Tsunade Late Night Show – Diodonna

tsunade-temporale-barbados

Signore e signori, con grande piacere è qui con noi, l’unica ed avvolpacchiante, regina delle scipitezze: Tsunade-sama!

Tsunade: Buonasera a tutti, care amiche ed amici della nottolata! Dopo una lunga ed estenuante battaglia con i redattori della Gzzetta di Konoha, sono riuscita a giungere ad un compromesso e trasferire momentaneamente il mio studio alla Barbados! La vecchia Chiyo aveva predetto che ci sarebbe stato un sole abbacinante, ma sciaguratamente l’unica cosa che ho trovato è stata una catena di alberghi, di sua proprietà, praticamente deserti, non fosse per Pain, che ha preso in affitto sei camere ed un promontorio, sul quale passa i pomeriggi a fissare la pioggia. Ma non divaghiamo oltre e colleghiamoci subito con i nostri amici sul campo, Shizune è pronto il collegamento satellitare?

Shizune: Ancora qualche momento e ci siamo! Ecco… Siamo in linea con … il ninja che si è rinsecchito a pagina 3!

Tsunade: Bene, finalmente sentiamo qualcuno della retroguardia… come sta andando?

Ninja che si è rinsecchito a pagina 3: Ci sentiamo come i lavoratori di Konoha dopo la tua ultima riforma del lavoro!

Tsunade: Sì, sì, ma non siamo qui per parlare di politica… Grazie per l’intervento. Sentiamo che cosa ha da dire invece Obito: non temi che l’Albero-Juubi possa attaccare anche te?

Obito: Welà Tsunade, vecchia tettona, ma che scherzi, io e Juubi siamo in perfetta sintonia, sorella!

Tsunade: Vecchia tettona… Beh grazie del tuo commento, Obito. Uno dei nostri telespettatori voleva domandarti come fosse vivere senza un pene, ma non ho il tempo di farti rispondere, mi spiace! E ora veniamo al nostro ospite di stasera, contro ogni previsione è con noi Kaguya Ootsutsuki!

Kaguya: Vi auspico una buona serata, oh diletti spettatori!

Tsunade: Entrata molto elegante, ma non c’è bisogno di essere così formali, qui siamo una grande famiglia!

Kaguya: Vedo vedo, lo sai che sono la donna più potente che sia mai esistita?

Tsunade: Così dicono, ma non anticipiamo. Anzitutto un paio di domande che ci stiamo chiedendo tutti: tuo figlio è abbastanza conosciuto, mentre di te nemmeno mio nonno aveva mai sentito parlare, come mai?

Kaguya: Ovviamente perché sono così potente che non mi si deve nominare!

Tsunade: C’è però chi insinua che in un mondo di non-ninja, ovvero uomini senza poteri particolari, avere anche un potere molto semplice ti avrebbe fatta regina. Un po’ come quello che anche con un occhio solo è un re, in un mondo di ciechi!

Kaguya: Queste sono le solite insinuazioni del precedente governo. Guarda che io sono una donna che si è fatta da sola!

Tsunade: Abbiamo sentito che hai mangiato il frutto proibito, come mai nessuno ci aveva pensato prima?

Kaguya: Probabilmente perché davanti c’era un cartello con su scritto “proibito mangiare, vi aggredirà un leopardo”.

Tsunade: E ti ha aggredita un leopardo?

Kaguya: No, c’era solo un serpente che mi assicurava che il leopardo fosse distratto.

Tsunade: Poi però hai fatto arrabbiare Juubi…

Kaguya: Invero…

Tsunade: A quanti anni tuo figlio ha affrontato Juubi?

Kaguya: Io ho partorito Bagoromo già adulto e perfettamente in grado di affrontarlo!

Tsunade: Mi sa di fandonia, ma andiamo oltre: se tu sei stata il primo essere vivente a possedere chakra, come fanno ad averlo anche gli animali? Qualcuno ha praticato accoppiamenti un po’ immorali?

Kaguya: Il loro è chakra della Natura, è ovvio!

Tsunade: E gli esseri umani non lo possedevano?

Kaguya: Hai mai provato ad accoppiarti con un cavallo?

Tsunade: Mi sembra un po’ complicato.

Kaguya: No, non lo è affatto, se si usa un sistema di argani ben posizionati!

Tsunade: Parlaci del padre di Bagoromo, era un guerriero?

Kaguya: Non c’era alcun padre!

Tsunade: Un parto verginale? Non ti pare un po’ eccessivo!?

Kaguya: Ma quale parto verginale? Ahahaha… Che tempi… Sapessi quanto mi divertivo allora.

Tsunade: Dunque non sai chi sia il padre?

Kaguya: No, e poi i padri non fanno ridere, lo ha detto anche Walt Sidius.

Tsunade: Alcuni hanno insinuato che l’autore ti abbia inserita nella serie per compensare la scarsa attenzione che ha dedicato agli altri personaggi femminili. Sai c’erano state delle proteste in merito.

Kaguya: L’essere umano più potente che sia mai esistito, e che esisterà mai, era una donna! Che altro volete?

Tsunade: Appunto. Non trovi che questa cosa sappia un po’ di: si stava meglio quando si stava peggio e non c’è più il pane di una volta?

Kaguya: Beh ai miei tempi i ragazzi erano meglio, oggi ogni bel ragazzo che vedi è gay!

Tsunade: Nonostante siano passati secoli ti vedo ancora bella attiva.

Kaguya: Devi sapere che io inseguo la primavera…

Tsunade: Tant’è che sei ancora viva, come mai hai deciso di ritirarti?

Kaguya: Purtroppo sono così ridicolmente potente da essere immortale, per cui ad un certo punto ho dovuto inscenare una falsa morte per uscire dalla scena. Io volevo solo tornare a divertirmi, e non vedere tutti quegli uomini occupati a farsi la guerra.

Tsunade: Che cosa ne pensi dei nostri protagonisti?

Kaguya: Che provano la mia teoria di cui ti accennavo un attimo fa.

Tsunade: E gli antagonisti come ti sembrano?

Kaguya: Non ci sono più gli antagonisti di una volta… Quel Obito poi, un uomo privo di pene a cosa serve?!

Tsunade: Grazie di essere stata con noi. E adesso quali sorprese ci attendono nel capitolo 647? Kaguya tornerà in scena per aiutare i nostri protagonisti? Obito gestisce veramente una catena di sexy shop? Riuscirò ancora ad andare al mare? Pain ha costruito le statue dell’Isola di Pasqua? Naruto e Sasuke…

Pain: Scusa se ti interrompo… Ma volevo che leggessi questo copione per un nuovo programma.

Tsunade: Ti ho già detto che non ho intenzione di condurre con te un programma sulle gang bang.

Pain: Allora dammi un ruolo nel tuo, ti prometto che mi farò in sei per te…

Tsunade: Mi stai interrompendo…

Pain: Guarda, so anche concluderlo come fai te. Restate sincronizzati e non perdetevi un solo squillo.

Tsunade: Sintonizzati, non sincronizzati, e poi quisquilia, non squillo! Che senso ha: non perdetevi un solo squillo?

Pain: Pensavo che ti riferissi alle telefonate a casa!

Tsunade: Care amiche ed amici, riuscirò a liberarmi di questo cerebroleso? Restate sintonizzati e non perdetevi una sola quisquilia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: