluda con una foto del Team 7. Inutile ribadire che a questo punto, specialmente dopo aver riutilizzato scene da quella cagata pantagruelica di The Last, ci si potrebbe aspettare un’immagine finale con le due coppie felici e affiancate, anziché continuare a rimarcare il gruppo che c’era agli albori della serie più di 15 anni fa! Che senso ha? Che gran parte del gruppo che si occupa dell’anime sia ancora dominato da fanatiche sasunaru-tiste infiltrate?

Chissà.

Originale

カラノココロを照らすものは何?
叫び続ける光届くまで

Falling through the cracks暗闇へ落ちてく
あなたのその手を絶対話さない
Tell me the story of your lifeまだ道の途中
あなたをわたしは絶対諦めない

抑えられない衝動何気ない日々は愛情
懐かしい風にふりむけば、いつでもあなたの声がするよ
Underdog は Wander around周り道しても逃げるよりマシよ

自分で自分を信じられなくちゃ、だれを信じるの?

光にその手かざせ

Oh yeah~
Shining through the clouds暗闇へ落ちてく
あなたのその手を絶対話さない
Tell me what is on your mind果てしない夢を
追いかけ僕らは絶対諦めない

答えのない人生にくじけそうなるけど
Don’t give it up! Keep it up! Turn it upside down!
心は繋がってるよ、たとえ遠く離れても
共に、共にいきてゆこう

Traduzione

Che senso ha splendere sopra un cuore vuoto?

Continuo ad urlare fino a raggiungere la luce
Cadere attraverso i frammenti, precipitare nell’oscurità
Non ho intenzione di lasciarti la mano
Raccontami la storia della tua vita, siamo ancora a metà strada
Non ho intenzione di rinunciare a te

L’impulso che non può essere soppresso, i giorni incantati sono l’amore

Quando mi volto verso il vento della nostalgia, posso sentire sempre la tua voce
I perdenti vagano in giro, è meglio intraprendere la via difficile che scappare
Non riesco nemmeno a credere in me stesso, quindi in chi dovrei credere?
Quella mano è coperta di luce

Brillando attraverso le nuvole, precipitando verso l’oscurità
Non ho intenzione di lasciarti la mano
Dimmi cosa hai in mente, noi,
che rincorriamo il sogno senza fine, non ci rinunceremo di certo

La vita senza risposte può sembrare scoraggiante
Non mollare! Tieni duro! Rovescia tutto sottosopra.
I nostri cuori restano connessi, anche se siamo lontani

Viviamo insieme

Annunci

Un profondo respiro

Nona sigla di chiusura della serie Naruto Shippuden. Tanto per cambiare al centro dell’attenzione ci sono Naruto e Sasuke, ma cominciamo anzitutto con una stretta di mano, della quale non si sa chi siano i protagonisti: potrebbe essere tra tanti personaggi, ma dalla tonalità della pelle sorge qualche sospetto…

vlcsnap-2014-05-25-23h36m52s69

Tolto questo oscuro incipit segue il nostro solito Naruto amareggiato per qualcosa…

vlcsnap-2014-05-25-23h37m11s5

… mentre sullo sfondo, alle sue spalle, compare il profilo di Sasuke

vlcsnap-2014-05-25-23h37m39s40

… che non manca di fare la propria apparizione subito dopo, rigorosamente svestito mentre alza la mano e punta altrove.

vlcsnap-2014-05-25-23h38m22s196

E dove è questo altrove? Si corre di nuovo tra l’erba alta, sotto la luce del tramonto, mentre vediamo Naruto e Sasuke darsi le spalle vicendevolmente.

vlcsnap-2014-05-25-23h38m34s73

E infine un ultima scena, dedicata nuovamente al nostro buon Sasukkia.

vlcsnap-2014-05-25-23h39m07s139 vlcsnap-2014-05-25-23h39m11s184

 

Testo originale (completo)

Sonzai to shinkokyuu no genjitsu no mae ni idomou to suru shisen wa
Machigai mo tomadoi mo zenbu yakitsukeru
Isshun no renzoku no naka de

Ikutsumono yakusoku no sono ue ni tatte wa
Kamishimeru ano hi koboreochita kotoba
Komerareta omoi wa chikai no you de
Kuchi ni sureba ima to hajimari wo tsunagu

Yume de wa nakute esoragoto no sekai de mo nai basho de sa

Sonzai to shinkokyuu no genjitsu no mae ni idomou to suru shisen wa
Machigai mo tomadoi mo zenbu yakitsukete
Sono zutto saki wo toraeru
Isshun no renzoku no naka de

Futashika na mirai he to haseru omoi ni wa
Fuan to ka mayoi to ka itsumo majittenda
Mamoritai mono ga hitotsu fueru tabi ni
Yuuutsu wo okizari ni shite susunde miru

Toomawarishite deaeta hito umareta negai mo atte sa

Guuzen to shinkokyuu no genjitsu no naka ni chirabatta waraigoe ga
Tsumazuite tomadotte iru jibun jishin no
Tamerai wo kaki keshite kureru

Iki ga kiresou na hibi ni nanika kotae wo motomete wa namida nagashite
Jibun ni totte no tada hitotsu wo
Ima datte tsukamou to shiteru

Tooi kioki yakusoku kawashite te wo furu basho de sa

Me no mae ni sashikonda yoake no aizu
Kurikaesu tashikana kokyuu
Hora kitto kinou no namida no wake ga
Ima to mirai wo tsumugu

Sonzai to shinkoyuu no genjitsu no mae ni idomou to suru kokoro ga
Machigai mo tomadoi mo zenbu dakishimete
Te ni sunda hitsuzen to nozomu kotae wo
Isshun no renzoku no naka de

Traduzione

Prima della realtà di un profondo respiro
Il mio sguardo, la mia esistenza stessa tentano di sfidarlo.
Si commettono errori e nella confusione tutto brucia nella mia mente
In una serie di istanti
Oltre un gran numero di promesse
Ci sono le parole pronunciate dal giorno in cui ho cominciato a riflettere su di esse
E’ come se avessi fatto un voto che esprimesse quei sentimenti in parole
e questo legasse insieme il principio e il giorno d’oggi

Non è nei miei sogni
E quel posto non esiste nemmeno in un mondo di fantasia

Prima della realtà di un profondo respiro
Il mio sguardo, la mia esistenza stessa tentano di sfidarlo.
Si commettono errori e nella confusione tutto brucia nella mia mente
Ma si coglierà sempre tutto alla fine
In una serie di istanti

Non si sa come i sentimenti cambieranno in futuro,
Siamo insicuri, smarriti e sempre frenetici
Ma per proteggere le cose che una volta cresciuti
si lasciano alle spalle, avanza
Mi si accende
E abbraccio il desiderio nato in quella persona che ho incontrato.

Dopo la realtà si espande una risata
Si respira profondamente
i tuoi ostacoli, la confusione
e le incertezze lasciali andare via
Questo è quello che ogni giorno
mi fa mancare il fiato
nel cercare la risposta alle mie lacrime

Ma per una volta, cerca di essere te stesso
e in quel momento saprai a cosa afferrarti
I ricordi lontani diventano promesse
e si prendono per mano in questo luogo

Prima di volgere i miei occhi all’alba
respiro ripetutamente, sicuro
sicuramente la ragione delle lacrime di ieri
era il cercare di unire il presente col futuro

Prima della realtà di un profondo respiro
Il mio sguardo, la mia esistenza stessa tentano di sfidarlo.
Gli errori, le confusioni
io le abbraccio
e spero di avere in mano
la risposta necessaria
In una serie di istanti.


Oh mio amato

Quinta sigla di apertura di Naruto Shippuden. La sigla si apre nella Valle della Fine, ai piedi delle statue di Madara e Hashirama. Sull’acqua del lago c’è Naruto che sta in piedi, assorto nei suoi pensieri… E che cosa potranno riguardare mai? Naturalmente Sasuke, che si trova simbolicamente direttamente sotto di lui, nell’acqua scura, proprio lì dove si sono lasciati.

vlcsnap-2014-05-11-20h31m57s51 vlcsnap-2014-05-11-20h32m04s131

Mentre ci avviciniamo a Naruto scorrono le parole sul tema del Troverò quello che sto rincorrendo

vlcsnap-2014-05-11-20h32m16s242

E poi Lascia che la luce risplenda nel tuo cuore vuoto e infiammi la tua anima

vlcsnap-2014-05-11-20h32m25s86

Passati Sasuke e Naruto vediamo Sakura, e poi altri konohensi…

vlcsnap-2014-05-11-20h32m50s69

… arrivando al covo di Orochimaru dove Sasuke sta per diventare suo, ma all’ultimo istante si ribella e lo fa fuori…

vlcsnap-2014-05-11-20h33m14s37

E sii torna su Naruto, che si volta indietro mentre il suo sguardo punta a quello di Sasuke. (ma va!)

vlcsnap-2014-05-11-20h33m37s37 vlcsnap-2014-05-11-20h33m46s122

Seguono altri spezzoni di lotta, in cui vediamo Sasuke che affronta Itachi, mentre la canzone recita Oh mio amato, posso ancora vedere la tua salvezza.

vlcsnap-2014-05-11-20h34m29s50

come la luce abbagliante della luna, che illumina il giorno successivo

vlcsnap-2014-05-11-20h34m37s88

E chi è che ha nel suo sguardo Sasuke? Naruto, ci mancherebbe, mentre l’inquadratura passa dagli occhi del primo che si rifondono in quelli del secondo, in modo da non rischiare di lasciare alcun dubbio chi potrebbero essere i protagonisti della canzone.

vlcsnap-2014-05-11-20h34m54s4 vlcsnap-2014-05-11-20h35m02s96

Testo originale

SHA LA LA itsuka kitto
Boku wa te ni suru n’ da
Hakanaki mune ni sotto
Hikari moete yuke

Aitaku naru no shoudou
Nakitaku naru no junjou
Natsu no hi ni tobikonda
Hotaru wa kaeranai

Anata wa nani mo iwazu kuchizuke wo nokoshite
Kizutsuku mama unazuita ne
Kanashii hodo inochi yurameiteita

SHA LA LA itsuka kitto
Boku wa te ni suru n’ da
Hakanaki mune ni sotto
Hikari moete yuke

SHA LA LA itoshiki hito
Anata mo miete iru no
Mabayui tsuki ga sotto
Ashita wo terashite
Tsuyoku tsuyoku kagayaite

Traduzione

SHA LA LA So che un giorno.
Troverò quello che sto rincorrendo.
Lascia che la luce risplenda nel tuo cuore vuoto
e infiammi la tua anima.

Il desiderio di rivederti
è così puro che mi fa piangere.
Le lucciole sono volate via nel cielo estivo
per non tornare mai più.

Mi hai lasciato con un silenzioso bacio d’addio
e ferito e sconvolto, ancora scuoto il capo
solo, tremante e triste.

SHA LA LA So che un giorno.
Troverò quello che sto rincorrendo.
Lascia che la luce risplenda nel tuo cuore vuoto
e infiammi la tua anima.

SHA LA LA Oh mio amato.
Posso ancora vedere la tua salvezza.
come la luce abbagliante della luna,
che illumina il giorno successivo
brillando forte, brillando forte!


Il posto dove tornare [parte seconda]

Episodio 112 di Naruto Shippuden. Dodici episodi prima abbiamo visto Naruto e Sakura disquisire sul fatto che “laddove c’è qualcuno che ci pensa, è il posto che possiamo chiamare casa”, con Naruto che faceva un chiaro riferimento a Sasuke (sebbene senza nominarlo esplicitamente) e sul fatto che, checché se ne dica, lui continuerà a pensarlo, affinché egli abbia sempre un posto dove tornare e chiamare casa.

Qualora però non fosse lapalissiano, nell’ultimo episodio della saga del Tri-Coda un ultimo dialogo, al tramonto del sole, chiarisce definitivamente il senso della precedente frase.

shippuden-112-naruto-sakura

Naruto: “Dopotutto, le parole dell’Ero-Sennin erano vere. Ha detto che ovunque qualcuno pensa a te, è il posto in cui fare ritorno. Se credi e continui a pensare a quella persona i vostri sentimenti s’incontreranno. […] Quindi dovremo continuare a pensarci anche noi. Dobbiamo creare un posto dove Sasuke possa fare ritorno.”

E’ interessante notare, oltre che per dissipare Dubbi™, come Naruto si fosse preso molto a cuore la situazione di Yūkimaru quasi più per se stesso, che per la vicenda in se. Il fatto che il ragazzino fosse riuscito a ritornare da Guren, a dispetto di tutto, compreso il riportarlo a Konoha, e che questo fosse il suo vero desiderio, sembra quasi dare la conferma al nostro protagonista sulla veridicità della frase dell’Ero-Sennin, della quale gli avevamo visto dubitare nel precedente episodio (preso addirittura dallo sconforto).

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene, casa è dove le persone ci pensano, e se anche noi continuiamo a pensarci allora prima o poi i nostri sentimenti s’incontreranno (sic!) e perfino Sasuke avrà un posto in cui tornare.

sic et simpliciter

 

Prima parte: Io sarò quello da cui lui potrà tornare a casa


Continuo a camminare in un sogno

26esima sigla di chiusura di Naruto Shippuden. Un Naruto dai tratti decisamente (scioccamente aggiungerei) uke saltella lungo una spiaggia, sotto le stelle e sulle note di “Continuo a camminare certo che un giorno arriverò alla mia destinazione”, in un tripudio di servizio-agli-appassionati(-yaoi) di una certa coppia (quale potrà mai essere?!…)

naruto_shippuden_ending_26_1

La canzone prosegue sulle solite note non-fraintendibili di “Quando ero bambino avevo una chitarra in mano come giocattolo…Stavamo in silenzio, ma ci piaceva”. E con chi è che Naruto si sentiva legato, anche se non avevano mai parlato (stando appunto in silenzio)?

naruto_shippuden_ending_26_2

Seguono scene con Narutello che corre-gaiamente verso il futuro, inquadrature dei suoi mascolini-braccialetti ai polsi…

naruto_shippuden_ending_26_3

… E arcobaleni-vomitati-da-unicorni che si spandono ovunque (“Per questo cambierò il futuro dei colori che mi piacciono”).

naruto_shippuden_ending_26_4

Poi casomai non ci fossimo resi conti dei toni yaoi della sigla, il nostro protagonista viene inquadrato frontalmente, in tutta la sua femminina-mascolinità.

naruto_shippuden_ending_26_5

Tanto che qui sembra quasi un clone della sua sexy-no-jutsu.

naruto_shippuden_ending_26_6

Nel frattempo la luce di un faro illumina la notte e quando Narutello ci si avvicina gli si illumina lo sguardo: chi c’è sotto il faro? Ovviamente i suoi amici, con al centro di tutti il nostro caro Sasuke. (poteva essere altrimenti?)

naruto_shippuden_ending_26_7

Qualora ci fossero dubbi di alcun genere, Hinata ♠ e Sakura si trovano giusto a fianco di Sasuke, che comunque resta al centro delle attenzioni (e dei desideri) del nostro ukeNaruto.

naruto_shippuden_ending_26_8

 

E infine un’inquadratura su delle camelie, tanto care ai giapponesi, che in generale rappresentano sacrifici e difficoltà vissuti in nome dell’amore… Più di così…

Testo originale

いつかきっときっと辿り着くために
今はまだまだ歩こう

幼い頃手にしたおもちゃ代わりだったギター
ただ音を出す 本当それだけに夢中になっていた

諦めるのは簡単なようで 一番難しい
そうさ僕は今日も歌うよ

だからそう 夢は叶う信じたい 信じたい
たった一人でも 届いてくれたら
この声かれるまで

だれでも 夢は叶う信じてる 信じてる
だからもっともっと未来はこれから 好きな色にかわるよ
夢を抱いて歩こう

Traduzione

Continuo a camminare certo che un giorno
arriverò alla mia destinazione

Quando ero bambino avevo una chitarra in mano come giocattolo
Stavamo in silenzio, ma ci piaceva

Sembra facile mollare, ma invero non lo è affatto
Per questo ora continuo a cantare

Per questo voglio credere, credere che il mio sogno diventerà realtà
Anche se fosse solo per una persona
Io continuerò a cantare finché non mi mancherà il fiato

Io credo veramente che ciascuno possa vedere i propri sogni diventare veri
Per questo cambierò il futuro dei colori che mi piacciono
Continuo a caminare in un sogno


Buon Natale

img_naruto05L

 

Buon Natale a tutti quanti con una pagina dal nuovo calendario di Naruto Shippuden 2014, dedicata ai nostri cari Naruto e Sasuke. Siccome oggi sono notoriamente tutti più buoni, eviterò di fare domande sul perché sul corpo di Naruto ci sia un tatuaggio che, più che altro, sembrano segni di un bondage con la cintura di Sasuke.


La prossima volta ti proteggerò a modo mio

naruto-shuppudden-2-opening-distance

Seconda sigla di apertura di Naruto Shippuden. Sasuke e Naruto si avvicinano l’uno all’altro in mezzo ad una landa desolata, mentre scorrono le note della sigla sul tema “sei il mio amico, sei il mio sogno”.

Seguono alcuni spezzoni dedicati a vari personaggi, tra cui uno vagamente equivoco su Sasuke avvolto dai serpenti di Orochimaru.

shippuden-op2-sasuke-orochimaru

Anche nella sigla non tarda ad arrivare la reazione di Naruto che, esattamente come nel capitolo 291, assume la forma di Kyuubi-omino-nero-occhi-bianchi ed attacca ferocemente Orochimaru.

Prendetemi tutto ma non il mio Sasuke

Prendetemi tutto ma non il mio Sasuke

Sei mio amico
Aah, ricordi ancora il sogno di quel giorno, vero?
Sei il mio sogno
Aah, avevamo appena iniziato,
sei il mio amico a lungo perduto!
Wow, è ora di darsi una mossa!
Ogno giorno, illuminato dalla luce…
Voglio vederti,
essa illumina la mia anima ardente
Ma ora abbiamo dovuto dire
addio a quei giorni felici
Per fronteggiare il futuro, cercherò di
prendere il controllo ed ecco perché ci sognerò su!
Farò molta strada!
Fissando quel cielo così immenso
Sto iniziando solo ora
Userò il mio più grande
potere, fuori controllo!
Sei mio amico!
Aah, ricordi ancora il sogno di quel giorno, vero?
Sei il mio sogno
Aah, avevamo appena iniziato,
sei il mio amico a lungo perduto!
Wow, è ora di darsi una mossa!
Grazie amico mio.
Aah, non ho dimenticato cosa accadde quel giorno
Sei il mio sogno
Aah, la prossima volta ti proteggerò a modo mio!
Wow, la distanza!