Archivi tag: bacio accidentale

Quando Kishimoto fa lo “shipper”

Aggirandosi di sera per gli afosi mercatini di provincia ci si può imbattere nel destino che ci fa trovare cose che avevamo dimenticato, come un archeologo che inciampa per caso nella pietra della tomba che una volta cercava, prima di rinunciarci. Sto parlando di Rin no Sho, la prima delle quattro guide ufficiali sui personaggi, redatta da Kishimoto in persona.

Avrei voluto aggiungere da un pezzo anche queste due o tre perle sasunaru-tose a questo archivio, purtroppo però il materiale originale era irreperibile in rete e non mi piaceva l’idea di portare avanti argomentazioni senza prove. Pronti?

rin-no-sho-copertina

Cominciamo subito con un trafiletto dedicato al famigerato bacio tra Naruto e Sasuke, incluso nella scheda profilo dedicata a quest’ultimo.

rin-no-sho-sasunaru-kiss

Il demonio-Kishimoto scrive: “Riuscirà Naruto a rilassare agrodolcemente (amazuppaku – 甘酸っぱく) il cuore ostinato di Sasuke…?!”

Come-cosa?! Agrodolcemente, eh Kishimoto? Che demonio che sei… Probabilmente sarebbe appropriato tradurre quel “rilassare agrodolcemente” anche come “sciogliere”, ma proseguiamo oltre senza essere troppo smaliziati.

Nelle pagine dedicate ai personaggi minori troviamo Tobio. Chi sarà mai?

rin-no-sho-tobio

Si tratta dello studente che alzandosi ha provocato inavvertitamente il bacio tra i nostri due beniamini. Infatti ancora una volta il demonio-Kishimoto scrive: “Tobio, maschio, genin, 12 anni. Durante l’incontro introduttivo in accademia, ha spinto accidentalmente Naruto, facendo sì che quest’ultimo desse un bacio appassionato a Sasuke.”

Torna ancora una volta il bacio descritto questa volta come ardente/appassionato (netsuretsu – 熱烈). Bisogna commentare?

Sfogliando fino al glossario arriviamo così ad un’altra perla. Questa volta si tratta del termine usuratonkachi (ウスラトンカチ).

rin-no-sho-usuratonkachi

Kishimoto scrive: “Usuratonkachi = E’ il soprannome che Sasuke ha affibbiato a Naruto. Significa letteralmente idiota, ma che lo stia usando come un nomignolo affettuoso?” Letteralmente in giapponese “come il nome per il proprio animale domestico”, che forse farà simpatia a nipponici, ma per noi risulta un po’ grottesco. Comunque senti, senti.

E infine, qualora le due citazioni di prima non ci fossero bastate, Kishimoto inserisce nel suo glossario narutesco anche: Primo Bacio.

rin-no-sho-firstkiss

“Primo Bacio: il bacio che ciascuno anela. Ma a Sasuke è stato rubato da Naruto…?!”

Ma ancora? C’era veramente bisogno di inserire questo termine addirittura nel glossrio per ricordarcelo, qualora ce ne fossimo scordati, che Naruto e Sasuke si sono baciati e per entrambi è stata la prima volta?!

Il Rin no Sho uscì in Giappone il 9 luglio 2002 ed è considerato, non a torto, dalla maggior parte degli appassionati della coppia come una delle testimonianze cardine, perché mette in evidenza l’attenzione che lo stesso Kishimoto ha dedicato al rapporto tra i due, tornando più volte a giocarci sopra maliziosamente. Per dirla in termini da neo-lingua: qui pare Kishimoto shippi abbestia.

Poi per carità, molto si fa anche per ridere alle loro spalle (sic!), però come si suol dire: qui habet aures audiendi audiat.


Belligerante tensione sessuale

3-sasunaru-bacio-naruto-sasuke

Capitolo 3. Naruto e Sasuke si baciano accidentalmente. Per chi no lo sapesse (ma seguireste questo blog altrimenti?) è il loro primo giorno all’accademia, Naruto non riesce a sopportare il fatto che tutte le attenzioni siano per Sasuke, soprattutto da parte di Sakura. “Che cosa avrà mai di così speciale questo tipo?!” si chiede il biondino, montando accosciato sul banco davanti al rivale. Un gomitata accidentale ed i due si baciano dritto in bocca.

In una sua intervista¹ Kishimoto spiegherà che il bacio era una trovata per aggiungere tensione tra i due rivali:

Shonen Jump: Naruto e Sasuke si sono baciati (accidentalmente) nel primo capitolo in cui compaiono insieme. Questo aggiunge una dimensione particolare alla loro rivalità?

Masashi Kishimoto: Non l’ho fatto per alcun motivo particolare, eccetto sorprendere i lettori. L’ho fatto principalmente perché penso che non ci sia un manga dove due rivali si siano baciati. Inoltre, grazie a questo inconveniente, è stato molto più facile tirar su il triangolo amoroso: Sakura, che avrebbe dovuto essere la prima a ricevere un bacio da Sasuke, se lo è fatta rubare dal suo rivale Naruto, Sasuke e Naruto poi sono rivali e questo ha aggiunto altra tensione. E così via.

Tolte le implicazioni del triangolo amoroso, effettivamente la sua tensione è un tropo piuttosto ricorrente in molte serie:

  • Yuu e Miki in Marmalade Boy
  • Ranma e Akane in Ranma ½
  • Tomoe e Nanami in Kamisama Kiss
  • Takano and Ritsu from Sekaiichi Hatsukoi
  • Guts e Casca in Berseker
  • Ash e Misty nei Pokémon
  • Joey e Mai in Yu-Gi-Oh!
  • Kamille Bidan e Fa Yuiry in Zeta Gundam
  • Alto Saotome e Sheryl Nome in Macross Frontier
  • Sousuke Sagara e Kaname Chidori in Full Metal Panic
  • Edward e Winry in Fullmetal Alchemist
  • Keiko Yukimura e Yusuke Urameshi in YuYu Hakusho
  • Leia e Han Solo in Star Wars
  • Dastan e Tamina in Prince of Persia, le sabbie del tempo
  • Marion Ravenwood e Indiana Jones
  • Steve Rogers e Peggy Carter
  • Clint BartonNatasha Romanoff
  • Ron e Hermione in Harry Potter
  • Lois e Clark in Smallville
  • Xena e Marte
  • Helen Magnus e Nikola Tesla in Sanctuary
  • Buffy e Spike in Buffy l’Ammazzavampiri
  • Lina Inverse e Gourry Gabriev in Slayers

Ok, ne servono altri? La lista potrebbe continuare per molto a lungo ed è da notare come è il genere di relazione che sussiste per lo più tra sessi opposti, eccetto nel caso di Sekai-ichi hatsukoi, che però è uno shonen-ai. Qualcuno potrebbe obiettare che quella tra Naruto e Sasuke sia semplice rivalità e che il confronto non abbia senso, però è da tenere in conto che questa loro rivalità permei praticamente ogni aspetto della loro esistenza, in molti casi anche maggiormente di quanto non faccia negli esempi citati di sopra. Anche Goku e Vegeta sono rivali (Dragon Ball è un’ottima fonte di rivalità da questo punto di vista), ma non per questo ogni aspetto della loro vita è incentrato su questo. Un altro esempio calzante potrebbero essere Ryu e Ken dalla serie animata di Street Fighter, dove, nonostante anche nel loro caso vi siano scenette omoerotiche, questa rivalità non arriva mai ad occupare la loro esistenza nella sua totalità.

Quello del bacio accidentale è poi un altro tropo ricorrente, a cui merita dedicare una citazione di Topanga Lawrence: “Come si fa a baciare accidentalmente qualcuno? Lei per caso è scivolata su un tappetino e le tue labbra hanno fermato la caduta?!”

Inutile dire come spesso sia utilizzato per creare sketch comici o tensione tra i personaggi, oltre a sfociare il più delle volte in veri e propri momenti gay.

ranma-mikado-bacio

Ancora una volta, ribadisco come l’evento in sé non rappresenterebbe niente di speciale (come direbbe Kishimoto, poteva essere un’ottima trovata per aggiungere un po’ di pepe), non fosse per tutto quello che seguirà:

Inoltre, in una delle Interviste ai Personaggi², scritte ovviamente da Kishimoto, Sasuke mostra di ricordare ancora il sapore di quel bacio (maledetto Naruto!):

Intervistatore: Di che cosa sapeva il bacio di Naruto? Limone?

Sasuke: Hmmm… Tipo Miso mi pare… Voglio dire… Da quel che ricordo. Maledetto Naruto, perché lo ha fatto?!

Per cui da sketch occasionale, giusto per far ridere e di cui ci saremmo potuti dimenticare, il bacio finisce, volenti o nolenti, col diventare un elemento caratterizzante della relazione tra i due. La prima volta che lessi il manga non pensai che vi fosse altro significato, del genere:

  • fa ridere, le scenette gay fanno sempre ridere lì dove “non te le aspetti”
  • Sakura si è fatta fregare il primo bacio da Naruto (un maschio)
  • le ragazze menano a morte Naruto
  • il freddo Sasuke ha dovuto baciare qualcuno che gli fa schifo

La cosa in se era divertente (non così originale come Kishimoto vorrebbe farci credere, d’altronde anche Ranma e Mikado si sono baciati, oppure Johnny e Yosaku in One Piece, disgustandosi a vicenda), ma poi è andata ad aggiungersi ad una caterva di altre situazioni ambigue, tanto da farmi credere che Kishimoto ce l’abbia messa per qualcosa di più del semplice “creare tensione nella storia”. D’altronde, a detta dell’autore medesimo, Sakura e Naruto in qualcosa devono essere rivali…

¹ Purtroppo l’intervista è senza fonte, se qualcuno riuscisse a recuperare il pezzo originale avrebbe l’eterna gratitudine della Gazzetta di Konoha.

² Altra intervista senza fonte originale, per chi l’avesse eterna gratitudine