Aspettando il capitolo 622 – La guerra fratomica

621-hashirama-vs-madara

C’erano Sasuke e Naruto, dovevano diventare ancora chunin, e c’era Orochimaru che voleva Sasuke e Itachi che voleva Naruto. E poi Sasuke si scontra col fratello e si rende conto di non poter difendere nessuno, tanto meno Naruto, e decide di fuggire via, di andare da Orochimaru per chiedergli altro potere, di rompere tutti i legami con Naruto perché così forse Itachi non avrebbe potuto portargli via anche lui, di scoprire l’odio che rende imbattibili gli Uchiha. E c’è Naruto che non vuole permetterlo, che si mette alla sua ricerca, per mantenere una promessa fatta a Sakura, ma ancora di più a se stesso, perché quando mai potrebbe diventare hokage se non riuscisse a salvare un amico! E poi arriva Jiraiya che è il vecchio amico-nemico di Orochimaru e allena Naruto, e gli spiega che ad un certo punto dovrà lasciar perdere, come successe anche a lui. E noi stiamo lì ad aspettare di vedere come andrà a finire, se questa volta questi amici riusciranno davvero a tornare indietro oppure è il caso di demordere come hanno fatto tutti gli altri. E ci aspettiamo lo scontro finale tra Naruto e Sasuke che sarà come minimo epico, come quello leggendario tra Hashirama e Madara. E poi…

Poi la storia degenera. Fino a quel momento tutti i nemici erano nemici di Konoha e basta, i ninja leggendari erano tali perché conoscevano tecniche segretissime o avevano alcune abilità straordinarie. Il trio Tsunade, Jiraiya, Orochimaru era tra i più temuti, meritandosi l’appellativo di Leggendario, tanto che anche il Dio dei Ninja Sarutobi è costretto a sacrificarsi per riuscire a fermare il vecchio discepolo, perché è un ninja vecchio e stanco, perché la nuova generazione è molto più forte della sua e quella che verrà lo sarà ancora di più. Perfino Itachi e Kisame devono ritirarsi di fronte allo Sannin dei rospi, perché il successo non è garantito. In questo mondo vediamo la storia di questi tre ragazzi, che riprendono la via del suddetto trio leggendario e che promettono di fare faville. Vediamo i loro conflitti umani, le loro incertezze, le loro paure e le loro speranze.

E poi vediamo l’Akatsuki, dove ci sono ninja-pianta, ninja-immortali, ma immortali alla Lisle Von Rhuman, ninja di carta che possono trasformare un intero mare in un abisso esplosivo, ninja che controllano sei corpi contemporaneamente e dispongono di chakra da far esplodere Konoha come Hiroshima e poi riportare in vita tutti. Fijuu. Non è abbastanza? Non vi preoccupate, perché abbiamo ninja che grazie alle cellule di altri ninja sono immortali, si rigenerano, hanno chakra illimitato e lanciano meteoriti gargantueschi contro i loro nemici. Non vi basta? Allora richiamiamo esseri gargantueschi, che lanceranno missili intercontinentali e potranno radere al suolo montagne ed oceani, riportiamo in vita tutti i morti possibili, li uniamo insieme e facciamo rievocare a loro tutto ciò che sanno! BASTA?! Adesso distruggiamo il mondo!

The-Neverending-Story_l-

 

Poi vedremo Naruto svegliarsi nelle tenebre con l’Imperatrice bambina che ha salvato ancora un pezzetto del suo mondo (Naruto ci spiace ma quella luce non potrà essere il tuo tenebroso Sasuke), e lui che le chiede: “ma che cavolo è successo?  Dattebayo!”. E lei gli spiegherà che il Nulla-Kishimoto ha cominciato a divorare ogni cosa, perché non doveva restare più alcunché. Dovevano esserci solo rapporti-tra-amici-che-degenerano-in-un-conflitto-atomico e battagli-turboepiche-tra-mecha. Punto. Non volevamo vedere nient’altro. “E adesso Naruto tu puoi ricostruire questo mondo, ridare i sentimenti e le emozioni ai suoi abitanti, ma soprattutto ridestare tutti gli amici perché non si innamorino per forza e poi si facciano la guerra tra loro”

Dopo gli ultimi capitoli non ci rimane nemmeno la battaglia finale tra Naruto e Sasuke, perché quest’ultimo si sta convincendo a non voler più distruggere Konoha e il loro scontro si ridurrà al più ad un confronto-tra-rivali. Non ci rimane più alcun mistero, tutto quello che si poteva svelare lo si è svelato e tutti i personaggi che si poteva voler conoscere si sono conosciuti. Ma quel che è peggio non ci rimangono nemmeno i vecchi miti, dacché cos’è un Jiraiya di fronte ad uno come Madara? E uno tipo Zabusa? Ma era un nemico davvero? Insomma letteralmente non ci è rimasto niente di niente, se non la speranza che dal capitolo 622 si corra avanti, si finisca con questi flashback-matriosca e ci si avvii ad una conclusione. Ma di corsa, perché se le battaglie-ancestrali tra i fondatori di Hogwarts non ci sembrano molto epiche, certamente è epicissimo lo scempio che Kishimoto sta facendo della sua stessa opera.

Annunci

14 responses to “Aspettando il capitolo 622 – La guerra fratomica

  • tsuki no sasuke

    xD sono pienamente daccordo! solo una cosa, ma perché si continua a dire che Sasuke volesse proteggere Naruto e che Sasuke tiene a Naruto e che Sasuke “ama” Naruto? qualche smanettata sotto i pantaloni trai due secondo me è più plausibile del fatto che Sasuke ci tenga ancora a Naruto, visto quanto lo considera. se gli interessava il bene di Naruticchio non sarebbe successo tutto sto macello

    • tijekom

      Ovviamente non è una certezza, con Kishimoto nulla lo è, però in alcuni capitoli vi sono degli accenni ai sentimenti che Sasuke prova per Naruto: ad esempio nel capitolo 144 oppure nei capitoli 173 e 174. Nell’episodio filler 259 di Shippuden viene fatto un piccolissimo approfondimento sul tema, dove si fa intendere che Sasuke sia arrivato perfino a temere Naruto, trovandolo superiore e questo abbia determinato l’allontanamento tra i due.
      C’è anche da dire che fino ad adesso tutte le volte che si sono incontrati Sasuke non lo abbia mai veramente tentato di uccidere, arrivando ad una vera e propria tacita collaborazione nel secondo film.
      Da una certa prospettiva si potrebbe anche arrivare a dire che Sasuke se ne sia andato e sia divenuto un nemico di Konoha per proteggere Naruto, visto che viveva nel timore che Itachi volesse sottrargli tutto ciò che gli era caro solo per fargli del male.

      • Jira

        Ahm..ok,non mi piace nemmeno a me il fatto che ora i personaggi digevolvono in mostri abobinavoli x combattere…però parlare di sentimenti tra naruto e sasuke mi sembra esagerato..andiamo su..non è mica una sopopera per gay XD sono rivali per ora.a sasuke non gliene sbatte na sega di nessuno al mondo e naruto vuole bene anke ai sassi…tutto qua(quello ke hai fatto riferimento tu sono vecchi capitoli).

      • hanayaoi

        Ti propongo anche un’altra possibile interpretazione

        *modalità fangirl ON*

        Sasuke lascia Konoha, anche per proteggere Naruto da se stesso.

        Nella scontro nella Valle della Fine stava per uccidere l’amico, in parte fomentato da quanto detto da Itachi, e cioè che per acquisire il potere necessario a confrontarsi con lui, avrebbe dovuto eliminare, con le sue stesse mani, la persona che considerava più vicina, Naruto appunto.

        Sasuke gli risparmia la vita perchè, afferma, non vuole essere una marionetta nelle mani del fratello: conquisterà quel potere, non come prestabilito da Itachi, ma usando propri mezzi; più avanti dirà di averlo fatto per una sorta di “capriccio”.

        E se, invece, l’idea di essere andato così vicino all’uccidere Naruto lo avesse, in un certo senso, “spaventato”?

        Sasuke è un personaggio fondamentalmente insicuro: in quell’occasione si era fermato appena in tempo, ma se fosse rimasto accanto a Naruto, magari in un nuovo momento di sconforto per il divario che lo separava da Itachi, sarebbe ancora riuscito a desistere?

        Vedendo così le cose, Naruto è più “al sicuro” lontano da Sasuke.

        Volendo dirlo ancora con altre parole: per poter conquistare quel tanto agognato potere, Sasuke decide di “sacrificare” se stesso, consegnandosi ad Orochimaru, piuttosto che sacrificare Naruto…

        *modalità fangirl OFF*

      • hanayaoi

        @Jira

        Pur concordando sul fatto che “Naruto” è uno shonen, e che non potrà mai sfociare in un Boys’ Love (queste rimangono solo fantasie per le fangirl, insana categoria a cui con orgoglio appartengo XDD!), mi sembra abbastanza innegabile che tra i due protagonisti ci fosse dell’affetto, e che spesso Sasuke avesse un atteggiamento “protettivo” nei confronti di Naruto.

        Sasuke capiva la solitudine di Naruto, ed è stato il primo a “riconoscerlo”, cosa che per l’altro ragazzo ha significato moltissimo; d’altro canto, però, ha sempre testardamente negato che Naruto potesse a sua volta comprenderlo.

        L’affetto per Naruto non ha certamente fermato Sasuke quando ha deciso di abbandonare la Foglia, ma non credo questo possa annullare automaticamente quanto accaduto prima.

        L’Uchiha ha fatto una scelta, e come quasi sempre accade, scegliere significa dover rinunciare a qualcosa, e, nel caso specifico, questo qualcosa era rappresentato da Naruto e dal Team 7 (ma anche dalla prospettiva di avere di fronte a se un futuro).

        E’ vero che nello Shippudden Sasuke ha dato prova di tutto, tranne che di sentirsi ancora legato a Naruto, ma questo, però, lo vedo funzionale allo svoglimento del percorso del personaggio, così come immaginato da Kishimoto:

        Sasuke, accecato dal desiderio di vendetta, ha tagliato ogni legame, ed ha iniziato una catastrofica discesa verso il basso; da qui poi risalirà, grazie a e in funzione di Naruto, perchè è uno shonen che non contempla la possibilità che l’eroe – Naruto – possa fallire, e dato che il suo principale obiettivo è proprio salvare l’amico, la cosa prima o poi accadrà, ci volessero altri mille capitoli (TT_TT).

        Solo nella fase di “risalita” ci potrà essere mostrato che qualcosa di quel legame è sopravvisuto anche in Sasuke. Prima, no.

        Detto questo, apprezzo la tua capacità di sintesi circa la psicologia dei due personaggi principali “a sasuke non gliene sbatte na sega di nessuno al mondo e naruto vuole bene anke ai sassi”; l’idea viene resa benissimo XDD

  • fibrizio

    Per quanto mi riguarda penso che il reiterare fino allo sfinimento le stesse tematiche durante tutto il manga le abbia rese noiose. La storia tra Naruto e Sasuke era interessante perché “unica”, mentre adesso è quasi una caratteristica di tutte le accoppiate più famose…

    • Arianrhod

      E volendola dire tutta, non è che Naruto e Sasuke siano personaggi poi così interessanti.

    • hanayaoi

      Almeno per come la vedo io, c’è un solo motivo plausibile per cui Kishimoto sta riproponendo allo sfinimento lo schema
      amico/rivale –> nemico mortale:

      alla fine di tutto, Naruto e Sasuke saranno gli unici a superare il loro conflitto, a dimostrazione che il loro legame è il più “speciale” e indissolubile.

      Sembrano predestinati, come chi li ha preceduti, a percorrere la strada di un antagonismo senza soluzione, con uno strappo che non potrà mai essere ricucito, e due posizioni inconciliabili, ma alla fine, ciò che li unisce avrà la meglio.

      Lo so che tutto questo è alquanto melenso, ma non dimentichiamo che Kishimoto è la fangirl °1 della coppia, quindi mi sembra possibile che possa aver immaginato tutti questi parallelismi con un forte connotato di “predestinazione” come un modo per rafforzare il concetto che più gli sta a cuore: gli altri hanno fallito; Naruto e Sasuke no, perchè il loro legame è “IL” più profondo, viscerale e, appunto, indissolubile.

      L’unico problema, però, è che ha ottenuto più che l’effeto “repetita iuvant”, l’effetto “repetita stufant”…

      • Jira

        yayaya non volevo dilungarmi, mi annoia XD però ora mi sento in dovere..allora il primo a riconoscere naruto fu il maestro iruka non sasuke..lui viene un pò dopo…sasuke fin dall’inizio si presenta anzi come un rivale x naruto…è vero in modo giocoso(sakura)ma pur sempre un rivale…col tempo i 2 divennero cmq amici…grazie a gli allenamenti insieme,le missioni,aiutandosi l’un l’altro..impararono a mettere in gioco la stessa vita in combattimento x salvare il propio compagno..e senza fare esempi sasuke teneva a naruto quanto teneva a sakura…sasuke cambia quando si accorge ke li serve più potenza…vuoi x il marchio maledetto…vuoi x il fatto ke è accecato dalla vendetta ma cambia…è vero ke risparmia naruto nella valle ma xke era solo all’inizio del cambiamento.quando si ritrovo davanti naruto,sakura e kakashi non ha esitato x far fuori sakura prontamente salvata da naruto. a sasuke nn gli sbatte piu na pippa…cia le balle girate e farebbe fuori kiunque XD vuole solo la sua giustizia..ora non voglio spoilerare ma se sei qui saprai la storia. si vedrà alla fine della storia ke li viene raccontata cosa deciderà di fare..nn è detto ke torna “buono” e sinceramente non vorrei nemmeno ke tornasse buono…cazzo lo volevo sto scontro e me lo aboliscono così? fanculo ! XP

      • fibrizio

        @hanayaoi Sono perfettamente d’accordo con te. Purtroppo anche per motivi commerciali (anzi oserei dire soprattutto per quelli) ha dovuto allungare il brodo fino all’inverosimile.

  • tsuki no sasuke

    si sono daccordissimo. Sasuke a me mi ha sempre ricordato un Vegeta al rovescio, dico per lo sviluppo mentale da buono a cattivo a differenza di Vegeta che da cattivo diventa buono, ma i concetti poi sono li stessi. l’amicizia, il sentirsi inferiore… e sono i classici rivali che in effetti sono tutto fuor che interessanti! almeno lo sono diventati noiosi, il rapporto che c’era nella prima serie invece mi piaceva. lo scontro verbale(senza non sminuire quello fisico xD) nell combattimento alla valle della fine è stato davvero bello, magari scontato ma bello! ora ormai il rapporto si è ridotto al rivale coglione che non sa piu nemmeno se scegliere di vivere o suicidarsi, con l’altro che lo vuol riportare a casa… ma dopo tutto sto casino! e pensate che tutto è nato a causa di sassucchiamelo! se orochimaru non avesse preso sasuke, non sarebbe morto. se non sarebbe morto kabuto non avrebbe preso il suo posto rievocando mezzo mondo per obito(cosa che oro saiva non avrebbe mai fatto) e non sarebbe nemmeno scoppiata la guerra sicuramente! perché secondo me obito senza sasuke sarebbe stato… bo, un coglione. anche se secondo me è molto piu forte ma va be questo ora non centra nulla. basti dire che sarebbe carino se fosse come dite voi, cioè che sasuke infondo voglia bene a naruto. ma ne dubito fortemente.

  • Mari

    Secondo me anche anche questo ossessivo riproporre lo schema “amico/rivale – nemico” ha il suo perché. Alla fine, nel manga il mondo degli shinobi viene descritto come “marcio” e gli stessi ninja sembrano come intrappolati in una specie di spirale nella quale ogni generazione ripete gli errori di quella precedente, errori che non fanno altro che alimentare l’odio e portare ad una guerra dopo l’altra. Il fatto che naruto e sasuke superino questo cliché ci sta anche con l’idea di cambiamento, in un certo senso, interrompendo questo circolo vizioso e’ come se mettessero un punto ed iniziassero una nuova era… Visto che è da un po’ che nel manga aleggia questa idea di “rinnovamento” una conclusione di questo tipo forse sarebbe quella più naturale…
    Secondo me poi, tutto sembra così poco scorrevole perché tocca subirselo un capitolo alla volta una volta la settimana e si perde il filo della trama, probabilmente letto tutto di fila, o diviso in volumetti più consistenti non farebbe questo effetto…

    • fibrizio

      Mah non saprei, vorrei tanto andare a chiedere al Signore del Paese del Fuoco se sa che tra le fila del suo esercito ci sono personaggi come Madara o lo stesso Hashirama e viene da chiedersi perché allora semplicemente non prendono il potere? In fin dei conti a Madara basterebbe diventare il signore del paese del fuoco per controllare la foglia “legalmente”, dal momento che gli hokage sembrano servirlo senza riserve.

      E’ una domanda retorica ovviamente, dal momento che penso l’inghippo stia tutto nel fatto che lo stesso Kishimoto ha perso di vista la sua narrazione.

      La metafora che dici tu non sarebbe nemmeno male, in realtà credo che è proprio quello a cui punta Kishimoto, però mi sembra che esca un po’ indebolita dalla decentralizzazione della trama.
      Alla fin fine sarebbe solo il cambiamento nel rapporto tra due persone, non del mondo ninja in toto.

      • hanayaoi

        Concordo con quanto scritto da Mari; la “riappacificazione” tra Sasuke e Naruto da un fatto personale verrà poi presentato come punto di inizio di un cambiamento più ampio e radicale.

        Sapete cosa penso del ritorno di Sasuke a Konoha: è incoerente, praticamente illogico, eppure credo sia scontato che avverrà, semplicemente perchè è l’obiettivo pricipale dell’eroe, e “Naruto” non mi sembra affatto uno di quegli shonen in cui c’è la possibilità che il protagonista fallisca.
        Detto ciò, ci si può chiedere come verrà giustificato il ritorno dell’Uchiha, considerato che per le leggi della Foglia si è macchiato di crimini da condanna a morte: verranno tirati fuori suoi meriti nello scontro decisivo con il nemico-che-più-nemico-non si può?
        Mnhhh..possibile, ma fa davvero storcere la bocca!
        L’idea che mi ero fatta è che Kishimoto ce l’avrebbe presentato piuttosto come un gesto di “riappacificazione” sociale: il ragazzo è un criminale, ma sotto un certo punto di vista anche il suo clan ha subito dei torti (è stato sterminato donne, vecchi e bambini inclusi); la Foglia perdonerà proprio per spezzare quella spirale di odio, origine di ogni conflitto, e questo sarà il primo passo per la riforma del mondo ninja, con la comprensione e il dialogo che prendono il posto della vendetta e dei pregiudizi.

        E poi, c’è sempre la carta dell’infermità mentale XDD!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: