Aspettando il capitolo 691 – E ora?

Oh hanno sigillato Kaguya, la madre di tutto il chakra, che giustamente era lì a chiedersi come cazzo potesse essere successo! Ma anche te Kaguya, di nuovo caschi nella stessa trappola! Ma non possiamo incolparla troppo: lei era come la borsetta-Juubi, incapace di fare la stessa mossa per più di una volta, benché da Mortal Kombat in poi sia chiaro a chiunque che ripetere la stessa mossa fino all’esaurimento nervoso sia una tattica vincente.

E’ come se Kaguya fosse partita via con la sua piramide e poi qualcuno le avesse spedito su una bomba atomica: e tu che fai? La rimandi giù? Blocchi il teletrasporto perché nessuno possa entrare? Oppure generi un fascio di luce dagli occhi perché sì?! Ovviamente anche Kaguya sceglie l’ultima opzione: poteva riattivare una turbo gravità che avrebbe spiattellato a terra i nostri volanti-eroi, avrebbe potuto teletrasportarsi di nuovo via e lasciarli lì a crogiolarsi nel dubbio mentre sorgeva una nuova dimensione, avrebbe potuto chiudersi anche lei in un susanoo o in una palla di sabbia, o duplicarsi in millemila copie che nessuno avrebbe riconosciuto, oppure lanciare una fitta pioggia di travi di legno, o sputare del fuoco, generare del vento tipo quelli a 700km/h delle tempeste di Giove, avrebbe potuto teletrasportare tutti nella zona dell’acido, o in mezzo allo spazio cosmico, o diventare trasparente lei stessa — avrebbe potuto fare così tante cose, che l’aver scelto di non fare niente era perché in realtà si trovava in un amletico dilemma finale.

Adesso fioccano le ipotesi, perché questo finale è talmente assurdamente stupido che solo un “ficcatevelo in culo” e “sono tornato” avrebbero potuto renderlo divertente. Madara resusciterà? Lo sguardo di Hashirama che vuol dire? Faccia-di-satana Uber-Dio-Hogoromo è forse malvagio?

690-evil-hogoromo

Spero niente di tutto ciò. Mi annoierebbe a morte un altro scontro dopo il combattimento con una simil-dea venuta lì giusto per non far morire Madara — perché Madara nei sondaggi piace e quell’ignavo di Kishimoto non vuole far torto a nessuno. Se Uber-Dio-Hogoromo ha detto che è finita: allora è finita. Hashirama è lì che si chiede se l’amore della sua vita si rialzerà in piedi, dopo essere stato posseduto da Vigo e li attaccherà tutti o dirà che ama ciascuno di loro.

Probabilmente sarà la seconda: prepariamoci ad un melenso festino dove tutti quanti stapperanno champagne e si congratuleranno gli uni con gli altri, specialmente quelli che non hanno fatto nulla di utile fino all’ultimo secondo.

Ovviamente già adesso non potevano mancare sviolinate tipo la foto di famiglia con Jiraya, Asuma, Neji (morto per colpa della polverosa Hinata ♠), Minato, Kushina, Itachi (???), Zabusa, quel frocione di Haku, Pain (maddai…), Hogoromo (ma questa?!) e Obito (vabbe’ ormai il surreale regna). Naruto non è che ti dimentichi qualcuno tipo? Mussolini, Pinochet, Hitler, insomma questa gente qua, no? Anche loro avranno fatto qualcosa di buono per cui meritano di essere ricordati, nevvero?

Poi è il momento del quiz manga-visivo.

690-indovinachi

Meglio non commentare, d’altronde ci basta l’espressione da getto-girl-sorpresa della fragola-rosa Sakura.

690-sakura

Perché cotanta sorpresa?! Manco avesse visto Naruto e Sasuke incularsi con sabbia e vetri trovati lì nella zona.

Ovviamente a Kishimoto non va manco più di disegnare, per cui ci mette in mezzo un po’ quello che gli capita e lì ci stava bene che Sakura si scioccasse a dir poco nel veder comparire faccia-di-Satana: in quel momento probabilmente si starà dicendo “Cazzo! Io ho contribuito ad uccidere la bellissima Kaguya, che avrebbe prodotto vibratori per noi tutte, per ‘sta merda d’uomo! Oh no, perché l’ho fatto?!” Già Sakura, perché? Se non facevi nulla era uguale, il tuo pugno era come l’invasione italiota della Francia durante il fascismo.

In tutto questo la parte migliore è che sono rimaste una miriade di cose in sospeso: il piano di Orochimaru, i vasetti caduti in testa a Ten-Ten, il risveglio di Madara, l’ipnosi di Yamato, lo sputo di Tobirama, il chakra passato a Sasuke da Hashirama. il piano di Sasuke, ecc… Tutte cose di cui probabilmente non sentiremo più parlare. Adesso è il momento delle conclusioni (tirate via) e quelli erano solo eventi di passaggio.

Come finirà? Madara chiederà il perdono di santo-Hashirama, che da dio generoso qual’è glielo concederà; Kakashi cercherà di farsi eleggere hokage-a-vita, Orochimaru sarà contento del nuovo vento sui mulini di Konoha, Yamato si sveglierà col mal di testa, così come farà Ten-Ten, ma per altri motivi da contusione fisica.

Però una delle cose più memorabile, oltre ad essere la solita beffa ai suoi danni, sarà il risveglio della polverosa-Hinata, così sfortunata che non le è concesso manco di vivere un sogno col suo Naruto-kun ♥ che già deve andare via. ♠

 


Naruto in pillole – Capitolo 690

690-hogoromo

In un trionfo di mega-simbologia all’ipercubo Naruto e Sasuke sigillano Kaguya, sul cui rinnegan si chiudono sole e luna per sempre… O almeno finché qualcuno non le ridarà vita. La terra trema, pezzi da ovunque volano per formare una nuova micro-luna che, se valessero le leggi della fisica, precipiterebbe immediatamente al suolo schiantando tutti a morte, ma così non è, e Naruto ha tutto il tempo di gettare nel neo-formato satellite Zetsu-nero, ancora nel braccio mozzato della madre.

Per misteriosi motivi sorge tutto ad un tratto il dilemma su come andarsene da quella dimensione, benché Turbo-Kakashi ormai sia il mastro-di-chiavi e potrebbe teletrasportarli tutti via. Ma niente paura, appare Uber-Dio-Hogoromo con gli zombi-kage, il cadavere di Madara, un sacco di spettri che manco nei Ghostbusters dopo l’esplosione della centrale, tutte le bestie-codate e chiunque ci possa venire in mente, e dichiara che è la fine salvifica di tutto.

Ma proprio tutto! E vissero tutti felici e inutili… Ora che succederà?

Fonte: Naruto 690


Guardie e pirati

Il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria del Giappone ha avviato una nuova campagna anti-pirateria nel mondo dei manga denominata MAG, Manga Anime Guardians, e questo è uno dei motivi per cui ancora non abbiamo visto la luce del capitolo 690 di Naruto. Sul web ne hanno parlato già in modo esaustivo in molti siti (qui un link fra tanti), per cui tralasceremo ulteriori dettagli. Ci sarebbe anche un video realizzato ad hoc dove vari personaggi ringraziano tutti quelli che acquisteranno copie originali di anime e manga, piuttosto che affidarsi a quelle pirata trovate online. Tra i protagonisti del video anche Naruto e Sakura.

A noi che cosa cambia? Letteralmente poco. Come ormai è noto Naruto esce sullo Shonen Jump, rivista che in Giappone vede la luce ogni lunedì, ma che viene distribuita agli edicolanti il mercoledì della settimana prima (quando per noi è ancora martedì). Questo significa che alcuni di questi edicolanti, essendo in possesso delle nuove copie, le scandivano e le rendevano disponibili online. Questo di per se danneggia in particolare lo Shonen Jump in Giappone, e di conseguenza le edizioni americane e nostrane, che uscivano comunque in ritardo (in Italia anche di svariati mesi) rispetto all’originale.

Se vi ricordate un anno e mezzo fa, ne avevamo già parlato, negli USA lo Shonen Jump tentò di allinearsi alle uscite nipponiche, con però evidentemente scarso (o non sufficiente) successo. In Italia, invece niente di simile è stato tentato.

Da tutto ciò ne deriva che probabilmente da ora in poi vedremo uscire Naruto in ritardo e alcuni siti che distribuivano scanlations potrebbero essere temporaneamente offuscati, e dico temporaneamente perché come sappiamo questa è una lotta persa a priori.

E’ persa a priori anche perché quello della pirateria, così come viene generalmente chiamata, è un processo naturale e perfettamente umano, che estende il principio dello scambio ad una rete molto più vasta, della classica rete di amici. Insomma, se io comprassi un fumetto e lo dessi in prestito a 10 amici loro potrebbero non volerlo comprare a loro volta e di per se provocherebbero un danno, per quanto irrisorio, all’editore. Con Internet questo “prestito” avviene su scala globale, però di per se il concetto rimane lo stesso.

Quello su cui vorrei far riflettere non è tanto se la pirateria sia giusta o meno, dal momento che è semplicemente inevitabile, piuttosto sul fatto che stiamo assistendo ad un’evoluzione del mercato alla quale editori, case cinematografiche e discografiche, stentano ad adeguarsi, un po’ come le vecchie botteghe del quartiere che negli anni ’90 vennero spazzate via dai supermercati. Si sarebbero dovuti chiudere od ostacolare i supermercati? Certo molte persone hanno perso lavoro, ma era un’evoluzione inevitabile così come lo è questa. Piuttosto che pensare a come ostacolare la pirateria, si dovrebbe quindi pensare a come promuovere l’acquisto delle opere originali, come renderlo semplice e conveniente (un’idea decente sarebbe provvedere ad abbonamenti online, ma non di quelli accessibili solo negli USA a prezzi stratosferici) e allo stesso modo come produrre opere decenti, che siano meritevoli di acquisto. Questo anche perché alle persone piace acquistare e premiare ciò che è bello, quando però gliene viene data l’opportunità.

Tutt’oggi, benché la pirateria esista, niente ha impedito ad Avatar di fare incassi miliardari (superando perfino Titanic), e lo stesso potremmo dirlo dei vari Harry Potter, Avengers, Hunger Games, Sherlock Holmes, ecc. Anzi, questa cosiddetta “pirateria” in molti casi li ha perfino aiutati, portando nei cinema spettatori che altrimenti non ci sarebbero mai andati: personalmente posso fare due esempi così al volo con Sherlock Holmes e Dragon Trainer, entrambi film di cui vidi il primo su una copia pirata e, siccome mi erano piaciuti, andai a vedere i seguiti al cinema.

Nello specifico vi consiglio il mondo dei draghetti di Dragon Trainer 2… Bello davvero e, per inciso, un ottimo esempio come si possa portare lo scontro finale a qualcosa di epico, senza che per questo il protagonista ottenga poteri epici — Kishimoto e tanti altri mangaka avrebbero cosa impararne!


Capitolo 690 di Naruto in ritardo

Pare che per una serie di imprevisti l’uscita del nuovo capitolo 690 di Naruto sia in ritardo, probabilmente si potrebbe andare anche alla prossima settimana. Nel frattempo deliziamoci con un presunto spoiler.

NARUTO 690 – 少なくとも、
ナルトとサスケはかぐやを封印。さくらは反ってしまった。
パーフェクトスサノオが地面に降下する。真実を求めるオーブが膨張
火影と羽衣の話。羽衣は、手のシールを行う。
カカシはナルトとサスケをワープ。真実はオーブが爆発を求めている。
チーム7は、他の次元で表示されます。かぐやは、カムイに入る。

NarutoSasuke effettuano il sigillo
Il sasunoo perfetto precipita a terra.
Kakashi teletrasporta SasukeNaruto.
Il team 7 viene mostrato in un altra dimensione.
Kaguya entra nella propria dimensione.

Credits: Ohana?
Fonte: Mangaspoiler.com
Verifica: in attesa


Aspettando il capitolo 690 – Kapetto kapò Kakashi

Domani dovrebbe uscire il capitolo 690 di Naruto, ancora 11 capitoli e saremo a ben 700 uscite del manga, che sarebbero da festeggiare non fosse che si ha l’impressione che Kishimoto la stia veramente tirando per le lunghe e non sappia che pesci prendere. Certo, non appena si muove qualche critica c’è subito chi dice “se non ti piace non leggerlo”, ma non è così facile quando ci si affeziona ad una storia e dopo oltre 15 anni di letture si vuole sapere come andrà a finire, specialmente quando questa fine sembra arrivare dettata da pure logiche di sfruttamento del mercato.

Tutta la vicenda mi ricorda tristemente quanto ha fatto Lucas con i nuovi film di Guerre Stellari (o Star Wars come sono stati rinominati): ha preso un marchio ed è partito in una colossale operazione commerciale cercando di metterci più roba possibile da vendere, dalle spade laser giocattolo al fottio di inutili robot e creature TradeMark messe lì solo per fare cassa a suon di licenze e pupazzetti.

vlcsnap-2014-08-25-13h26m06s117

Un vero e proprio stupro insomma, esattamente come sta facendo Kishimoto adesso. Mi sembra di vederlo lì che si legge i sondaggi sul gradimento e la popolarità dei personaggi e cerca di accontentare il pubblico, o peggio ancora, indirizzarlo verso ciò che piacerebbe a lui.

E in tutto questo la trama ha ancora un senso?

Comincio subito dall’idiozia più grande: Turbo-Kakashi. Ad un tratto, dall’essere in punto di morte, tutte le grazie del cosmo sono capitate a lui, oltre all’accesso ad una evidentemente inesauribile scorta di chakra. Il chakra era tutto negli occhi di Obito? Non è una proprietà del corpo? Ma queste sono inezie rispetto alla cosa più detestabile in assoluto, ovvero che Kakashi adesso sia tornato il capetto della situazione.

Insomma nel mondo di Naruto vige la legge del più forte? Più potere si ha e più si comanda? Per illustrare la totale idiozia di questa idea basti pensare a tante altre saghe di successo, dove il più potente non era anche quello che comandava, primo fra tutti Silente in Harry Potter. Secondo la logica kishimotesca avremmo dovuto vederlo Ministro della Magia, come minimo, anziché preside di una scuola.

Ma questo sembra un problema che affligge tutto lo scontro finale, cominciando dalla Super-Guerra-Ninja. Chi la comandava? Chi era in capo? Chi era il Winston Churchill della situazione? Personalmente ho l’impressione che migliaia e migliaia di ninja fossero agli ordini di un branco di ragazzini, che ogni tanto avevano una premonizione o un’idea. E questa sarebbe una guerra ben organizzata? Certo, ricordiamoci che era anche una guerra contro appena due persone…

Una cosa che sarebbe stata bella da vedere, e che avrebbe dato anche spessore ai personaggi, sarebbero stati Naruto e gli altri che ascoltavano i consigli dei ninja più anziani, come Kakashi, anche perché non sta tutto nella forza ma anche nell’esperienza. Kishimoto invece pare vederla diversamente, per cui è tutta una questione di forza. Più si è forti, e più si ha diritto a comandare. Da qui si sarebbe potuta costruire anche un’interessante frattura con Sasuke, che magari pensava di fare di testa propria solo perché più forte (più arrogante e superbo) e poi finiva male.

Invece no, tant’è che anche il boss finale è una mega-iper-super-gargantuesca-entità-cosmica dai poteri illimitati, così illimitati da diventare nulli. Il personaggio di Kaguya è così grottescamente potente che mi chiedo perché stia ancora lì a combattere con costoro: non ha per caso tutti i poteri del cosmo? Non potrebbe clonarsi come fa Naruto? Sì era una tecnica segreta e bla bla bla, ma lei è la creatrice di tutto, per lei non dovrebbero esserci segreti. Lo faceva perfino Madara! Dai Zetsu, anziché chiacchierare svela a tua madre come clonarsi e farli fuori tutti in un istante. Non potrebbe lanciare delle esplosioni-cosmiche, oppure separare di nuovo tutti in dimensioni diverse? Dopo il primo fallimento ha deciso di desistere? Il salvataggio di Sasuke l’ha demoralizzata? Che probabilità avranno i nostri ero di ribeccare di nuovo gli uni gli altri, senza cadere nella zona dell’acido o essere risucchiati dal vuoto cosmico?

E infine, per coronare il tutto, l’inutile Sakura sgancia un pugno in testa alla Madre-di-Ogni-Cosa, giusto perché anche lei non deve restare indietro e Kishimoto ogni tanto si ricorda del suo personaggio: t’oh, la fragola-rosa, me ne ero dimenticato, adesso le faccio tirare un pugno-mega-poderoso e poi la rimando nell’oblio da cui è venuta.

Che bello.

 


Naruto in pillole – Capitolo 689

689-team-7-kaguya

Kaguya, ripresasi dalla deformità-Juubi, comincia a creare una nuova dimensione per la quale sacrificherà i nostri eroi (???). Qualunque cosa questo possa voler dire…

Mentre la sfera-nera-pan-dimensionale cresce a dismisura, è l’ora di seminare terrore e morte cominciando ad uccidere qualcuno (anziché starsene in disparte ed attendere la fine): ma chi potrebbe scegliere?

Da un canto ci sono Osiride-Naruto e Iside-Sasuke, laddove i cloni del primo si stanno accalcando per proteggere il secondo, in groppa ad uno di loro (ma che principe azzurro che sei, Narutello!).

689-sasunaru

Dall’altro ci sono l’impotente fragola-rosa e Turbo-Kakashi. Kaguya opta per quest’ultimo, ma tra gli innumerevoli poteri alla di lui disposizione ci sono anche la trasparentizzazione ed il teletrasporto, per cui il tutto finisce con un buco nell’acqua (visto anche che lei si ostina ad usare solo quei tre-quattro poteri che reputa eleganti).

Dopo un tanto macchinoso quanto figo combattimento, Kaguya si ritrova misteriosamente attorniata dal Team 7 pronto a schiantarla-a-morte (sì, Sakura, su ispirazione della Dio-Donna, ha deciso di fare, anche lei, qualcosa di utile), mentre Turbo-Kakashi li guarda in disparte, con gli occhi a cuoricino: belli i miei ex-allievi (e bello che sarò il prossimo hokage!).

Fonte: Naruto 689

 


Il diavolo e la signora

Probabilmente uno dei personaggi più comici e bistrattati di tutto Sharingan, ehm scusate, volevo dire Naruto, è la polverosa Hinata-chan ♠. Qualcuno dirà, e non posso biasimarlo, che è un commento da fangirl del SasuNaru, ma non fraintendetemi: come ho già detto altre volte, non ho nulla contro Hinata in se, è solo che proprio Kishimoto sembra non sopportarla e non veder l’ora di farsene ludibrio come meglio può.

Se la cosa non vi convince basti ricordarsi della più grande beffa della storia dei manga, quando Hinata dichiara tutto il suo amore al suo Naruto-kun ♥, finendo poi non solo per morire, ma anche essere completamente ignorata da quest’ultimo. ♠

hinata-pain

Se Kishimoto avesse avuto alcun interesse a sviluppare un intreccio tra i due, allora quella dichiarazione avrebbe meritato di essere sviluppata almeno un po'; invece la cosa si conclude tale e quale e non se ne sente parlare più, senonché il medesimo dialogo viene riutilizzato nell’ennesimo confronto tra Naruto e Sasuke, dove il primo replica pedissequamente il dialogo al secondo (chissà che avrà voluto dire…).

Insomma, cornuta e bastonata… Come si suol dire. Ma torniamo a noi e vediamo di passare in rassegna le ultime perle riguardanti la nostra amata, dopo il capitolo 615 quando per un istante tutti i suoi sogni sembrano sul punto di realizzarsi: Naruto-kun le stringe la mano e condivide con lei il suo chakra… ♥

616-naruhina

… sennonché l’istante dopo comincia a condividerlo con tutti quanti, con tanto di dammi-il-cinque per passarsi il chakra di mano in mano!

616-chakra-a-tutti

Ma questo non scoraggia Hinata-chan, che finalmente riesce a fare qualcosa di concreto (a parte fare da scudo umano) e respingere l’attacco della manina della borsetta-Juubi. Ovviamente la scena serve per dar sfogo alla solita misoginia kishimotesca, oltre che celebrare il Marty Sue Naruto, infatti:

  • l’unica cosa utile che può fare una donna-inutile avviene grazie al chakra di un uomo
  • Madara si può meravigliare della straordinaria grandezza di Naruto, che è riuscito a rendere forte anche una esile, gracile, uomo-dipendente ed inutile donna, come Hinata-chan (capitolo 616)

Detto questo passano 15 capitoli nei quali Hinata fa sostanzialmente da comparsa che al più borbotta Naruto-kun ♥ e dice ovvietà come “uniamo le nostre forze”.

hinata-chan

Capitolo 632. Hinata ha aspettato abbastanza per poterci deliziare con una battuta delle sue che ha preparato nel frattempo…

632-hinata

Meno male che ci sei te ad ascoltare Kiba-kun e a rivelarci queste notizie sensazionali! Una vera psicologa!

La scena ha anche un che di tragicomico, con ‘sta disgraziata che si premura di far notare a quello sfigato di Kiba che lei è lì che sta a sentire le scemenze che sta sparando, mentre ha fatto la sua apparizione il Pallade Sasuke, prediletto del destino-Kishimoto.

Capitolo 633. Mentre tutti quanti si danno da fare per distruggere più cloni che possono della borsetta-Juubi, Hinata si lancia all’attacco stile Ken il Guerriero, sganciando drammaticamente ben 64 colpi e abbattendo un solo sub-Juubi.

633-hinata-meglio

Perché l’umiliazione sia ultima e definitiva, il demonio-Kishimoto le fa perfino commentare il suo inutile ed impotente attacco come “il meglio che può fare”. Naturalmente Hinata non si dà per vinta e sancisce che da ora in poi andrà avanti con questa pomposa tecnica, in cui ad uno sforzo sovrumano (ricordiamoci che Sakura ha fatto fuori un’orda di sub-Juubi con un solo pugno) corrisponde un risultato definitivamente mediocre, come lei stessa, d’altronde (ma sempre meglio che restare in disparte!).

Capitolo 638. Hinata ha finalmente occasione di rendersi utile, quando Sakura le chiede se stesse guardando cosa faceva Obito e questa ci conferma che effettivamente egli ha assorbito il chakra di Juubi. Peccato che non ci fosse Naruto-kun ad assistere al suo momento di gloria.

Capitolo 647. Dopo quasi dieci capitoli di assenza, in cui ha fatto poco più che da comparsa, Hinata ha modo di rilanciare l’ennesimo “Naruto-kun”, mentre il suo amato professa i suoi sentimenti nei confronti di Sasuke in mente-visione e conclude che non vuole più avere rimorsi.

647-hinata

A questo punto mi immagino lei che è lì che pensa: “Che bello Naruto-kun, si ricorda di quello che ha mancato di dire a Sasuke da piccoli, a tutto ciò che avrebbe voluto fare ma non ha fatto, e non vuole più commettere lo stesso errore, si ricorderà anche che gli ho detto che lo amo?! E’ così bello che spero di potergli fare almeno da zerbino!” ♥

Capitolo 649. La prostrazione dell’anti-femminista naruto-dipendente Hinata-chan raggiunge livelli epici, nel momento in cui anche lei, assieme a tutti gli altri concamerati, conclude che “vuole stare al fianco di Naruto-kun” e quindi “deve fare del suo meglio”.

649-hinata

Paula Lip le fa un baffo a questa qua, che si sente così misera ed inutile da doversi impegnare con tutti i suoi sforzi se vuole meritare un posto accanto al glorioso maschio-alfa Naruto-kun ♥

Capitolo 662. Dopo altri 13 capitoli di assenza riecco un’occasione per Hinata, nonché il momento di svago del destino-Kishimoto. Naruto è a terra, praticamente morto, ma lei non se ne sarebbe manco accorta se Kiba non l’avesse avvertita di guardare nella direzione giusta. E cosa vede? Sakura sopra Naruto, che sta intervenendo per salvarlo. Allora Hinata non ha di meglio da fare che spiccare il volo verso il centro della sua vita, per prestargli soccorso (ma se c’era già Sakura che stava dando il meglio di se! Te che avresti mai potuto fare?!). Il destino-Kishimoto le è purtroppo avverso e la fa inciampare su un sasso.

662-hinata-sasso

Ma una ninja potrà mai inciampare a faccia in terra su un sasso?

Bornlaugh

Capitoli 677 e 678. Il sipario cala definitivamente su Hinata-chan, assorbita nello tsukuyomi infinito assieme a tutti gli altri. Le sue ultime parole quali potranno mai essere state? Ma ovviamente Naruto-kun. Ormai se passa una vignetta in cui non lo dice provo quasi sorpresa!

678-naruhina

Naturalmente quale poteva essere il suo mondo ideale se non uno in cui vive con Naruto per sempre? Il tutto mentre gli altri li guardano con amara invidia in disparte.

All’uscita del capitolo 615 moltissimi appassionati della coppia Naruto-Hinata (il famigerato NaruHina) avevano sperato in un avverarsi dei loro sogni, e molti continuano a sperarlo tutt’ora (specialmente quelli che cercano naruto si sposa con hinata 2014) — purtroppo però resto dell’opinione che Kishimoto reputi Hinata un personaggio tanto marginale quanto detestabile, e l’abbia sempre usata solo per costruire e celebrare il personaggio di Naruto, tant’è che lei stessa non sembra avere alcun altro scopo che il nostro amato protagonista e quel che è peggio non è nemmeno in grado di dare una realizzazione ai suoi desideri.

Guardando più in generale tutta la serie, Hinata è arrivata alla fine senza essere riuscita a fare alcunché di concreto per far avverare il suo unico sogno, per quanto banale e pietoso possa essere, fintanto ad arrivare ad inciampare su un sasso pur di non compicciare alcunché di buono. Se questa non è avversità della sorte (Kishimoto) non so che altro possa essere.

Per di più, ma è naturalmente una mia personalissima impressione, non ce la vedrei affatto assieme a Naruto e credo che nemmeno Kishimoto ce la veda. Se proprio dobbiamo trovargli una ragazza probabilmente la più adatta sarebbe Sakura (e se un’accoppiata dev’esserci è questa quella in cui spero) e il NaruHina resta tanto inverosimile quanto il SasuSaku, e improbabile quanto il SasuNaru (ahinoi!).


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 179 follower